Scrivere sceneggiature. Dal grande al piccolo schermo

In libreria e in formato e-book dal 26 novembre 2020

 

Le storie raccontate attraverso le immagini sbarcano ancora al cinema, ma sono il piccolo e il piccolissimo schermo a farla da padroni. Stiamo assistendo al trionfo delle serie e in questo contesto rivoluzionario, in cui sono entrati con forza nuovi protagonisti in streaming come Netflix e Amazon, gli sceneggiatori hanno solo una certezza: le storie godono di ottima salute.

Scrivere sceneggiature. Dal grande al piccolo schermo entra nel vivo della scrittura televisiva, offre strumenti utili per progettare, realizzare e proporre una fiction televisiva godibile su tutte le piattaforme esistenti. Una creazione di mondi più che di trame, da espandere e da riutilizzare attraverso la pratica dell’adattamento, che il volume esamina mettendo in chiaro le sue procedure. Dal libro al film, dal film alla serie. L’infrazione alla regola chiude il cerchio, attraverso l’analisi di anti-strutture ormai consolidate. Episodiche, corali, non lineari, multilineari, labirintiche, aperte. Punto di partenza per le infrazioni di domani.

Scrivere sceneggiature. Dal grande al piccolo schermo è il secondo volume che la sceneggiatrice, giornalista e story editor Cristina Borsatti dedica alla sceneggiatura cinematografica e televisiva. Se Scrivere per il Cinema e la Televisione, la sua prima incursione sull’argomento, nasceva dall’ambizione ideale di fornire le basi del mestiere, questo manuale aspira ad approfondirlo in chiave contemporanea, puntando i riflettori sulla crescente qualità della scrittura televisiva, su una sempre più intensa proliferazione di riuso e adattamento, sulla costruzione di trame complesse, multilineari, labirintiche.

L’editore è ancora una volta la casa editrice milanese Editrice Bibliografica, la collana è Scrivere, dedicata a chiunque voglia avvicinarsi al mondo della scrittura in tutte le sue molteplici sfaccettature: dal giallo al romanzo rosa, dal thriller alla scrittura sul web, fino alla narrazione autobiografica e alla scrittura per il cinema e la televisione, senza dimenticare i consigli più preziosi per farsi pubblicare. 

Il volume firmato da Cristina Borsatti, già autrice di un saggio dedicato a Roberto Benigni e di un volume dedicato a Monica Vitti, docente di sceneggiatura presso l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma, sarà disponibile in libreria e in formato e-book a partire dal prossimo 26 novembre.

Per maggiori info: redazione@bibliografica.it

http://www.editricebibliografica.it/

https://www.editricebibliografica.it/scheda-libro/cristina-borsatti/scrivere-sceneggiature-9788893572835-579479.html

 

Incipit

L’inizio, nel nostro linguaggio di oggi, di un testo, da qualche parte, quasi sempre alla sinistra del foglio la storia dovrà pur incominciare. La tipica espressione, con cui dare il via, mischiare il nostro linguaggio, con quello degli autori, potrebbe essere un ” quell’uomo “, sapendo che per principio razionale, dell’agire, esso è, nelle storie, spesso un Homo oconomicus. Avevo scritto questo, nella mia stanza, prima di fare incontri, in piazza, nelle camere d’albergo, mangiando una pizza, passeggiando, non immaginavo, cosa diversa, poi ho capito che tutto incomincia così ” Quell’uomo così aggiornato !!”, per capire che spesso quello che troviamo all’esterno, anche delle nostre stanze, ci serve per tenerci aggiornati, capiamo molte competenze e professionalità.

Photo by julie aagaard on Pexels.com

Possiamo scriverlo così, il nostro incipit, di ” quell”uomo “, sapendo che ” ecce homo “, quindi, ci potrebbe comparire chi ha ferite, disagi, che lo hanno cambiato, anche sfigurato.

Siamo, tutti, sul sicuro, se ” quell’uomo “, quando lo presentiamo, come incipit, è direttamente un ” homo sapiens “.

Siamo partiti da chi rappresenta l’informazione totale, nelle teorie economiche, a chi deve comprendere, farlo fare, tutte le razze dell’uomo, un’altro totale, vi assicuro anche che tutti abbiamo sul volto ferite e disagi.

Photo by Susmita Saha on Pexels.com

Tutti vorremmo tenere lontano, soprattutto chi amiamo, dalla ” vergogna ” e dalla ” menzogna “; seppure la prima cosa che s’impara a guardarsi da chi conosci bene.

Volevo, ricordare quell’uomo, la posizione primitiva, che è in noi, come incipit, ben descritta nella parola ” homo ludens “, ritornare ad esplorare, volere capire come si è creato, partendo proprio dall’essere primitivo.

Entriamo nella psichiatria, che spiega bene come le immagini interiori, le espressioni artistiche che non danno da mangiare, da vivere, sono cosa umana, vale la pena ricordarlo, quando si vuole dire ” che quell’uomo “, deve essere o non essere accolto, essere stato accolto, in storie e libri.

Photo by Your Photo Trips on Pexels.com

MASSERIA NZETA

MASSERIA NZETA nasce nel 2008 da un progetto di due imprenditrici di Carovigno ,( LINDA E ANGELICA LANZILLOTTI ) che decidono di avviare una masseria ereditata dai genitori.
Le ragazze decidono di riportare a nuovo l’antica struttura e farla diventare un agriturismo, includendo un ristorante al suo interno e delle camere all’esterno.

I vasti terreni attorno alla masseria producono tutto l anno vegetali che successivamente vengono utilizzati nella cucina del ristorante. Il tutto rigorosamente a Km0 e Bio.
La sensazione che si prova appena arrivati al cancello e di ritrovarsi in un posto magico e suggestivo. È come tornare alla propria infanzia.
L interno della sala, completamente in pietra naturale, trasmette l armonia attraverso il profumo del legno dei tavoli e delle sedie.
Il sorriso del personale e delle proprietarie ti fanno sentire a casa, davanti a un caminetto e al tepore di una famiglia vera e propria.
Nella mia vita ho avuto sempre una teoria riguardante le sensazioni che può trasmettere un profumo, tanto da trasportarti indietro nel tempo, tanto da farti chiudere gli occhi e sentire la voce dei propri nonni e madri.
La chef di MASSERIA NZETA ha questa capacità ovvero farti ritornare indietro nel tempo.
Questo articolo non nasce per uno scopo pubblicitario (non ne hanno bisogno, i loro piatti parlano per loro) ma semplicemente per urlare in questo periodo storico di NON MOLLARE!!!
Con affetto
GIULIA D’ELIA

Elogio.

I complimenti.

E’ notizia recente che un nostro alimento DOP, ha ricevuto gli elogi del National Geographic, è un prodotto tipico che ha una storia, se ne hanno tracce dal 1254. Sappiamo essere un prodotto della FOOD VALLEY – l’ Emilia Romagna – Lo vedi a sinistra ed è il Parmigiano.

Photo by Ellie Burgin on Pexels.com

Le zucchine hanno un basso valore calorico e sono composte per il 95% d’acqua. Per essa si è aperta una questione sul nome, nel 1875 si attestava zucchino, 4 anni dopo arriva zucchina, entrambi derivati da ” zucca “, sono i termini ortofrutticoli. I cibi salutari, come frutta e verdura, sono definiti ” free from “, cioè privi di, hanno un valore nel mercato globale pari a 32 miliardi di $ nel 2016. Si presenta ai giovani, l’importanza del loro uso nell’alimentazione, si pensi al programma ” School Fruit and Vegetables Scheme”

” La vita è bella “, fatta di cose ” belle “, l” avviso è ” così è la vita ” !!!. Spesso, il Blog, non concede spazio, parlando di Giuseppe Di Summa, delle sue passioni, al testo, in modo che possa avere un pubblico, essere notizia fuori dal Blog. E’ un atto voluto di Giuseppe Di Summa non volere essere trasferito in una ” rivista “, che di cose belle racconta, di rimanere quasi ” una terra straniera “. Seppure come, leggi, nella segnalazione di questo alimento, le riviste sanno rendere conosciute le terre, il territorio.

Interconnessi.

Vediamo di spiegare il nostro percorso :

  • Segnalazioni
  • Recensioni
  • Progetto
  • E- Book
  • Le news

Il nostro alleato è l’utente che fa ” click ” , dobbiamo saperlo portare qui su CAMBIO GIORNO, quindi oltre al seguito di ” followers “, che non sono fan personali, amici, di chi scrive, si gioca lo spazio, con una programmazione, continua, per interessare la rete, di post.

COSA FA IL NOSTRO BLOG ?

Scrittori e scritture, come prima cosa, che molto spesso non è semplice e veloce come scrittura, non solo ci tengo al termine ” blog personale “, spesso lo scrivo cosa esprime di Giuseppe Di Summa come persona.

L’espressione, la comunicazione, non solo sono letteratura, sono anche la creatività, della musica.

Ogni anno CAMBIO GIORNO, ha i suoi link permanenti, soprattutto delle rubriche, poi la cornice, il quadro, con Giuseppe Di Summa, cambia, si aggiorna, è in mutamento. Il ” chi sono – About all’Americana ” è la giusta sfida.

Scritta per strada, la sfida, è sempre quella americana, definita in ” DO IT YOURSELF “ farlo da soli questo blog, ti posso assicurare che la realizzazione, è solo nelle mani di Giuseppe Di Summa. Quindi le cose interessanti, la propria passione, una conversazione che parte dal basso, la condivisione con altri blogger delle tematiche della comunicazione, sono un percorso interessante.

VECCHIETTO ” MULTIMEDIALE “,

Parole come ” hashtag “, ” topic “, ” link “, ” like “, ” tweet “, sono tutte nelle nostre pagine. La scrittura di Giuseppe Di Summa non è così connessa come pensi. Punto primo non condivido forma di insegnamento e ricerca, non essendo un docente, non avendo nessuna forma di collegamento o collaborazione con gli insegnanti. Seconda cosa non ti propongo un’azienda, non avendo nessuna forma di collegamento e collaborazione, con le aziende. Nell’avvalermi dei social, che sono diversi tipi di media, ti aggiungo che non sono presente su giornali, radio, tv, in nessuna forma, anche indiretta. Siamo consapevoli, di quello che stiamo costruendo come conoscenza, qui sul Blog, come leggi.

Il nostro è un ” RECORD ” nei diversi campi della mia conoscenza, quella della casa di Giuseppe Di Summa, l’oggetto della comunicazione, scrittori e scritture, gli anni della musica, lo sport, serve a coinvolgere l’utente, il percorso formativo per il Blog di Giuseppe Di Summa offre la possibilità di post, che sono letti e seguiti dai miei ” followers “. Si presenta il computer, seppure non si dimentica uno spazio fisico, il sapere di Giuseppe Di Summa ha il suo ” carattere culturale “, che possiamo definire di tipo ” multimediale “.

Il vero percorso, di questo finale, di presentazione e archiviazione, è la classificazione delle immagini, è la tematica ” sorvegliata “, che ha portato il progetto della Filastrocca del Minibasket, in una espansione online, non su un proprio dominio, bensì su un social, come Linkedin, dove sarà attivo, dal 2021, con brevi aggiornamenti.

Con Giuseppe Di Summa si lavora sulla presenza della lingua inglese, nelle nostre pagine, come della Filastrocca, in questo caso il progettare e lo scrivere per lo sport, hanno raggiunto la loro fase definitiva e conclusiva, quindi non vi sarà ulteriore presenza ed espansione online, solo una fase di mantenimento, del progetto, oramai realizzato e concluso. Anche la musica vede il suo ” stop “, da un’analisi, il testo è ” minimo “, quando l’utente scopre e valida la conoscenza, usandola, il contenuto dei testi bisogna sapere se è una conoscenza già nota, oppure ” nuova ” grazie a CAMBIO GIORNO, che ha saputo ” personalizzare “, seppure chi scrive non è referente, di nessuna delle conoscenze che trovi in questo sito web, che sono personali, che per essere acquisite richiedono percorsi verso chi le insegna e pratica. L’allenamento di Giuseppe Di Summa si è svolto con un dominio che ha creato il testo, il documento, che leggi su CAMBIO GIORNO.

Saluti

Dal 2021 la rete sarà usata con parsimonia avendo concluso questo percorso solo con ” post programmati “.

Il nostro impegno del 2021

Il blog CAMBIO GIORNO, rimane aperto solo per programmare SULLO SCHERMO e la rubrica SCRITTORI E SCRITTURE, non vi saranno altri aggiornamenti.

Le poche notizie rimaste sulla Filastrocca del Minibasket si potranno leggere solo su Linkedin.

Twitter rimarrà disattivo

Facebook ospiterà solo link di collegamento al Blog ” CAMBIO GIORNO “.

Sono tutti post programmati, che prevedono una presenza minore sul web, rispetto ad oggi, avendo concluso il nostro programma.

Una riflessione più approfondita, su quello che è il nostro ” mestiere ” nel fare il Blog, è il settore, che spesso ha contenuto diverso, che rimane con la cultura, con la comunicazione, attivo, archiviato per altro. La conclusione, l’analisi, del nostro mestiere di blogger, merita sempre un ” commento attivo “, che trovi nella introduzione, il commento è che non abbiamo un mestiere, che siamo un disoccupato, visto, come tale, quindi un linguaggio, quello del blog, per molti resta artificiale, non ha l’ausilio di essere conoscenza, comunicazione, spesso è un linguaggio che nel settore, nel mondo del lavoro, non è quello giusto per farsi capire, per lavorare. La descrizione, la comprensione, creano, a volte, quella ” somiglianza “, che aiuta a farsi vedere.

Pocket Skill

In data 15 Novembre 2020 al percorso di studio di Giuseppe Di Summa, si aggiunge il corso online, di 20 ore, Social Media Marketing, organizzato da CERTIPASS, ed erogato tramite la piattaforma telematica DIDASKO.

Il disappunto e l’ammirazione.

Riconoscere due diversi scopi.

Il bambino e il suoi giochi

Quando eravamo bambini avevano i nostri giochi, io avevo il paroliamo, in tv, il gioco sul manager, con gli amici, dopo, passati alcuni anni, ho capito con la casella della posta, cosa significhi ascoltare di ” chiara fama “, il trenino, il basket dopo, passati alcuni anni, ho capito cosa significhi per molti la tradizione, la passione per la musica, ho capito anni dopo la prova del 9 alla nostra ” ninna nanna “, stare attenti a spingere, nel modo minore, di fare esercizio. Mi piaceva redarre un palinsesto televisivo, radiofonico, simularlo in salotto, mi piaceva giocare con i ” tappi “, giocare a dadi, dei tornei di tennis. Ero uno scrittore di riassunti, alle elementari, in cambio dei quali mi facevo pagare in fogli bianchi. Oggi, sul Blog, si convive, in tutti questi interessi, che per me sono benessere, verso i quali non ho mai perso attenzione. Gli scettici, quelli che esprimono disappunto, sono pronti a dire che molte di queste parti vanno ” arrestate “, che hanno creato del malessere con cui convivere. I contrasti, sono proprio nella competenza,che fanno dire in modo risoluto, con animo, ai loro esponenti frasi tipo ” tu hai tutta una scienza “, quindi una teoria, su questi fatti. Queste espressioni, presenti nel Blog, con il termine ” maritino “, non sono, invece, punti di vista scientifici, oppure politici, che spesso è a dire, proprio la politica ,” tutta una scienza “. Dobbiamo solo sapere quanto è ampio, in un Comune, quello che bolla come tempo perso ” la passione ” da bambino, per questi giochi, per quei riassunti, come anche capire quanto è ampio, quanto è esteso, il campione che gli ha condivisi.

SPORT INSIEME

FELICITA’ DI CHI HA FATTO SPORT…..

Bisogna sapere ” leggere ” i rapporti che intercorrono, invece, nel gioco, quello che non è ” misero ” con i compagni, nelle ore di sport, che è uno stipendio, per chi allena. Le società, cercano in modo democratico, le analogie, non di pochi, le cercano in molti, per questi motivi, visto che lo sport è presente negli ambienti più diversi, il maritino, quello del mio salotto, della mia casa, è rimasto sempre a Roma, sempre in quella città è stato trasferito.

Chi fa obiezioni, in modo critico, ora farà la domanda precisa : Quanto assomigli al maritino se sei a Bari ?

Spesso, per creare un valore, per fare scrivere qualcosa, si fa retorica sulla preparazione, sullo studio, che deve essere compagno di giochi, quello che fai deve avere uno scopo ” educativo “, devi sapere raccontare all’uomo, nato dalle immagini che ha visto da bambino. Spesso, per chi come me da bambino ha avuto problemi di salute, lo sport aiuta, a superare le barriere, i limiti fisici, non solo mi ha fatto sempre capire ” come sono cambiato “, studiando a Bari, rimanendo sempre tifoso ” romanista “. Poi quando abbiamo dismesso i giochi di fanciulli, abbiamo imparato ad apprezzare l’arte fatta dall’uomo, io da bambino giocavo con la plastica, per modellare, usare i pennelli per dipingere, la plastica, per colorare, ho scoperto, che l’inefficienza, a comprendere l’arte dell’uomo, spesso diventa anche una forma di ” risentimento “, proprio per dire la frase ” si è risentito “, quindi vi sono diversi tipi di libertà, sul sentiero che poi dobbiamo sapere intraprendere, con le nostre qualità, per entrare nella giusta considerazione. Nella vita arriva il momento della distruzione di quello creato ” per un bambino “, non solo ci si presenta nell’aula, per studiare, viaggiando in treno, in bus, spesso, tutta la mattina, scegliendo il posto più comodo, più vicino. Sono stati questi ” 111 km “, il vero problema per chi come me ha studiato, per essere felice ho desiderato quella Roma, da bambino, seppure poi con chiarezza, bisogna vedere tutta la nostra vita.

La giornata dell’HAMBURGER

Giuseppe Di Summa è da sempre colui che paga le aziende alimentari, non è uno spazio misero, nel tempo. Roma e Brindisi sono collegate dalla via Appia, era la rete stradale del mondo romano, noi, invece, di cercare materiale elettrico, magari per il blog, un buon paio di scarpe, ci siamo sempre concentrati su quello che in Italia va benissimo, da sempre, che è il ” mangiare bene “. La fortunata voce, dei nostri piaceri, di chi è stato in nostra compagnia, rimane nella nostra casa, compare sempre il messaggio da vecchio amico, prepara la cucina, arrivo, fai presto. Il garzone di bottega, sa che spesso le strade che ci piacciono, non hanno fatica ad essere percorse. Come leggete, non esiste solo l’educazione dell’intelletto, esiste pure quella dei piaceri, delle emozioni. Anni dopo ritrovarsi nel ” piacere “, di un bel cappuccino, panino, cornetto, fa sapere che il percorso storico, che amiamo, viene ripetuto, può succedere, che le espressioni che scegliamo meglio, abbiano il caso concreto, con altri amici, della convivialità, di caratterizzarsi, colorirsi, quindi molti vogliono la parola panino, non quella, inglese, di ” hamburger “, i termini del ” fast food “, non sempre sono accettati. Quindi a molti piace ingerire la ” polpetta “.

DAVANTI AD UNA COCA OPPURE UNA BIRRA….

Photo by Little Visuals on Pexels.com

Molti, aggiungo al panino, la birra, oppure la Coca, io amo entrambi, come il panino. Spesso è lo specialista che ci mette a dieta, queste cose, rientrano nella privatezza, nella individualità di ognuno di noi, anche se accadono sempre. Spesso, molti, vogliono che le parole, sul modo di mangiare, siano dedicate ai loro paesani, nulla di male, altri la prendono alla leggera, fanno fare, fanno dire, creano un clima molto ” divertente “.

Le tre C.

CAPACITA’, CONOSCENZA, COMPETENZA.

LA NOSTRA COMPETENZA

Sono le cosiddette ” cose grandi “, la maniera, di trovarle, spiegarle, spesso è un gruppo dirigente, che è rappresentativo di esse, che le trova, le parla, le scrive. Vi sono interpretazioni possibili, come supplementari di esse, spesso parlarne in modo cordiale è necessario, non si può rinunciare. Quando si parla di questi argomenti, le persone presenti, conoscono quello che è ” solido “, il gruppo dirigente, fa sapere che esiste la nostra società, che non è una società immaginaria.

IL SIGNOR ORO….

Noi su CAMBIO GIORNO, non abbiamo scelto le ” cose grandi “, ci stiamo spostando nello ” scrivere del maritino non della nostra società “, il nostro supporto lo abbiamo chiesto, alla rete, per questo. La scrittura è un’azione, a chi la compie va assegnata proprio un’azione, per noi è quella di scrivere del maritino, non solo un orientamento, a fini di salute, di natura informativo, deve considerare le varie lingue, anche quelle straniere.

Non ti sei fatto una pagina ?

Le origini, di quello che scriviamo nel nostro foglio, non è l’unico fattore, dello scrivere, il bravo scrittore, sulle sue pagine, conosce, considera, gli effetti dei ” veri mezzi di comunicazione “, che molto scrivono della ” nostra società “. Le modalità, i mutamenti, della scena nazionale, del mondo dell’informazione, aumenta di molto, nelle informazioni, l’uso della lingua italiana.

Passaporto delle lingue.

Understand and uncover ability or inability

Comprendere e scoprire capacità o incapacità

In cerca di occupazione

Spesso si mostra giacca e cravatta, al proprio datore di lavoro, chi scrive, presenta il suo percorso di conoscenza della lingua straniera, ancora in corso.

Il percorso è partito su EDX, con la conoscenza della pubblicazione, che spesso è quella che conta, per selezionare il linguaggio giusto, in questo caso per noi è la conoscenza diretta di ” scrittori e scritture “,.spesso nelle associazioni sportive, l’abitudine di pensiero, la normalità, viene mantenuta, per non dare fastidio, a volte, si fa ricorso alla creatività, come scelta, quello che era abitudine cambia, seppure nella maggior parte delle associazioni la posizione è ” che ne sai tu dell’inglese “, cerchiamo di ” rimanere all’italiano “. spesso sono indicazioni di chi può contare, non solo sulle inclinazioni dell’associazione, anche, sopratutto, sulle direttive di chi guida.

Misurare le parole

L’obiettivo è trovare le parole, non è semplice in un’associazione, visto che partecipazione, ad una associazione sportiva, significa sapere ” valorizzare, questo compito non va scordato dal Dirigente o Istruttore, che deve essere ” valorizzatore “.

Ecco alcuni dei test, delle letture, svolte su EDX.

Sono le pubblicazioni quelle che contano.

Sono le pubblicazioni, chi le firma, dove vengono pubblicate, come sono condivise, lette, che contano. Nello sport spesso, non si tratta di letteratura, si tratta di un allenamento, un esperimento fisiologico, che con la pubblicazione viene ” suggerito ” agli altri, ecco la pubblicazione, oltre alla valorizzazione, ha anche il ruolo di ” suggerimento “, di consiglio, spesso si entra in una struttura, per adempiere funzioni, interessi, che un’azienda vuole pubblicati e conosciuti bene.

Obiettivo Managar

Il percorso di Giuseppe Di Summa va verso il suo ruolo naturale che è ” Manager dello sport “, un progetto valuta l’ambiente, il lavoro che si svolge, in esso, la formazione, spesso anche quanto si è retribuiti per andare avanti, per spingersi come Manager bisogna superare la barriera ” soldi per voi non ve ne sono “, visto le iniziative, scelte, collegate alle opportunità di profitto.

CREAZIONE E SVILUPPO MOTORIO

La pubblicazione, di tipo sportivo, è nata a seguito di una serie di corsi su COURSERA, dove è nato il testo sulla scienza che allena i giovani atleti, dopo avere conosciuto il rapporto tra lo sport e la società di oggi. Ecco il nostro ruolo, nella scelta, del testo, deve essere combattere questo plus- minus conflict, riusciamo a sintonizzarci su ” quello che vogliono “.

COME STUDIARE UN PROJECT WORK CHE SIA PROGETTO SOCIALE NELLO SPORT

Studio della ” RETE “.

Qui il percorso è su LIFE LEARNING

Studio di ” Mind Mapper “, Blogging, Branding, Linkedin.

Mappe Mentali : uno strumento per la gestione aziendale e personale

Come fare Blogging : consigli per avere successo con un Blog

Branding concetti base

Rendere efficace il proprio profilo Linkedin

La nostra vicenda quella che viviamo da soli, si confronta con la realtà del movimento, inizia il nostro confronto.

Abbiamo fatto le lettere.

1- invito per la proposta di collaborazione su scuola e basket

2 – invito per la proposta di collaborazione su sport e genitori

3- invito per la proposta di collaborazione sulla filastrocca del Minibasket

Qui il campo di attività, è stato quello di ore di volontariato, a bambini e genitori, presso la Chiesa, che ha poi aperto il percorso verso l’impegno nel CSI. La cui formazione è svolta nei corsi IGEA.


Qui il discorso è diverso ” cosa siamo capaci di fare noi “, quali sono le richieste, quali sono le formalità del nostro confronto come del nostro incontro. Il lavoro che si propone va valutato se è necessario come intervento concreto.

Quello che noi sappiamo fare, all’interno della Federazione Italiana Pallacanestro, richiede la conoscenza di un background comune, che abbiamo trovato su UDEMY.

Athlete Philosophy Course,

Secret of Becoming Freelance Sport Coach

The Psysics of sport

English Spoken / Learn Spoken English with real topics

Basic Marketing per Start Up

Introductory Sport Psycology

Impara l’Inglese – Livello B 1

Per fare un esempio il periodo storico è fondamentale, pensate ad un consulente del Governo Prodi, il suo periodo storico, l’entrata in Europa, confrontatelo con uno, invece, del Governo Berlusconi, puoi essere che non si siano mai riconosciuti, di sicuro si deve capire solo quello su cui si dicono che io ” sono suo alleato “, quello quindi per il quale vogliono raggiungere insieme la maturità, che è con loro presente, in fase di maturazione.

Abbiamo il percorso di studio dell’inglese su EDUOPEN.

History of sports

Medical English

The form of Government Administrative activity and the citizens procedural guarantees.

Origins of social work

Imparare l’inglese……con l’audio e il video

Imparare l’inglese…interrogando la rete

Come sta il mio inglese ?

In conclusione il Blog deve avere un piano per comunicare, a tutti, all’esterno, l’associazione, il rapporto con i genitori, le lezioni tecniche sportive, per fare un esempio, deve accettare il concetto di ” ambiente “. Prima del web si diceva che la ” stampa ” crea un ambiente giusto, spesso quando vediamo un manifesto, diciamo di approvare o meno, oppure se leggiamo della buona stampa, sui quotidiani a nostro favore. In questo caso il profilo, il social, il social per molti è solo una piccola paginetta, che nell’ambiente non ha questo impatto. Oggi l’ambiente, consente, o meno autonomia, da stampa, radio, tv, non solo spesso se il consenso con i mass- media è forte, non interessa molto un blog personale, non solo chi organizza, trova nella stampa capacità di fare previsioni, aiutare l’organizzazione, lascia al social, al blog, molta incertezza, sono valutazioni normali, seppure sempre maggiori ambienti consentono ai ” blogger ” , con attenzione al dissenso, tipico dell’essere troppo sociali, di manifestare il proprio piano di comunicazione.

L’OFFERTA SUL WEB E’ STATA : BASKET & COMUNICAZIONE.

Come vedi alla nostra scrivania acustica, un momento di desk sharing, realizzato e condiviso, per il quale ringraziamo la rete.

Giuseppe e CAMBIO GIORNO la congiunzione.

Insolito e stravagante…..

Trovare in un film Giuseppe Di Summa non è possibile, come anche trovarlo in una canzone, non mi sono mai cimentato in queste apparizioni. Non solo, spesso, abbiamo rapporti con la cultura, anche pubblicitari, spesso dobbiamo per essi rispettare degli intervalli, a chi scrive, non va attribuito nessun rapporto con i docenti, quindi suoni ed immagini, insegnamento, sono due mondi che in modo professionale, mass- mediatico, non si possono congiungere con Giuseppe Di Summa, la cui comunicazione arriva a svolgere la sua azione di blogger, sulle pagine di CAMBIO GIORNO.

WORK………………..

Giuseppe Di Summa quindi non riconosce nessun docente, di nessun ordine e grado, quando scrive, non è il mio lavoro, la materia e la sua divulgazione, è un mondo che non mi riguardano.

Cosa devi aspettarti su CAMBIO GIORNO ?

Ecco la nostra lista per stare al TOP essere BIG & TOP :

  • FOR YOUR RANGE – per il tuo, per quello che è presente nella tua casa –
  • DATA E NOME DI RICERCA IN LISTA
  • HOUSE, HOME, DESCRIBED FOR FREE– tutto descritto gratuitamente
  • REGISTARED ; registrata per una ricerca sul web che può essere definita come…….

Nascono tre parole magiche :
account ; current; brother, un indirizzo aperto di tipo molto familiare, quasi fosse tuo fratello, nella lettura, scrittura, ascolto, di questa casa. Vediamo con quali frasi e tempi verbali in inglese, descriverlo, in pochi passi, la prima frase è quella ovvia per tutti ” People find us because they need us. “ le persone ci trovano quando hanno bisogno di noi.

Blogger.

Prima delle frasi che ho scelto devo spiegarti, cosa significa non perdere il filo, stando in questi tre obiettivi, Giuseppe sta in questo ” 3 “.

  • A 47 anni s’impara a dare risposte ” oneste “su quello che nel tempo è stato oggetto di studio come materia
  • Spesso le prove di studio, si collegano ad un impegno di tipo motorio, che ovviamente è da comparare con la nostra età
  • Si comprendono i propri limiti e quali sono le vere capacità nello studio delle varie discipline.

delle frasi esempio :

Recentemente legge moltissimo

She has been reading ” very much “recently

Very much, ci fa passare da molto, a moltissimo, sapendo che si usa dopo i verbi, in questo caso come il present perfect continous, quindi siamo a soggetto+have/has been + forma ing. Un tipico esempio di ” performace “, che in modo continuo esce in un test, quindi, per fare leggere, dobbiamo usare la parola ” I am writing a sentence “ quindi ” sto scrivendo una frase “. Se scriviamo accettiamo proprio questo che il test, sull’attenzione, nello scrivere, nel leggere, continui.

Giuseppe Di Summa vi saluta

Ora abbiamo riempito il Blog CAMBIO GIORNO, il resto è spazio vuoto per chi scrive, che ti deve presentare solo la sua presenza social, puoi seguirmi ad esempio, a questo indirizzo che vedi a sinistra, su Twitter. Si aggiunge, con un ” i think hard “, che nel contesto della frase, si possono usare termini sportivi, che subito correggono, il nostro inglese, con un ” questi posti sono in Italia e si parla italiano “. Oggi, va spiegato, il termine ” eziolata “, una pianta non è più verde, cresce senza luce, quindi s’indebolisce, scolorisce, per mancanza di luce. Anche il nostro collegamento, per resistere, deve avere il suo momento di ” luce “. L’eziologia, studia le causa di un fenomeno e di una malattia, quindi oltre alla luce, dobbiamo aggiungere la causa giusta, quindi vale per tutti che gli uomini si giustificano, quando fanno qualcosa, sempre in modo ” etico “, anche abbastanza politico, spesso pure colorito, seppure la prima cosa che viene in mente è una giustifica di tipo etico.

UNA BUONA SEQUENZA

2019 – Attività di progetto :

LA FILASTROCCA DEL MINIBASKETGiuseppe Di Summa ha realizzato il progetto web la Filastrocca del Minibasket, un sito web, con l’aggiunta di un E- Book. Curatore: Giuseppe Di Summa Francavilla Fontana. Sito web : www.filastroccamb.it/

2019 – Produzione audiovisivo :

IL SALOTTINO DELLO SPORT. Rubrica video disponibile sul web realizzata nella città di Latiano.

2017 – Attività di Progetto :

Minibasket e Coaching. Il Minibasket ospita il coaching ( con il coach Nico Delfine ). Nelle lezioni di Oria. Latiano, Francavilla Fontana.Curatore: Giuseppe Di Summa. Francavilla Fontana- Latiano- Oria. Sito web: cambiogiorno.com/2018/04/11/coaching-con-nico-delfine/

2017 – Radio

SUMMER SELECTION. Programma estivo musicale.Regia: Giuseppe Di Summa.Francavilla Fontana- Produzione/Emittente: Radio 00. Sito wev : www.mixcloud.com/radio00play/summer-selection-5-puntata/

2017- Radio

HIT INTERNATIONAL.Rubrica musicale.Regia: Giuseppe Di Summa.Francavilla Fontana- Produzione/Emittente: Radio 00. Sito web : www.mixcloud.com/radio00play/hit-international-puntata-17-luglio-2017/

2017- ciclo di letture – Scrittori e scritture

Per il Blog chi scrive ha realizzato una serie di interviste, presentazioni, recensioni, riguardanti i libri e gli scrittori.Curatore: Giuseppe Di SummaFrancavilla Fontana. Sito web : cambiogiorno.com/

2016 – Collaborazione

Koinos – Castello Imperiali.Il giorno 19 Febbraio 2016 assieme all’Associazione Koinos a Francavilla Fontana, giornata di sensibilizzazione all’uso della bici, con noleggio del mezzo gratuitamente, rispondendo ad un breve questionario.Curatore: Koinos. Francavilla Fontana

Radio 2016- Gli anni della musica

Rubrica musicale.Regia: Giuseppe Di Summa

Francavilla Fontana.

Produzione/Emittente: Radio 00.

Sito web : www.mixcloud.com/radio00play/gli-anni-della-musica-ultima-puntata-nume…

Radio 2015 – web radio

INTERVISTE PER UNIWEB TOUR. Regia: Giuseppe Di Summa. Produzione/Emittente: SPREAKER

Radio 2014

Speciale Musica Natalizia.Su una Radio FM – RADIO 5- tre serata dedicate alla programmazione della musica natalizia.Regia: Giuseppe Di Summa.Francavilla FontanaProduzione/Emittente: Radio 5

Radio 2014 :

Giuseppe Di Summa ha collaborato alla creazione della programmazione di tre web radio nella sua Regione la Puglia.

Radio 2013 :

WEB RADIO.INTERVISTE DEDICATE ALLA PSICOLOGIA DELLO SPORT, AL COACHING, ALL’ATLETICA.Regia: Giuseppe Di Summa.Francavilla Fontana. Produzione/Emittente: RADIO LIBERA WEB. Sito web :youtu.be/lN5ubBZKzg4

Chi sono.

Giuseppe Di Summa

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

Dati personali:           Anni: 47

Luogo di nascita: Grottaglie (Taranto)

Residenza: Francavilla Fontana – Br-

Formazione:    

          

Maturità presso l’Itc “ G. Calò “ di Francavilla Fontana con il titolo di Ragioniere ad indirizzo Amministrativo votazione  49/60 anno 1992.

Laurea Triennale in Operatori delle Amministrazioni pubbliche e private con votazione 98/110

Con tesi in Scienza Politica anno Aprile 2018

Ha sostenuto corsi di formazione in presenza : Cittadini online , Operatore socio- educativo ; Addetto all’ufficio amministrativo ; Operatore di sostegno per disabili ; Istruttore Minibasket Regionale

Ha sostenuto formazione online con corsi di psicologia dello sport, è attivo sulla piattaforma EDUOPEN, EDX, LIFE LEARNING, EDUOPEN,COURSERA, ha svolto formazione online nel CSI, ove ha il titolo di Istruttore di Pallacanestro e Ufficiale di Campo.

Ha svolto seminari presso la SCUOLA DELLO SPORT DEL CONI e corsi di sport riguardo la Leadership e il Mindfulness.

Esperienza lavorative: Ha lavorato come scrutatore, Svolto il servizio civile nel Comune di ORIA. E’ stato esperto a disposizione per corsi di avviamento al Minibasket nella Scuola Elementare. Nel settore privato è stato Dirigente, Istruttore, Atleta, in società di pallacanestro / incarico che ricopre attualmente. Gestisce un blog personale dal nome CAMBIO GIORNO. Ha collaborato alla realizzazione tecnica di web radio.

on the radio.

Lingue straniere:         Inglese – conoscenza discreta

Francese- conoscenza sufficiente      

Altro: è stato membro dell’ AIPS – Associazione Italiana Psicologia dello sport.

IMPEGNARSI AD ESSERE AUTENTICI.

Su questa ” unione misteriosa ” tra Giuseppe Di Summa ed i lettori, dobbiamo aprire una finestra su CAMBIO GIORNO, appena inizio a scrivere, come tutti, si sentono le voci autentiche delle storie, quindi sapere raccontare una storia è difficile, ti conviene restare nella storia tua, che è io ho chiamato, come fanno tutti, storia mia.

Ti chiederai il motivo di tanto inglese, di questo tipo di inglese, nel presentarmi su un Blog, che è letto in Italia, poco all’estero, ti puoi anche chiedere se quelle che scelgo sono le parole proprie di uno scrittore, oppure di un giornalista, nel raccontare la storia mia. Dobbiamo, come si dice, in inglese, ora con CAMBIO GIORNO, sapere ” start afresh ” quindi ricominciare da capo.

Lo so, in inglese, si potrebbe dire “ i wanted to be the same “, volevo essere lo stesso, di un Inglese, Americano.

Ci vuole la spiegazione, di un blogger, poco scrittore, per nulla giornalista, che è in italiano, in inglese, essendo pro- globalizzazione, pacifista. Spesso gli uomini sono famosi, per come sono descritti nei libri, nei poemi, quando diventano ” personaggi “. Si sceglie per questo un vocabolario, un linguaggio, da incorporare nella loro vita.

Il contatto personale con una cultura diversa.

Sono state trasmesse, ogni volta che Giuseppe viene letto, le voci ” le persone che non ti vogliono nella loro cultura non ci stanno scherzando “, qui l’inglese, come vedi quando stiamo scherzando, serve a rispondere alla voce ” occhio !!” , nel senso di with on eye to, con occhio a……..

GIOVANE ITALIA

Nella scelta di conoscere la nuova musica italiana, posso sentirmi fare la domanda ” lei è nuovo ” ? Domanda alla quale posso rispondere in questa maniera, il catalogo della musica di oggi, le iniziative, fanno parte di quello che seguiamo, nel nostro Blog, seppure in modo limitato, diciamo che la musica, la sua realizzazione tecnica, ha bisogno per la sua produzione di luoghi specializzati, quindi, non un blog che si fa da casa, bensì uno studio di registrazione, oppure uno studio radiofonico. Quindi la mia scelta è molto limitata, si ferma quasi del tutto, nel mese di Dicembre del 2020. L’amore della mia generazione per la musica, io ho 47 anni, va sempre garantito dobbiamo invitare a possedere, conoscere, la propria musica.

SI LAVORA PER CONTATTI.

Entrare in contatto per l’amore per la musica, è stato interessante, la mia esperienza, ha il caso particolare dell’uso nel tempo dello strumento della web radio, che ovviamente, ha bisogno anche della musica ” universale “, delle hit – international, degli anni della nostra musica, non solo di quella di una generazione, che si definisce con dei suoni. La musica serve a conoscere a creare, con la gente, delle semplici relazioni.

DIVERTIRSI….

L’audience è quella del mondo del ” divertimento “, che trova spazio anche in CAMBIO GIORNO, seppure come abbiamo chiarito, con le varie citazioni, speriamo di avercela fatta a citare il nostro giudizio, a noi di CAMBIO GIORNO, interessa il mondo del libro, della scrittura, la sua conoscenza. I file, che vengono creati, spesso sono materiale, che prevede una modalità di lettura, di utenti, che ci arrivano non solo per divertirsi, a sfogliare un blog, ci arrivano anche per il fatto che come singolo, gruppo, stanno lavorando su quella tematica.

Come siamo.

ON THE WEB BLACKBOARD/BOARD

A series of video of the most common movement of the fame,for both old and young .To the blackboard goes those part of the book,the tables,also the elegance,of practicing sport.In this web space ,Giuseppe Di Summa,embrace the classic vision of his activity in the sport,the one of “corporate” nature,which is for him the most important.The project of Giuseppe Di Summa as an instructor,it’s not a public project,financed,but a limited space,where is shown everything I have been as a Regional Minibasket Instructor.The genre is exactly the of the accountant,of corporate type,we all know that the step in quality are not easy to do.We celebrate the 20 years of Giuseppe Di Summa as an instructor of Minibasket,of course there are places,spaces,where still now school’s projects take place,places where I completely left,this presence confer a different sound to the words,which changes,which you can acknowledge with pleasure in the video section. a series of video of the most common movement of the fame,for both old and young .To the blackboard goes those part of the book,the tables,also the elegance,of practicing sport.In this web space ,Giuseppe Di Summa,embrace the classic vision of his activity in the sport,the one of “corporate” nature,which is for him the most important.The project of Giuseppe Di Summa as an instructor,it’s not a public project,financed,but a limited space,where is shown everything I have been as a Regional Minibasket Instructor.The genre is exactly the of the accountant,of corporate type,we all know that the step in quality are not easy to do.We celebrate the 20 years of Giuseppe Di Summa as an instructor of Minibasket,of course there are places,spaces,where still now school’s projects take place,places where I completely left,this presence confer a different sound to the words,which changes,which you can acknowledge with pleasure in the video section.

IL BRAVO COACH DEVE CONSIDERARE LO SFORZO COMUNICATIVO PER FARE SAPERE ” COME SIAMO “. .SPESSO SI CHIEDE DI CONOSCERE LE GLORIE LOCALI CHE SONO DIVENUTE, NAZIONALI, INTERNAZIONALI, NON BISOGNA BARARE ED ADATTARSI A QUESTA CONOSCENZA, CON IL GIUSTO SPIRITO. LO SFORZO COMUNICATIVO E’INTESO IN QUESTO SENSO., IL RAPPORTO GIUSTO E’ RIMANERE NEL PROPRIO SPAZIO DI COMPETENZA.

Una serie di video sui movimenti più comuni del gioco, sia per grandi, che per piccoli. Alla lavagna vanno quelle parti del libro, le tabelle, anche l’eleganza, del fare sport. In questo spazio web, Giuseppe Di Summa sposa la visione classica della sua attività nello sport, quella di natura ” aziendalistica “, che è quella a lui più cara. Il progetto di Giuseppe Di Summa Istruttore, non è un progetto pubblico, finanziato, è uno spazio limitato, ove si ricorda tutto quello che sono stato come Istruttore Regionale Minibasket. Il genere è quello appunto da Ragioniere, di tipo aziendale, sappiamo che i passi della qualità non sono facili da fare. Festeggiamo i 20 anni di Giuseppe Di Summa come Istruttore Minibasket, ovviamente vi sono dei luoghi, dei posti, dove appaio ancora, altri, come la scuola, i progetti scolastici, dove oramai sono scomparso del tutto, questa presenza decreta un suono delle parole diverso, un modo di comunicare, che cambia, che con piacere puoi conoscere anche nella sezione video.

____________________________________________________________________________________________

Trascrivere le idee.


SCHEDA INTERNA AL POST ” SCRITTORI E SCRITTURE “

Presentiamo Giacomo Leopardi. Una delle maggiori figure del romanticismo letterario. Importante dal punto di vista poetico e filosofico, è lui che ad un test, ad un esame, un colloquio mette il voto per la Filastrocca del Minibasket. Vediamo di spiegarlo.

Lui passa, nella sua conversazione letteraria, dall’erudizione, dell’avere molto studiato da giovane, sino al ” bello “.

Poi ha un’altra conversione filosofica, passa dal bello al vero, anche lui si è ” sfogato ” con lettere dure, come tutti.

I ragazzi del paese, cantavano in sua presenza, delle canzoncine, abbastanza forti, tipo ” “Gobbus esto / fammi un canestro, / fammelo cupo / gobbo fottuto “, era preso in giro per la sua ” fisionomia “

____________________________________________________________________________________________

I WILL POST THAT LETTER FOR YOU…..

Photo by Gustavo Linhares on Pexels.com

La domanda è ” Perchè il Minibasket ” – nella scelta di considera come primo punto da ” quali formatori si parte “.

Il profilo evolutivo fornirà un’analisi delle idee che andranno a creare un modello di sperimentazione e formazione futura. Riassunto come segue:Idea di Uomo; idea Sport idea di strutture; idea di lavoro; idea di formazione ; progetto e modello; costruzione /Applicazione del modello nel corso di formazione del progetto (testo tratto da “FORMARE I FORMATORI – MANUALE DEL FIP SULL’ESPERIENZA BOSCOREALE” )

Why Minibasket ?

The evolution outline will provide an analysis of the ideas which will create a pattern of experiment and future formation.Summarized as follow: Man’s idea Basket’s; ideaSport’s ; ideaStructure ‘s; ideaWork’s; idea Formation; project Model; construction Application of the model in the sperimental course -Model Formation course(text taken from “FORMARE I FORMATORI – MANUALE DELLA FIP SULL’ESPERIENZA BOSCOREALE”)

Le finalità : intese come imprinting di un rapporto di lavoro nello sport da creare, instaurare, con approccio, accoglienza, problem solving.

“Le considerazioni che possono seguire possono essere utili per chi opera ad un livello superiore di Minibasket.Parlare di una struttura è importante, soprattutto perché la Benetton può essere presa, come esempio o come modello di società che crede nel prodotto italiano, con tutte le armi di chi vuole far crescere il movimento del cesto. L’ideatore deve “pensare e manifestare” per cercare il “migliore” e creare la professionalita’. Dobbiamo evidenziare un aspetto promozionale per far diventare l’idea pratica e non una rarità.

The Finality

Material taken from “Clinic Dirigenti Minibasket-treviso 2002

The considerations that may follow can be useful for who operate at an higher level of Minibasket.Talking of a structure is important,mostly because the Benetton can be taken,as an example or as a model of society which believes in the Italian product,with all the weapons of who wants to make the basket’s movement grow.The ideator have to”think and manifest” to look for the “best” and to create the professionality.We have to highlight a promotional aspect to make the idea become practice and not a rarety.

 

Pianificatori.

Si evince che un esempio, da cui uscirsene vincitore, è in questo caso una razionale gestione, anche del piccolo centro sportivo, che in modo originale, non crea forme conflittuali, anche se proviene da pianificazione di grande azienda. Che cosa chiedono ? Una buona organizzazione del tempo, durante l’anno, che sappia consolidare la leadership nei gruppi, di giocatori e dirigenti, che sono gli obiettivi della ” nostra società, grande o piccola che sia, il rapporto con chi fa le prestazioni, la performance, toglie il carattere generico dell’esempio di partenza.

Quindi ( in italiano e inglese ) :

L’iniziativa è sempre quella dell’educazione fisica, con un legame con le famiglie, anche se cambia i suoi profili istituzionali, non è stata direttamente verso il programma, come in passato, al mondo della scuola. Il valore educativo dell’attività fisica, i suoi significati rimangono della stessa importanza,che scrivono condivide la proposta di un insegnante ad hoc nella scuola elementare. Anche la scoperta della comunicazione,soffre durante il tempo una revisione,i suoi stati emotivi sono cambiati ,sentirsi bene,sentirsi male,nel nostro amore relantionship con lo sport

Planners

The initiative is always the one of physical education,with a connection with the families,even though it changes its institutional profiles,not been directly towards the program,like in the past,to the school’s world.The educational value of the physical activity,its meanings remains of the same importance,who write shares the proposal of a ad-hoc teacher in the elementary school.Also the discovery of the communication,suffers during the time a revision,its emotional states are changed ,feeling good,feeling bad,in our love relantionship with sport

Perchè il Minibasket ?

Chi partecipa ad una lezione, esprime il suo giudizio, riesce a fornire feed-back su quello appreso, spesso, si sottolinea, nelle riunioni tecniche, come il movimento utilizzato, spesso, è quello che riesce meglio, nella sua proposizione nel rapporto tra Istruttore ed Allievo, non quello idealizzato, magari in ore di corse, un bel movimento viene sempre sottolineato e dimostrato, in allenamento e nelle gare.

La metodologia, superare con il proprio programma la ” critica “, spesso gli ” scheletri nell’armadio “, che non sono la ” cassetta degli attrezzi, richiedono degli obiettivi sociali, anche per scrivere il testo, di conoscenza, in un settore, fare consulenza, come tecnico, sapendo che spesso il tecnico, si collega al capitale, quando viene scelto, in questo caso il suo essere scelto vuole dire entrare nel capitale umano.

WHY MINIBASKET ?
Methodologic pattern:

Program the type of intervention

1-The difficult things don’t have to become reason for contestation

2-A problem is faced through a text and a real possibility Goals

3-Professional sector (your knowledge )

4-The firm become part of the informative system. An advice:Information more favorable on an external environment that make a status increase and create a strong human emotion.Running ,Jumping ,Walking.

L’ERRORE NELL’USO DEL LINGUAGGIO VA CORRETTO ED INDIVIDUATO

IN QUESTO CASO LA PAROLA ERA ” REPERTORIO “.

Il rapporto con la psicologia dello sport-

Per noi è stata la prima fonte, quasi l’esclusiva di “condivisione ” ed ” interattività “. Oggi sono gli articoli, in questo senso, quello della psicologia dello sport, che ci aiutano a comprendere meglio i termini del dibattito, dei giorni nostri, nello sport. Come vedi sottolineato, l’articolo migliore è quello di ” sapere come parlare in pubblico “, che non è sempre una denominazione di transito che ci porta solo all’anima. L’ottica del ragioniere, si legge in inglese, ha la meglio su quella del politico e un non- idiota non sarà vittima dei messaggi pubblicitari ma si preoccuperà di non portare la sua famiglia in recessione. E’ di interesse per noi in ogni famiglia, il comportamento assertivo, il cammino passivi- aggressivi- assertivi. Stiamo entrando, come ricorda Maslow, nella definizione dei nostri bisogni, prima soddisfiamo i fondamentali e poi passiamo ad altri, tutti cerchiamo sicurezza fisiologica e fisica, amore, appartenenza al gruppo, stima, autostima, autorealizzazione, tutte richieste che nascono prima in modo inconscio e poi consapevole. Per realizzarle, anche per definirli, ci troviamo davanti al ” think positive not negative “, cioè sapere ” smorzare ” quelle situazioni di ansia sociale, che possono essere anche il semplice disagio dell’affrontare una situazione critica, come il parlare in pubblico. Dobbiamo cercare il comportamento giusto, non accettare ” chi rompe paga ed i cocci sono suoi “; cioè la paura, di una responsabilità, anche se esiste, bensì ” fare ” ,accettandoci di metterci in gioco.

The relationship with the psychology of the sport

The optic of the accountant got the best over the one of the politician and a non-idiots being will not be victim of advertising messages but he will worry about not bringing his families into recession.Of interest to us in every family is the assertive behavior.We are entering not surprisingly into the definition of the scale of our needs:physiological,physical dafety ,love and belonging to a group,esteem and self-esteem,self-realization.Those are all requests that born before in a inconsious way and then in a more conscious way.To realize them,but also to define them,we face the negative previsions creators of social anxiety which means a series of negative images indicator of the simple discomfort which borns from the facing of critic situations,like talking in public. The anxiety play a fundamental role in all life situations ,including the one which are not social-wise,generating emotional states which interact on our thought,our behavior and our emotions.The assertive persons develop an anxiety associated to the fear of judgement from others.It follows that they don’t emit the right behavior for fear,or they fail in the attempt of doing it.

Our journey is passive-aggressive-assertive,we have to dominate the anxiety of fear of failure in us through the assertive behavior which produce the following mechanism:

Self-Efficacy:Not feeling anxiety or discomfort due to the rules
Self-monitoring:knowing how to observe our role and our goals
Self-evaluation:Being able to attribute successes and failures
Self-reinforcement:Gratify ourselves when we reach a goalYou need to be able to:Know how to make and how to refuse requests
Being assertive means living practicing our rights in a natural way,without feeling discomfort,recognizing to the others the reciprocity of this assumption
Source : Presentazione ufficiale Filastrocca del Minibasket.

A ME PIACE L’ATTIVITA’ MOTORIA.


La mia scelta è stata ” creazione e sviluppo motorio, tutti hanno il loro progetto motorio, quando sono uscito per seguire negli sport di squadra gruppi femminili, oppure maschili, in sport come pallacanestro o calcio, mischiandomi con gli adulti, mi è mancata l’attività motoria di base
MOTOR ACTIVITY.
My choice was “creation and motor development”; everyone has their motor project. When they I have followed men or women team sports, sports such as basketball or football, staying with adults, I have lacked basic motor activity.
Che in Vietnam può diventare ( più o meno )
Hoạt động motor Lựa chọn của tôi là “sáng tạo và phát triển motor “. Mỗi người đều có những dự án motor cho riêng mình. Khi họ tham gia những bộ môn thể thao như bóng đá, bóng rổ với những người lớn, tôi đã thiếu đi hoạt động motor căn bản.

FAI ATTENZIONE A TROVARE LA PAROLA SPAZIO

Importanza è il ” focus ” il grado di attenzione, quanto tempo riusciamo a trattenerla, come vedete la parola è ” the central question “, che è nel nostro caso il posto, noi possiamo abbreviare, con una sigla DAPO – do all possible- , nel senso di tutto il possibile. Nel nostro caso siamo tutti ” self motivated “, nella nostra motivazione, in corso, che ci tiene attenti, in questo caso la prima cosa che si vede è il name, che nella immagine, subito, viene show you, mostrata a te. Come leggete, quindi, una segreteria, cosa che succede a tutti, ha preso il nostro posto, noi abbiamo dovuto mostrare, con il nostro nome, con attenzione, nostra, che noi stiamo al nostro posto, resistendo con impegno.

Who I am

Giuseppe Di Summa have a 1st level degree – Degree/Bachelor, in Operartion or amministration pubblic and private at the university of Bari. He has experience as a coach ( Minibasket )and dirigent of basketball matured during his 20 years of work as such. From 2004 he has and direct his own web project. He also has experience as speaker gained while working in a web radio.
Former amatorial athlete of soccer, basketball and tennis. He directed minibasket center, participated in association, helped in various research and activities, now present on his personal website.

La filastrocca è stata un dominio web, già nei primi anni del web, in questa mail ricordiamo, come fu presentata al pubblico. Ora il dominio trova vita su CAMBIO GIORNO insieme al pubblico che lo segue.

Vi sono anche spazi dove il movimento crea del suono, viene realizzato in questa ottica, visto che anche lo sport suona, balla, non è questo il caso di questo studio, che si occupa nel ricordo di quello che educa e fornisce motivazione, nel nome, aggiunge un esperienza positiva, che s’incontra e continua, che sa che l’organizzazione muscolare, per produrre il suono che serve, è uno sforzo differente.

WHY MINIBASKET?

It’s all ready to enter the gym dressed with sport suit and shoes together with our kids ,who don’t have to speak about us in a boring way but have to see in our charisma a great way to enthuse e share messages.
For their and our security we provide 3 more definitions:
Creation;for us a research center to elaborate and realize a modelProgress;for us the performance,oral or written discussion of a topicMotory;that serves the motion which means that it makes the body move in the space or that create a first element of modern words(Taken from “Presentazione della Filastrocca del Minibasket”)
Running, jumping and Walking

The program “La Filastrocca Del Minibasket.” 

 “We should often remember that even the United Nations recognized for children “the right to rest and leisure, to engage in play and recreational activities that are typical of their age and the right to participate freely to cultural and artistic life “. Many of them should be involved in the idea of ​​participating in a Summer Camping. It should not be a surprise for them to spend the summer playing since, already in the Middle Age, “Early Summer Games” were practiced, even if they did not follow any kind of regulation. Today the summer camps are used to discover archaeological sites but also sport. Let them play a game: Minibasket. Minibasket is for children between 5 and 11 years, whether they are creative, introverted, extrovert, weak, tenacious, male or female. They will have to face physical, technical and tactical maturation. Who is the student? The child who chooses to practice Minibasket on his purpose. We must therefore take care of the children’s dream and their emotions but we can not work by considering our experience only, we must avoid the mistake of creating an inadequate context too. The Instructor should not be a sad teacher but someone who can stimulate the knowledge of Biddy Basketball. He must know how to distinguish the emotions of the child from those of the adults, accepting a role, in which we must be ready to question ourselves.
What to teach and what is important to learn?
– a motor learning – forming the personality – motivate in school learning
Learning means to develop:
– Affective Area
– Body Area
– Social Area
– Cognitive area
How to carry out our intervention.
Trying to create collaboration with institutions, first of all the school, which, together with the companies sports, can ensure that you do not give space to the investment of “so much money”, even if we need it, and give the possibility of educating and training.
It would be appropriate to find a leader, perhaps a professional in motor activity, a graduate in physical education, but also young collaborators who want to share solidarity, friendship and passion (we have an interest together).
We try to enhance what the child has lived, to make his desire for movement also
possibility to play and communicate.
It should be remembered that it is with the daily practice that we can verify and improve what the children already learn during winter, both in the classroom and in the gym.