Remember is important.

SCRITTORI E SCRITTURE ” RECENSIONE “.

Photo by Clem Onojeghuo on Pexels.com

Crescita economica e professione media.

Appena sufficiente, peccato !

Un blog viene letto, nelle sue rubriche, in base al suo percorso, molta notorietà hanno giornali accademici, percorsi accademici, che sanno approfondire importanti questioni.

Il linguaggio scolastico, dibatte su concetti, non facili da conoscere, spesso dice in inglese orale ho la media  del 7½, fare capire oggi, che gli studi online, sono una ” manna dal cielo “, non è facile, i documenti, i computer collegati, persino nel mondo accademico, come nel mondo dei manager, non sono un argomento facile.

Avete capito qualcosa della parola ” subliminale ” ?

Gli studi internazionali, i programmi in questo senso, fanno vedere immagini, seminari, le varie istituzioni accademiche, impegnate nella globalizzazione. Oggi si parla di subliminale, nel caso di trasmissioni occulte, siamo sotto il livello della coscienza.

In Italia, il cinema statunitense, ha iniziato a conquistare il mercato italiano, quando dal 1948, venivano importati dei film, sbarcava in Italia, l’american way of life. Nel cinema italiano, in quel momento, si dovevano rappresentare le lotte operaie e contadine, si parla di autocensura, è il periodo del grande Rossellini.

Stefano Masi, Enrico Lancia, scrivono un bellissimo libro, il primo che presentiamo, nelle recensioni, di Scrittori e Scritture, si tratta dei Film di Roberto Rossellini, editore Gremese. Si legge che al regista non mancavano ragazze ad auto da corsa, suoi sono i capolavori come Roma Città Aperta e Paisà, lui aveva amore e mezzi, si procurò anche i mezzi cinematografici.

In un suo bellissimo film, l’Amore, una grande attrice Anna Managni, fa al telefono la voce umana, un lungo accurato monologo di una donna al telefono, con l’uomo che ha deciso di lasciarla. Roberto, il grande regista, non resiste proprio all’amore, Life, rivista del tempo lo fa vedere mano nella mano con la Bergman, questo incrinò i suoi buoni rapporti con il mondo cattolico.

Oggi, il nuovo corso dell’arte, si annuncia nei media, con altre immagini,. la critica cinematografica ha meno spazio, spesso ci si richiama, per un film, alla validità degli effetti speciali, del suono, dell’immagine, dei principi tecnici fondamentali, di come l’attore sia bravo nella dizione, se sia duttile fisicamente, abbiamo delle moderne differenze, importanti, si vede con il cinema, come la gente, le sue usanze, influenzano il mondo.

Festival Combustioni Sonore

“Combustioni Sonore”, festival firmato XO la factory per Angelè Pub di Manduria (TA): 11 artisti in 11 giorni, da giovedì 20 a domenica 30 agosto 2020.

In un periodo di distanziamento sociale e spaziale, in un momento in cui la musica ed i musicisti stanno subendo le conseguenze gravi di una situazione di tutela quasi nulla e promozione ridotta al minimo della cultura e delle iniziative artistiche, c’è chi, come il proprietario dell’ Angelè, pub cult da cui son passati i tour di personaggi incredibili del panorama musicale nazionale, ha il “coraggio” di puntare su un’intera estate in musica, ed affidare ad XO la factory un’intera rassegna, un festival 11 giorni no stop, dal 20 al 30 agosto 2020: “COMBUSTIONI SONORE”.

Gli artisti in calendario sono:
20 agosto Carmelo Pipitone [from Marta sui Tubi]
21 agosto Guignol
22 agosto Dino Fumaretto
23 agosto Putan Club
24 agosto Filippo Poderini
25 agosto Spaccailsilenzio!
26 agosto ElektroWave
27 agosto Ginger Bender
28 agosto Giacomo Toni
29 agosto SmashRoom I Need
30 agosto Secret Sight

I concerti avranno luogo ogni sera alle 21:30, sul palco allestito sotto il campanile, in Vico III Ferdinando Donno 24 a Manduria (TA), conformemente alle attuali disposizioni in materia di sicurezza relativamente al Covid.

Info:
XO la factory
www.facebook.com/XOlafactory
www.instagram.com/XO_lafactory

Le bands : New York Dolls

Andrea Bianchi - Drummer

Sylvain Sylvain e Billy Murcia, che andavano alle scuole medie e superiori insieme, iniziarono a suonare in una band chiamata “the Pox” nel 1967. Dopo che il frontman lasciò, Murcia e Sylvain iniziarono un’attività di abbigliamento chiamata Truth and Soul e Sylvain prese un lavoro presso A Different Drummer,  boutique per uomo che si trovava dall’altra parte della strada rispetto al New York Doll Hospital, un negozio di riparazioni di bambole. Sylvain ha detto che il negozio ha ispirato il nome della loro band futura. Nel 1970 formarono di nuovo una band e reclutarono Johnny Thunders per unirsi al basso, anche se Sylvain finì per insegnargli a suonare la chitarra. Si chiamavano Dolls. Quando Sylvain lasciò la band per trascorrere alcuni mesi a Londra, i Thunders e  Murcia si separarono.Alla fine Thunders fu reclutato da Kane e Rick Rivets, che avevano suonato insieme nel Bronx. Su suggerimento di Thunders, Murcia…

View original post 422 altre parole

Le bands : King Crimson

Andrea Bianchi - Drummer

Nell’agosto del 1967, i fratelli  Michael Giles (batteria) e Peter Giles (basso), che erano stati musicisti professionisti in varie bande giovanili sin dalla loro adolescenza nel Dorset, in Inghilterra, cercavano un organista cantante per unirsi al loro nuovo gruppo.
Il musicista del Dorset Robert Fripp – un chitarrista che non ha cantava – ha risposto e il trio ha formato la band Giles, Giles & Fripp. Basato su un formato di canzoni pop eccentriche e strumentali complessi, la band ha registrato diversi singoli senza successo e un album, The Cheerful insanity of Giles, Giles & Fripp .
La band è rimasta al limite del successo, con diverse sessioni radiofoniche e un’apparizione televisiva, ma non ha mai segnato il successo che sarebbe stato cruciale per una svolta commerciale.
Tentando di espandere il loro suono, i tre reclutarono  Ian McDonald su tastiere, ance e fiati. McDonald ha portato con sé la…

View original post 925 altre parole

Fiati e d’intorni : Jackie McLean ★

Andrea Bianchi - Drummer

McLean è nato a New York City.
Suo padre, John Sr., suonava la chitarra nell’orchestra di Tiny Bradshaw. Dopo la morte di suo padre nel 1939, l’educazione musicale di Jackie fu continuata dal suo padrino, dal patrigno, del proprietario del negozio di dischi e da alcuni noti insegnanti.
Ha anche ricevuto tutoraggio informale dai vicini Thelonius MonkBud Powell e Charlie Parker. Durante il liceo McLean suonò in una band con Kenny Drew  e Sonny Rollins .
Insieme a Rollins, McLean ha suonato nell’album Dig di Miles Davis, quando aveva 20 anni. Da giovane ha anche registrato con Gene AmmonsCharles Mingus (per Pithecanthropus Erectus), George Wallington e come membro di Jazz Messengers di Art Blakey. McLean si unì a Blakey dopo essere stato colpito con un pugno da Mingus. Temendo per la propria vita, McLean tirò fuori un coltello e contemplò di usarlo…

View original post 106 altre parole

Fiati e d’intorni : Clifford Brown ★

Andrea Bianchi - Drummer

Brown ha frequentato brevemente la Delaware State University  come laurea in matematica, prima di passare al Maryland State College, che era un ambiente musicale più prospero. Come sottolinea Nick Catalano, i viaggi di Brown a Filadelfia sono cresciuti di frequenza dopo essersi diplomato al liceo ed entrato all’Università statale del Delaware; si potrebbe dire che, sebbene il suo dormitorio fosse a Dover, la sua classe era a Filadelfia. Brown ha suonato nel quattordici pezzi, orientato verso il jazz, Maryland State Band. Nel giugno 1950, fu gravemente ferito in un incidente d’auto dopo un concerto di successo. Durante il suo ricovero di un anno, Dizzy Gillespie ha visitato il trombettista più giovane e lo ha spinto a proseguire la sua carriera musicale.  Le ferite di Brown lo hanno limitato al piano per mesi; non si è mai completamente ripreso e avrebbe avuto  slogata di routine la spalla per il resto della…

View original post 412 altre parole

Sullo Schermo : Alessandra Iannotta

“GLI OCCHI DI ASHA

E’ la storia di un’Anima che, prima d’incarnarsi, in uno spazio senza Tempo, intorno a un Fuoco sacro, compie una danza rituale con alcuni animali: un’Aquila, un Lupo, una Tigre, una Libellula e una Tartaruga.

L’Anima rincontrerà tutti gli animali danzanti sotto sembianze umane in sette vite diverse di difficile collocazione spazio temporale.

In Lei abiterà sempre una Tigre.

Nella prima vita avrà un nome indiano, Asha.

Nelle sei vite successive il suo nome sarà, rispettivamente, Emma, Zoe, Matilde, Elena, Maddalena e Delia.

Tutte queste donne riusciranno a superare le prove difficili che si troveranno a dover affrontare nelle rispettive varie esistenze, solo quando, in modo più o meno consapevole, avendo memoria sia pur sempre più rarefatta della prima incarnazione si arrenderanno con leggerezza e gioia a ciò che non hanno scelto…  

Musa sciamana

Oggi niente virgole punti

Fuoco di rinascita

Danza di parole

come Dea danza, danza, danza

sopra il brutto, sul dolore, sulla menzogna sull’ignoranza, sull’avidità.

Come ballerina leggera e sorridente

danza, danza,

senza fermarti,

trasforma il sangue dei tuoi piedi in scintille di luce.

Fuoco sacro.

Luce per chi ancora teme…

Alessandra Iannotta 

Sullo schermo ” parla sulla città “

Stiamo ancora dando la possibilità di vedere SULLO SCHERMO, una piccola voce, per dire, come stiamo in questo periodo, senza allontanarci molto da casa, che è il piano migliore, per me, per un bel pò di tempo ancora. Molti, vivono, nei video, il problema della misurazione, lo insegna, sopratutto lo sport, un counting efficiency , una efficacia di conteggio, è sempre in agguato. Spero, chi ci ascolta, abbia sentito, che nessuno dubita degli eventi che tutti, nel bene e nel male, viviamo in questo periodo a casa. Le imposizioni, a volte dettano, oltre che suggeriscono, svelano, quello che annunciato, solo sullo schermo, si è manifestato, rivelato a noi nella quotidianità. Sarebbe bello, con un video battere un editore, la tecnologia da questa illusione, seppure nella table list, degli ospiti sullo schermo, questo non è l’intento. Il nostro elenco è nel segno dell’amicizia, grazie ai mezzi di oggi che ci consentono di comunicare.

Ospitiamo adesso ANTONIO CAMARDA di NOI CI SIAMO – FRANCAVILLA FONTANA –

” Nuovo Sheakespeare ” dal giornale al blog.

Photo by Pixabay on Pexels.com

Derek Allen, autore del saggio Friendly Shakespeare, ricorda di come Otello, il Moro di Venezia, sia un simbolo della lotta per la violenza sulle donne. Si è molto dibattuto sul motivo per cui il grande poeta abbia scelto spesso l’Italia per ambientare le sue opere. Non solo tra il titolo sheakesperiano e quello italiano il confronto appare evidente a Messina per la commedia  Tantu trafficu pe’ nnenti vs Molto rumore per nulla, anche se qualche studioso ricorda che la traduzione dell’opera sarebbe proprio evidente in tanto rumore per la f……..

Sheakespeare e la Chiesa, nulla di nuovo, per chi scrive, seppure molti pensano che sia stato cattolico, non solo lui è come autore il simbolo di vecchi manoscritti, di giornali di letterati, non certo si troverà bene qui con noi, su un blog, nella rubrica scrittori e scritture. In passato non era facile trovare i soldi per comprare libri e giornali, oggi il blog vi aiuta, sapendo di queste difficoltà.

Il grande poeta presenta meglio di tutti i veri e i finti pazzi, come Amleto, Ofelia, Re Lear, Machbeth, come fanno scoprire quando valore abbia una ” messa in scena “, quanto sia bravo un autore a scrivere di incantesimi che colpiscono le anime.

Noi facciamo nostra una sentenza che vale per ogni grande, anche per il grande bardo inglese, che illumini il nostro lettore

“Omero è nuovo questa mattina e nulla può essere più vecchio del giornale di oggi”,

 Charles Pèguy