La gioia della televisione.

I nostri ” DISUMMINI ” non sono altro che i bambini, qui scritti con il termine maritino, che escono molto bene a casa con i ” panzerotti ” , la strategia migliore, quella che si capisce sempre, arriva alle orecchie, è quella della cucina, una volta mi dissero, prima di tentare di aprire un Mc Donalds, che con il mangiare non sbagli non fallisci mai.

Photo by JESHOOTS.com on Pexels.com

La televisione è nella stanza dei ricordi, anche io ho inviato amici per le patatine, per la pizza, chi entra nella nostra casa è conosciuta, è una brava ragazza, non è mai andata via oltre le 23, qualche volta le 22. Chomsky è un grande studioso del linguaggio, sa che la stanza ha bisogno del suo ” stato stabile “, se entra una lingua magari, da discoteca, da night, nelle case non a tutti piace, seppure io amo la musica da discoteca, il modello migliore, stai attento alla piattaforma biometrica, lunga qui sul Blog, è quello telegrafico, si scrive il punto di partenza e il punto di arrivo, senza nessun problema.

Photo by Anna Tarazevich on Pexels.com

Vediamo, come spiegare che il vocabolario della televisione analogica, è diverso dal vocabolario della televisione satellitare, quando uno non ha vocabolario se la ride, io per esempio a scuola, mi prendevo in giro, da solo, con un suono in classe, di una famosa canzone di Masini, canticchiavo ” ti vorrei 36 “, ” oppure un ” muore la vecchia col gas “, spesso si parla per ipotesi, oppure si ripete, una frase stupida, che è un luogo comune. L’analisi del discorso arriva, alla bocciatura, la tua, la mia, con una retorica di pianificazione, molto telegrafica. Anche io ho passato le notti con le donne, ho fatto sesso, confesso a 48 anni di non essere vergine, seppure sono ” single “, molti fanno ” outing ” dicendo che sono omossessuali, chi scrive non ha nulla contro chi lo è, sia uomo che donna, non dobbiamo rinchiuderci con il cervello, molti lottano con l’author of words, della televisione satellitare, dove le parole sono in onda, per il fatto che a lui, il telespettatore, che paga, quelle parole piacciono.

Giuseppe Di Summa ha il numero 17 in televisione ? Certo con lo sport, visto i miei acciacchi, a 48 anni posso arrivare a Fantozzi. Il numero della narrazione, che si cerca, è anche di Scienze Politiche, qui vi consiglio un bellissimo testo Undici Settembre, contronarrazioni americane, della Einaudi, dove si legge, nella narrazione di andare a letto e sognare denti e carte. Ognuno ha il suo mondo narrativo.

Come vedi, una voce bellissima al cellulare, puoi innescare strani effetti in televisione, come racconta il testo dell’ Undici Settembre, sono argomenti tipici della tv, del giorno del lutto nazionale, si legge che l’umanità fu sconfitta nella sua architettura, è vero, per questo deve ritornare il suono in ogni stanza. Stendhal, nel Il rosso e il nero, ricorda che pensare fa male, il titolare e ammalato e vota male, sono parole del grande scrittore. Nella stanza, la musica deve essere OK, significa solo quello, sei ammalato e voti male, non ha altro significato, molti pensano di essere per un cantante, nel mondo mass medicato, una garanzia di qualità. Prendiamo l’esempio, della migliore televisione in diretta via satellite del mondo, che è l’americana CBS, che ha il knowledge, il suo staff, svela il termine vero ” staged “; organizzato, se la tua segreteria telefonica in casa, se la tua lavatrice funziona, è questione di organizzazione, tutte le aziende hanno la loro ” work print ” la loro stampa di lavoro, magari se tu non vai bene, pubblicano gli amici di tua sorella, come dire ” my reply” in televisione è fondamentale. Il settore oggi ad esempio del travel e living, che vuole il suo work print, è in crisi, visto la pandemia. Si dice della CBS siete nati ? Certo come tutti, magari in una piccola stanza 29TH Street a Manhattan, con la lotta delle storie che sono sui giornali ieri, oggi sui Blog, per la televisione, siamo a quanto sia leggibile lo stile del broadcasting, per essere ospiti della televisione. Le top stories per l’audience sono importanti, oggi tutti i giornalisti, che si rispettano, lottano con “!a retorica sacra ” dei mezzi di ieri, che oggi sono aggiornati con i satelliti. Finalmente posso tornare alle gioie della televisione, il mio più grande errore è stato studiare per rispondere alla Direzione Didattica di una Scuola elementare, tempo perso, lì grazie al cielo non tornerò mai più. si sa le attività foniche sul corpo non sono molto belle, le sillabe di lettere, dizionario, non sono divertenti, comunque è fatta abbiamo su di essa la filastrocca, con gli omonimi poster, qui sul web, tutti vogliamo spiegare il mistero, quando ci arriva sul corpo la domanda si dice TO oppure TOO, si dice a, oppure anche, si dice troppo, si sa il ” come lo dici bene ” è al lavoro, si tratta del problem solving with a Teacher, proprio dei magnati tecnologici, seppure la DAD non va bene, anche loro non rendono a distanza, Giuseppe suono Filastrocca, Dottoressa parola Minibasket, questo hai sentito, nel bene e nel male, per fortuna abbiamo finito, ci hanno chiesto il titolo di Dottoressa. Non posso accontentarla, quindi ” noi ci accontentiamo “, a noi resta l’upbeat pop dei testi delle canzoni di Madonna, che sono sempre il meglio della musica mondiale, infatti essere ” ottimista “, nella musica è un ottima scelta. Giuseppe Di Summa, è stato troppo ottimista, lo ha scoperto a 48 anni in loackdown, si deve fermare, come Istruttore Minibasket, dopo il suono in quella stanza, passare per chi scrive una visita medica è impossibile, devo passare ad altro nello sport, la parola che dice in questo modo, è la meno ottimistica, ” ground anthem “, quindi un inno di terra, avvisa subito che siamo in fase di ” breaking “, di rottura, pensate se si cade e si sbatte la testa, ci si rompe un piede, cose brutte, sono rischi reali, da visita medica, non si può continuare, se il pessimismo è sempre presente, a noi piace l’ottimismo, non solo, si ricordi che lo sport non deve diventare una personalità che non si è, un abuso, continuo o meno, di sostanze, a noi ci ha fermato la parola ” pessimismo “, se tremi, oppure tremavi,mentre vedevi, un cibo, ricco o meno, durante una lezione, pensando troppo alla dieta, a dimagrire, non fa bene, mangiare è un piacere della vita. Chi ha vinto è riuscito a fare lo sport che lo porta al ” settimo cielo “, la parola che vince, giustamente, nel lavoro, nello sport, nella vita, per lavorare è ” agreeing ” ci si comporta ” accettando “. ci si arrende alla ” mancanza di spazio “, se esso non esiste, non si può esagerare.

Come vedi il momento topico della televisione è ” quello che ti salta in bocca “, ti hanno da sempre avvisato con ” aggiungi un posto a tavola “, è chiaro, sei preso di sorpresa, se non ti accompagni con stile, con noi, con un bel vestito, ad esempio, arriverà certamente un suono che non ti aspetti, anche in televisione, come hai letto qui della retorica alla filastrocca, è chiaro che l’Atleta della tua classe dice che il testo non esiste, con un Notaio, non è mai esistito. Non è cosi, non è che sono sempre stato sdraiato al sole, per rendere il foglio della filastrocca vuoto, anche se si è aperta la questione del vuoto, di quanto debba esserlo la tua bocca di mangione. Diciamo che l’Atleta e il Notaio vogliono la parola ” assolto “, non hai scritto un bestseller. Non sappiamo cosa dice il Sacerdote di queste parole, sono le solite storie della televisione, la loro lotta è ogni giorno, come la nostra dei Blog, sapere ” decodificare i ragazzi “. Se dici io vado dai Carabinieri, per la televisione, del tuo Comune, accade che il tono non è molto gentile, potresti non avere proprio tono della voce, si sa non tutti sono buoni con i ” likes update “, ci sono delle proteste. La connessione manca, manca la trasparenza, tu non hai messaggi, non sei una storia di cinema, radio, televisione. Il sollievo del Comune è assicurato, con l’Atleta e il Notaio, il nome del vincitore ha sempre il suo momento ” glamour “.

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

One thought on “La gioia della televisione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: