La disoccupazione.

Parlare e dire di politica

Non è stato facile scrivere di questa rubrica, Parlare e dire di politica, sul Blog, visto che molti non accettano poi di iscriversi, seguire, un Blog, con opinioni politiche, ci siamo attenuti al mondo delle conclusioni scientifiche, alle evidenze, non alla politica di parte, quindi umanitarismo, civismo, ecologismo, democrazia, diritti, cultura, cose del genere, seppure si è trattato di farlo con opinioni, non ho ricevuto nessuna comunicazione d’aiuto della politica, nessuno si è offerto di fare parte di questo spazio, nessuno ha offerto incarichi e ruoli, quindi non si poteva dire, come previsto, un ” lo sa pure lui “, a riguardo delle mie opinioni, aggiungendo un ” nel Parlamento sono tutti amici suoi “, Non scrivo per lui, è risultato chiaro, il politico italiano, quindi non stato possibile ospitare come volevo, una serie di testi di storia, in questa rubrica, che ha raccolto poco. Si ” sa ” che la teoria, soprattutto quella politica, deve essere avvalorata dalla presenza del mondo civile, quindi non vale la pena spendersi oltre, se non con un impegno per rispondere al ” vede se lavora “, molti si sono presi questa critica, lei distoglie gli uomini dal lavoro.

Photo by Kelly Lacy on Pexels.com

Oggi, tutti gli esperti scientifici, dicono che strutturalmente in Italia, le imprese che soffrono nella loro struttura, sono circa al 45%, non sapevo, lo so, oggi, cosa significava la critica alla scrittura della parola struttura, che molti fanno parte della crème delle crème, sono nelle strutture in Istituti prestigiosi, quando hanno studiato. In politica l’ideologia ha sempre un riscontro nella mentalità, riesce ad aggregare e disaggregare. La politica, giusta, è uno schema della autorità giusto, per la espressione delle richieste. Giuseppe Di Summa, in Italia, è disoccupato, con ore di lavoro nello sport, quindi è abituato nel tempo, a non avere rapporti, in Europa, in Italia, con Istituti Prestigiosi, capisce come viene letto un testo quando lo scrive, in questo senso dai politici, che spesso devono fare le nomine giuste, molti accettano anche di gareggiare, per il vantaggio economico. Spesso al proprio prediletto, si offre ogni diletto, compagnia, alta filosofia, quindi questo faccia sorridere, lo scritto che leggi, è una ricerca, seppure non utile, che si è chiusa, molto al di sotto, della progettazione, della frequenza, della difficoltà, della raccolta del materiale. Molti di noi, come ricorda Platone, si turbano per una ,loro passione, tanto da non dormire la notte, quindi accettate con pace, senza fare confusione, non sottoponendo dati, dove non servono. Ricordare che la sfera politica, ha una sua intensità, che ci aggrega e ci oppone. Anche i politici sbagliano, ad esempio, nel dire ” il senso di queste dichiarazioni “, se poi se le trovano vincenti, in ogni campagna elettorale, anche se sono difesi, giustamente, dal fatto di non avere vincolo di mandato con le opinioni dei loro elettori, sono giustamente autonomi, anche se i calcoli elettorali, gli fanno in continuazione. Ricordare Sartori, fa sempre bene, quando scrive del fatto che i partiti politici, possono avere Parlamentari che si esprimono all’unisono, ma non vuole dire che vadano in sintonia tra di loro, oppure con l’elettorato. Giuseppe Di Summa, ti ricorda che il politico, si è espresso con la parola ” cattiva comunicazione “; vale la pena quindi fornire questa risposta, il mercato dell’economia si è espresso con ” crisi “, nel senso che la rinascita, anche nascita di nuove imprese, è un problema di sviluppo, sempre più presente tra noi, che si crea, anche per la presenza di condizioni non reciproche tra Paesi.

Photo by Alexander Suhorucov on Pexels.com

Chi vive di post, di rarità bibliografica, è difficile possa arrivare al testo, molti sono subito, quando serve, in fretta, pronti ad un cambio conveniente, a rivolgersi agli accademici scrittori, quindi il bravo politico, ha voluto accorgersi subito della inutilità di possedere uno scritto, che non serve, non piace, che è incompleto, non tutti infatti con la maturità hanno fatto bottino, per un suono ad esempio, non solo le parole con diligenza esaminate, anche nella laurea, restano quelle mancanti proprio già dai tempi della maturità. che sono il suono che ci serve, oggi la P.A, mette in evidenza requisiti per concorrere, di appartenenza ai centri di alta formazione, uno che non ha dato già alla maturità ovviamente non ci arriva, quindi non basta il solo interesse di biblioteca, il volume, il nome dell’autore e del titolo, non appare. Possiamo metterci l’anima in pace, accettando il responso, Giuseppe Di Summa non ha il suono per Parlare e dire di Politica, quindi fa cattiva comunicazione, rischia psicosi, come previsto, sapendo, che ovviamente, i voti degli esami dei Professori Italiani, di scuola e maturità sono giusti, lo riconosce, non spetta a me risolvere il problema comunicazione, visto che le definizioni, si rifanno a fattispecie che prevedono altre competenze, chi ha fatto risultare in modo preciso, è il Parlamento, per cui dalla parola democrazia, scaturisce il buon governo di un Paese, non vi è stato errore di valutazione, questo va riconosciuto, dando all’Italia la sua cultura, abbiamo solo l’interesse generale, della titolarità delle amministrazioni pubbliche, quindi noi dobbiamo subito riposarci, non parlare, leggere, scrivere, non studiare, cambiare canale ogni volta che si parla di politica, con un certo sollievo non tocca a noi, sapendo, che i cittadini, poveri, disoccupati, vorrebbero ma non possono dare vita, molto, spesso alla realtà dove vivono, quindi fare movimenti, scrivere, non è necessario, bisogna riposarsi, i soggetti attivi, con competenza, titoli, sanno pubblicizzare il giusto sul territorio gli interessi generali, se uno stato straniero ad esempio chiede una certificazione, per usare un territorio, deve rivolgersi al pubblico,

Photo by Lisa Fotios on Pexels.com

Chi scrive da figlio di dipendente pubblico, che non seguirà le orme del padre, è sempre stato facilitato come leggete, subito riconosciuto, senza nessun problema, la rilevanza di un settore di specializzazione, in tema di certificazione, è rilevante per una presenza all’estero, ad esempio, chi scrive è da sempre nel suo settore, non entra in niente che riguardi i Comuni, questo è il facile riconoscimento, sempre avvenuto, per fare entrare ingenti investimenti in un Comune, ad esempio, ci vogliono funzioni di marketing, quindi nel fare i suoi acquisti il dipendente pubblico, non guarda come noi a calzature ed abbigliamento, alimentazione, ha delle idee differenti, come ricorda Marx, per tutti in un concetto di grandezza abbiamo tutti un plusvalore assoluto o relativo, per chi scrive il mondo della pubblica amministrazione, è molto piccolo. Tutti vogliono dimostrare che la migliore preparazione, quando tutto è apposto, è quella del ” io non dico niente “; del ” noi cosa ci possiamo fare “, del ” è naturale “, oppure ” è logico “, quando una organizzazione parla chiaro sull’organismo, spesso non lo vede come collaboratore di giustizia, lo vede, come un ribelle che vuole portarsi con se qualcosa di superiore. Cosa dobbiamo fare con un attrice che continua dire che noi dobbiamo stare nella cultura dei ragazzi del 1973? Non certo dire ” giovane “, dobbiamo fare sempre più progressi nel sapere fare ” sintesi “, quindi ” non ragionare da giovane come un rivoluzionario, un pazzo , da studioso “, aprire la mente al ” te ti devono bocciare “, proprio dei giovani, sapere che è in agguato l’analisi linguistica, se abbiamo chiesto di Parlare e dire di Politica, sappiamo che la lista dove si prende una decisione, spesso è creata per sorte, cosa che non accettano i politici, che le liste le fanno con calcolo, non per sorte, è una lotta, in questo caso, di target context.

Photo by Jacqueline Smith on Pexels.com

Il contesto è fondamentale, a tutti piacerebbe sempre essere curati da chi ti garantisce, ti ha garantito un miglioramento clinico, anche se per problemi di igiene pubblica, di sanità importanti, tutti dobbiamo accettare i medici della sanità pubblica, nonostante possiamo essere amanti di visite private e telemedicina, vedi se lo ha fatto, alla parola miglioramento clinico, problemi neurologici, non ha capito, che la mente è collegata alle funzioni del tuo organismo, ci vuole calma, più ti ribelli maggiori sono i sintomi, perdi il miglioramento, è una lotta, nelle liste per togliere la immaginazione, dare immagini vivide all’attrice, una lotta, di costruzione, di una visione con immagini e report, come leggi sul Blog, nulla di più. Nel nostro account, come su Facebook, ci si aspetta feeling e movimento, associati bene, non che si riscriva tutto, con una traduzione sociale, come la disoccupazione, trasmettere chi è senza lavoro, con una faccia da fuoco in fiamme, fa impressione, crea un ground tone, fa svegliare all’attrice il suo impulse set, tocca a lei rimettere, con le giuste parole, tutto nella norma, ci si spiega con la fiction, non con la faccia da fuoco, in fiamme. E’ fondamentale, per tutti noi il dizionario, che molti pensano sia scientifico, vi ho messo in neretto dei termini, da spiegare, dobbiamo lottare nel massimo della ” entropia “, la parola infatti, come questa ” entropia ” ha fatto come previsto il giro degli studiosi, non vi sono scienze particolari, un metodo, è quello lo si riproduce, non solo dopo che lo abbiamo fatto pure noi, è al doppio, della sua efficienza, lo facciamo noi e lo fai tu, non esiste la confusione, così si da un account ad un lavoro, Si tratta di una questione di scelte, molti decidono di dare gli spazi a chi ha pubblicazioni scientifiche, dalla sua, il corpo che partecipa al gioco della bilancia, spesso si forma così, il peso tuo, deve essere il peso mio, anche in crediti, qui aggiungiamo l’ultimo termine, che è spindle formed body,la parte di storia, di antichità dell’uomo, difficilmente riesce bene se partecipa al gioco della bilancia, oggi tutti siamo in lotta, quindi il corpo di attrice, attore soffre, la parola è struggling to cope, lottare per fare fronte, quindi il viso, non da fiction, che prende fuoco, è più diffuso, anche più accettato, possiamo essere visti anche noi, con il nostro volto che non siamo, come nel mio caso, Docente di Scuola, oppure di Università, a disagio nel gioco della bilancia, potremmo avere qualche probabilità in più di parlare in modo saggio. State attenti a parlare un segnale, un suono sul corpo di una donna italiana, per il fatto che vi sono motivi politici, dire la solita frase dove la dialettica di sistema serve per una protesta politica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...