Il testo

 

GRAFICA MAPPA WEB 1
My path – il mio cammino -. Equivocación

 

Una presentazione ci rende nervosi, subito ci chiediamo quanto deve essere lunga, quale deve essere l’argomento della quale si occupa, molti di noi oggi possono dire che la fonte è la ” rete “. Il computer, il collegamento Internet, lo si sappia hanno un costo, non solo dobbiamo stare attenti alle informazioni del testo, proporre solo quelle che interessano. 

Un lavoro completo, sul quale ho investito il mio tempo e denaro quello che leggi in questo Blog, si scrive dei miei interessi letterari, con essi  mi presento, per essere onesti parto con la prima COMUNICAZIONE, raccogliamo le idee che nascono traendo ispirazione da questo link Préparer un exposé en français, conseils

Comunicazione numero 1 ” Raccogliamo le idee “

Dal 1 Gennaio al 1 Agosto del 2018 Giuseppe Di Summa ha programmato una serie di post. La scrittura riprenderà dal Settembre del 2018.

Leggi nel grafico la trasformazione subita nel tempo online. Il contenuto da individuare diventa l’impegno del futuro da scrivere.


Grafica
those stories.

 

Tutti dobbiamo trovare uno spazio interessante, per le nostre storie, scegliere di farci accompagnare da qualcuno che interessa gli altri, elenchiamo nella seconda COMUNICAZIONE, delle qualità e dei difetti, per non fare stare le parole da sole, nella solitudine. 

COMUNICAZIONE NUMERO 2 ” QUALITA’ E DIFETTI “.

L’equivoco da superare è che ” non si fa il doppio “.

Due cose simili,  che si vuole manifestare con doppia ragione, che si vuole dire con due qualità. Facciamo un esempio, proprio di un testo politico,  quindi non scriviamo di libertà e religione insieme, sapendo benissimo che è una cosa che piace anche alle ” risorse umane “. Certamente la lezione è nelle mani di chi ci ha visto nascere, crescere, raggiungere la maturità.

Superiamo l’equivoco, con una certa dose di umorismo, prima di entrare nel percorso che ci porterà a nuovi testi.  Posso sottolineare la mia età, ho 45 anni, quindi potrei avere figli, anche se non ne ho, me lo devo ricordare quando parlo con qualcuno.

Dimmi – Dis- moi 

L’homme qui parle est mon père – l’uomo che parla è mio padre – 

L’homme dont je te parle est mon père l’uomo di cui ti parlo è mio padre – 

Nelle storie, non vi saranno più memorie, il passato, supereremo i pensieri, ma come sempre non c’è ” quell’uomo “, cioè non ho mai scritto da padre, nemmeno raccontato un padre, soprattutto il mio. L’unica cosa da dire che bisogna concedere la festa al padre lavoratore, così ragiono io, non nel senso di giorno libero, oppure alcuni giorni di permesso, nemmeno di pausa o riposo, nemmeno di divertimento, se vogliamo, oltre a fargli vivere le celebrazioni, bisogna che il nostro padre rimanga fuori.

Vediamo di fare una riflessione sulla metodologia dello scritto, quello di Giuseppe Di Summa, su questo Blog, spiegare di cosa parlo.

Bisogna precisare in francese che :

Devo fare l’esame con quella che boccia tutti Je dois faire l’examen avec celle qui fait redoubler tout le monde.

Quindi incontriamo il termine ” redoubler “, nel senso di bocciare, rifare l’anno, quindi fare il doppio, anche di più, è possibile per molti.

In questo Blog non essendoci punteggi, voti, esami, siamo a ” tutti uguali e tutti a zero “, per me che scrivo questo spazio, lo si ricordi, non vale nessun insegnamento, il percorso di scrittura che leggi, vuole essere semplice ed ordinato, non è un consiglio su cose da studiare. Puoi considerarlo lo spazio di una ” vita serena “.

L’unico consiglio che vi posso dare è di ” trasferirvi ” immediatamente da un’altra parte se non trovate qui questo spazio di vitalità e serenità, non si accettano presenze per motivi di studio, lavoro, qui siamo per condividere e passare il tempo, per rilassarci.

Qui le comunicazioni per spostarci sono già partite…..

Quindi chiediamoci “ Come stai ” ?Comment vas-tu?

Sarà il momento di spostarci  (  transférer )

Quindi proponiamoci di ” Prendere una boccata d’aria prendre l’air 

Sceglierò ( choisirai ) le comunicazioni dunque.

 


La frase più bella da dirsi è ” CIAO “, quindi dire cosa ci lega ad una persona, il modo di vivere la scrittura, lo trovi nella terza COMUNICAZIONE, una storia si scopre con lo scambio delle battute, che vanno oltre al bellissimo ” CIAO “. 

COMUNICAZIONE NUMERO 3 ” L’IDEA DELLO SPAZIO “

Je travaille avec beaucoup d’enfants – come leggi questo è il mio caso – Quindi dovrei usare un linguaggio semplice, che sia da condividere con gli altri, anche se in questo Blog c’è una riflessione sul ruolo dell’attività motoria, sportiva, per giovani e non, che è diretta  ad un pubblico di bambini, ma essenzialmente ai loro educatori, non ho ancora deciso di farmi leggere da un bambino, di scrivere dunque ” per un bambino “. Consideriamo, soprattutto, come organizzare uno spazio pubblico, per fare sport.

Non abbiamo solo da interessarci di poesie, brevi racconti, libri del passato che hanno avuto successo, tutte cose che influenzano, nel bene e nel male, la nostra scrittura.  Dobbiamo anche ” selezionare ” dei programmi politici, essenzialmente importanti per noi dal punto di vista amministrativo, che ci fanno riflettere sulle risorse.


Messaggi politici.
essere tutto preso dal lavoro

 

Non dimenticate che il testo non è solo lettere e cifre, ricordati come viene fatto da me, di presentare anche un proprio breve curriculum, il riscontro della propria scrittura  c’è l’aspettiamo, oltre alla retorica, nelle tematiche ove abbiamo coniugato tempo e lavoro. 

COMUNICAZIONE NUMERO 4 “LE LETTURE CHE PIACCIONO “.

Scrivere di politica vuole dire costruire e trasmettere un testo su :

  • società
  • economia
  • comunità
  • situazione sociale

Possiamo citare La Comédie humaine di Honoré de Balzac, scene di vita privata, scene della vita di provincia, studi di costume, studi analitici, studi filosofici, si legge di  tutte le classi sociali, si entra veramente nella riflessione sulla ” nostra società “.

Quindi nella sezione COMUNICAZIONE trovi il testo “ Il ritorno del campanile “.

1- una riflessione sul capitale della libera impresa

2- un momento elettorale del passato ( il testo si chiude nel 2014 ).

Un testo, anche nella sua versione su PENNE MATTE, ove ha maggiore peso l’analisi del ” problema economico “.

Il momento elettorale rimane quello del 2014, in modo da non fare apparire in maniera troppo evidente la mia convinzione politica, non solo nella scrittura dei testi, la mia vita privata non appare quasi del tutto, scelta precisa, come quella fatta nel 2014, di non impegnarsi direttamente in politica.

MAPPA RITORNO DEL CAMPANILE.
MARCEL PROUST, Ogni lettore, quando legge, legge se stesso, (Il tempo ritrovato, 1927).

Chiudiamo con una serie di frasi :

Ci sono libri – il y a de livre

C’è ne sono – il y en a

Gli ho dato un libro – Tu lui as donné un livre

Il libro che uso è online – Le livre qui j’utilisé est online

E’ un libro interessante –c’est un livre intéressant

Lui è interessante – il est intéressant

Non siamo amici – Nous ne somme pas amis

Ciò m’interessa – ça m’interesse


Valutare la linea editoriale, anche nel proprio Blog, è una cosa saggia, come sottolineare cosa si ama della scrittura, come ci si comporta con le materie di studio, soprattutto quelle umanistiche, la cosa più difficile è leggere e capire, il testo deve essere comprensibile, attuabile, coerente, deve usare parole concrete. Non possiamo evitare di esprimere la nostra opinione. 

COMUNICAZIONE NUMERO 5 ” ESPRIMERE LA NOSTRA OPINIONE “.

Non leggi, il mio percorso di riuscita in una materia scolastica, oppure universitaria. Un’identità, mentre viene resa nota, crea anche una riflessione sulla personalità, chi scrive non fa parte di un èlite ( tratto da wikipedia : Adoperato genericamente in un contesto culturale o politico, indica la ristretta cerchia di persone che vi ha un ruolo predominante rispetto al resto della popolazione ).  Non viene richiesta la mia presenza, ad esempio, per discutere una consulenza.  Il titolo del testo sulla Politica, che ho scritto, Il RITORNO DEL CAMPANILE, potrebbe dire che si chiede la mia presenza per comprendere la chiesa, anche questo non è cosa che mi riguarda, come la mia presenza nella musica per un talento, nella scrittura per la ricerca, non ci sono motivi per attirare studenti che mi leggono, avendo io 45 anni.

Arriva la parte divertente del Testo ( che chiude questa sezione e poi ci rivediamo nell’Estate del 2018 ) :

  • Non spetta a me mostrarvi dei posti……( i miei preferiti stanno comunque a Roma )
  • Non spetta a me parlare di me e degli altri…….( non conosco persone famose )
  • Non spetta a me preparare un testo per una discussione politica ( non faccio parte di nessun partito politico )
  • Non spetta a me di preoccuparmi della questione della elezione…….

Ora arrivederci a presto

Francavilla Fontana 21.02.1018 ore 18.24


Un consiglio : C’è sempre un link da seguire……………………..

Nota sul testo :

ON PEUT DIRE QUE : 

L’attuale moda del web ha creato come leggi in partenza il Blog, il post, diciamo meglio, ci si distacca da una lingua, anche il francese, l’inglese, per cose molto più personali, in questo spazio dal mese di Febbraio 2018 non troverai nessun legame con il mondo personale di Giuseppe Di Summa.

NOUS POUVONS AFFIRMER QUE………….

Chi scrive nella popolazione del web, non ha parte di quella quota d’individui, che mettono in risalto argomenti dei suoi studi, non vi è nessun legame, sempre dal Febbraio 2018,

QUANT A’………….

Come le comunicazioni scompaiono, è nelle nostre abitudini, non solo nel procedimento fotografico in corso, non vi saranno foto personali o degli studi, in questo spazio web.

IL EST IMPORTANT DE SOULIGNER QUE………………

Per imparare una lingua straniera non basta uno spazio sportivo, io frequento quello FIP e CSI, che sono abbastanza internazionali, ove si registrano partite, allenamenti, nel mio caso servirebbe un’esperienza internazionale, uno spazio magari delle Nazioni Unite, la volontà spesso conosce  i momenti di crisi.

Réaliser cette performance est un vrai miracle…………

L’esperienza vissuta in ” creazione e sviluppo motorio “, La filastrocca del Minibasket, è fatta d’esercizi, quella vissuta in scrittori e scritture, è fatta anch’essa di esercizi, meno quella vissuta nella web radio, che è fatta molto di ascolto, interazione, seppure anche io per passare in radio mi sono dovuto esercitare, con tanto di ” prove “. Sono riuscito a rimanere ” online ” nel tempo, non è stato facile. Mi si perdoni la battuta ma oramai su ogni cosa si fa l’esame, il test, almeno, per quello che mi riguarda, compreso ” l’esame d’amore “, quindi come autore, la progressione che leggi qui per realizzare questo testo, potrebbe giungere a formule di cortesia e di congedo ( non esageriamo con i test e gli esercizi ). Comunque sono un autore molto ” esaminato “.

Dal Giugno del 2018 scriveremo solo dell’Italia su questo Blog, Daremo spazio alle ” imprese “.

Abbiamo ” convissuto ” un percorso in lingua straniera, per giungere alla scrittura di un testo in francese, su un gruppo sportivo. Il tecnico ” misura “, nel “tempo ” le parole, cosa lega un partecipante ad un gruppo, va reso un testo francese. Tutto il percorso, di lettura, che ci attende, porta un Istruttore, nel mio caso, consapevole di essere ad un livello di francese intermedio. Dovrebbe bastare a dare parola ad un gruppo, lo studio, si sofferma sullo stile da utilizzare in una relazione sportiva, che non si scorda la tolleranza alla sofferenza, la gentilezza, superando la categoria in cui si pratica lo sport, l’efficacia degli schemi nel gioco della squadra.

Il testo nella sua versione : La domanda è attualmente già in italiano sul Blog.

Lo trovi qui nella sue versione francese La question.

 

 

 

 

Contattami via mail a : giuseppedisumma@tim.it