Bibliografia.

Molti, vogliono scegliere il padrino giusto, che battezzi le loro parole, abbiamo studiosi, che vogliono andare sul sicuro, con le parole del Procuratore della Repubblica, del Primario di un Ospedale, del Comandante dei Carabinieri. Il corpo umano ha una esposizione, spesso a quello che è ” esposto “, in tutti i sensi, a molti spesso piace dibattere su dove sta la ” virtus “, nel senso di ” in medio stat vitus “, nel mezzo sta la verità. Certo per cercare questa virtus spesso si rischia un ” tumore “, non abbiamo solo, nel suono della stanza, la ” bambagia ” del canto, che spesso appiattisce tutti gli esposti, di chi è alla ricerca della virtus. Spesso, in molti, giustamente, hanno chiamato le scuole, che cercano questa virtus, un mirabile popolo di automi, senza corpo, senza anima, basta che si vada tutti a scuola, si stia tutti nel posto dove ho deciso io. Vi è differenza tra la gente morbida, cittadino di città, con la gente che ogni giorno va in campagna, a lavorare la terra, è questa la virtus da capire, con la quale confrontarsi. Spesso, per legge, si cerca riscontro nella grande anima, si pensi a Cicerone, è lui che spiega che quando palpita il cuore, per qualcosa, che per noi è molto virtus, si cerca di determinarla, di fare un “benigno accomodamento “.

Nel 1997 usciva in America un film illuminante, L.A Confidential, che mostra la Los Angeles degli anni ’50 tramite  Hush-Hush, un giornale scandalistico, dove si vede un mondo, non virtus, bensì di ” degradazione “, letto in ” chiave poliziesca “.

Molti film, hanno fatto ironia, molto bene, sul problema del ” traffico “, anche dei suoni ed immagini che non esistono, in quanto non gli puoi vedere che il tuo corpo è esposto ad influenza, raffreddore, virus, diciamo che ” sente il fischio “, non della bambagia, bensì della malattia, spesso si dice che l’occhio o è armato, oppure nudo, quando deve arrivare a comprendere, per molti devi comprendere ad occhi nudo, senza chiave di lettura di tipo poliziesco. La Puglia, ha un bellissimo alimento, che molti conoscono, la Puccia, che insieme alla virtus è fondamentale, per stare zitto, si dice, infatti, di ” mangiarsi la Puccia “, è la tradizione viva tra glia abitanti della città, se ti mantiene nelle tue tradizioni, rischi di meno.

Spesso devi rispettare cosa vogliono gli autori nei loro copioni, non cambiare le carte in tavola, loro sono specialisti, se lo dirò di più o di meno dopo che avrò avuto dolore nel farlo, che parli a fare, se sei Blogger, se si fa menzione di un tumore, oppure di un Procuratore, è argomento serio, spesso gli ambienti della scrittura non si fanno quieti, per il modo detto, in film, telefilm, episodi radio, qualcuno da qualche parte deve andarsi a prendere le parole ” io la denuncio “; anche con l’aiuto, perfetto del corpo umano, che ritrova tutta l’attenzione del corpo, durante il giorno per suoni ed immagini.

Come vedi oltre alla virtus, molti cercano il buon appetito, la pazienza da osservare, è un incontro fortunato, spesso quando ci si urta come ” ciechi “, non si capisce dove è il capo, dove sta la coda, di un testo, che è nella mole che il corpo può fare di spettacolo, visto che nessuno, quando un atleta si allena, si aspetta di vedere lo spettacolo di un Santo. Una buona piattaforma web, biometrica, deve sapere fare dei riferimenti degli altri uniti, spesso, non oggi ai tempi virus, pandemia, basta un viaggio, per ritornare quieti, non protestare per avere visto nel proprio Comune, troppe persone che ” cantano “, noi in Italia, giustamente, dobbiamo avere il .IT , il punto IT, come ricordava Alex Britti, con It.Pop,, non solo lui canta quando possiamo fare Festa, quando il numero è 23, in lui va cercato il testo,  Hush-Hush, può essere sostituito, infatti, molto elegantemente, in italiano, da una Parola Differente, per usare questa canzone pubblicata, da Alex Britti, nel 2020, è lui che usa scusa amore, potremmo aggiungere, con un testo Di Summa, degli anni della gioventù, un scusa amore non so perchè, penso a te, ho mente tante parole, tante ore d’amore, lui ha pubblicato, noi oggi, ti facciamo conoscere il testo, della nostra timidezza, del nostro acerbo timore, che non ha la potenza di un ” esposto “, che fa venire il mal di gola, in quanto il mondo, torna, invece, sempre a vedere, quello che ha pubblicato un autore, registrato, conosciuto, dagli editori, che hanno autorizzato, che su un libro, sia disegnata, pubblicata, una cosa simile ad un altra, in questo, caso non bisogna dare fastidio a chi è simile alla ” virtus “. E’ chiaro, che sulle pagine, America e Italia, con gli editori, fanno mediazione, giustamente, ogni giorno, per fare sapere chi è autorizzato all’insegnamento, cosa sulla quale si esprime anche la Gazzetta Ufficiale, non solo la Gazzetta dello Sport. Il problema è filosofico, di un Ospedale, quando con cardiologo e biologo, ascolta la parola ” virtus “, pensando che esiste Darwin e la selezione naturale, dal punto di vista filosofico, il processo selettivo, chiamato nostra società, che porta al matrimonio, alla eliminazione di quelli non idonei a dirigere, anche dal punto di vista morale, non è tutto nelle mani della ” virtus “.

Tutti vorremmo instaurare una trattativa per ” autorizzare l’Insegnamento “, lo sport vorrebbe farlo, con titoli della Gazzetta dello Sport, come ” Che fatica !! “, oppure dimostrando la due diligence giusta della nostra società, purtroppo spesso, si può farlo solo per il fatto che risulta nella Gazzetta Ufficiale, che fa parte del ” rispetto delle regole democratiche “; si pensi ad esempio, ad una legge, come quella LEGGE 15 dicembre 1998, n. 466, ratifica ed esecuzione del protocollo relativo all’accordo di partenariato e di cooperazione tra le Comunità europee ed i loro Stati membri, da una parte, e la Federazione russa dall’altra, fatto a Bruxelles il 21 Maggio 1992.


Spesso,invece, lo sport, cerca altro, cerca nel medico la prova del ” 9 “, tanto il russo, per molti è ” incomprensibile “. Molti, dimenticano, anche, sempre del 1999, in Gazzetta Ufficiale, la legge 27 Luglio 1999, n. 262, con la ratifica ed esecuzione dell’accordo di collaborazione, culturale e scientifica, con la Repubblica Moldava, fatto a Roma, il 10 Settembre 1997, si potrebbe andare avanti, all’infinito, con queste citazioni, non basta, goal, per essere autorizzati, quindi, in buona sostanza, all’insegnamento. Molti vorrebbero rispondere, da gente del sud, con un Inchiesta della Gazzetta del Mezzogiorno, per dire che loro hanno questa virtù. lo studio è bello, il mondo della cultura è vitale. In questo caso, si afferma, nel diritto un bisogno eventuale, con teoria, che è legittimo, rimane eventuale, sino a quando non viene autorizzato, questione anche di denaro, di profit making, non basta, infatti, per insegnare, il saggio, essere in francese ” a la sage “; nel senso che il docente ” ha il saggio “, deve arrivare anche il finanziamento, compreso quello degli studenti che vogliono studiare e pagare le tasse.

Il problema è dunque essere ” autorizzati all’Insegnamento ” passa per il valore della parola ” organo “, infatti prima si diceva ” organo di stampa “, nel senso che un medico vuole vincere, pubblicare, tutti i numeri dei dispositivi medici del suo Ospedale, fare sapere che funzionano bene, è una pubblicazione che conta, questo è vero, come, una società, è un organo sociale, che, ad esempio, per chi partecipa alle assemblee vuole pubblicazioni, avvisi, etc…Tutti vogliono scrivere, spesso si aspettano, per la loro giusta causa, l’aiuto di chi insegna, senza polemiche, in modo da potere fare bene il proprio lavoro. La filosofia, non si può rifiutare di vedere bene una ” bibliografia “, spiegare cosa significa essere vicino ad una prestazione ” vitale “, dimensionare bene il nostro essere, con l’appartenenza etnica di una circostanza, che fa parte della nostra storia, spesso, avere accanto un Giudice, con le parole di Bibbia, Corano, vuole dire non vedere bene, non sapere bene cosa sia fondato nella nostra esistenza.

Non sappiamo che movimento ti hanno promesso ” a te “, quelli autorizzati all’insegnamento, diciamo che ” loro dicono “, non è ” sola aria “, dobbiamo anche riempire lo spazio di ” mani, gambe, piedi “, la questione di ambiziosi obiettivi, merita una successione di GIF, in questi POST. Molti vorrebbero dire andiamo avanti, andiamo dentro lo sport, qui ti devo fermare, alla sola ” filastrocca “, chi scrive non va dentro alle Olimpiadi con lo sport italiano, la cosa non mi riguarda, il colloquio non è così nobile, con chi scrive, anzi oramai per certi movimenti sono un vecchio di 48 anni. Il Parlamento Italiano è andato molto bene, per chi scrive, oggi deve chiedersi, giustamente, cosa loro dicono in colloquio quando si parla di sport, si tratta di essere, come serve all’Italia adesso, tutti responsabili, non ” millantare “, gli americani, che non hanno un Parlamento a mio avviso di qualità come il nostro, parlerebbero quando si tratta di leggi internazionali, da Comitato Olimpico, di disposizioni che tutti i popoli ascoltano. La parola è organizzazione, nell’ultimo temine del nostro corso aziendale, bisogna capire, gli autori, su quale livello di organizzazione si confrontano, per riconoscere chi è il collaboratore giusto.

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: