Italo o logografi

Il frammento della Storia d’Italia, non è diverso dal sentire, del grande, quello che ti ” dedico “, il cantore di Sulmona, che non è in un luogo preciso, è nella mente, modo di scrivere molto difficile, della storia della Magna Grecia, si dibatte sull’esprimere cose nulla a fatto greche. Abbiamo i miti che appartengono al patrimonio letterario, anche quelli che si segnalano per l’impegno, che non sono mito “ si parla di giovani fuggiti dal letto paterno, di chi cerca una nuova Repubblica. Si scrive di quelli che nella storia non conosceva nessuno, noi ci ricordiamo dell’Italo, cioè dei popoli antichi abitatori d’Italia, quando abbiamo anche i logografi, il periodo arcaico della storiografia greca, quindi la legittimità con cui si indica, con un solo nome, gli storici, è nota da quel tempo

Photo by Jose Antonio Gallego Vu00e1zquez on Pexels.com

Sono gli studi sulla Magna Grecia, quelli del costituzionalismo italiano, che accoglie la presenza micenea in Italia, non come ” colonizzazione ” bensì ” come frequentazione “, abbiamo imparato, che in questi studi, anche Plinio ha male interpretato un luogo. Qui in inglese la parola ” he hands ” lui usa le mani, usa report su se stesso, deve smetterla, non scrivere più, è la voce del ” pressing “, del ” non farlo più “. I latini direbbero ” cognomine dicunt “, il nome, ” nune fama ” ora riporto, si tratta di collegare un nome o con Plinio oppure con Pitagora.

Photo by Alex Azabache on Pexels.com

Plinio il vecchio scrisse Dubius sermo (“I dubbi di lingua”), Studiosus (“Il letterato”),  per fare un esempio, come Pitagora scrisse di scienza e musica, per completare il percorso del suono in una stanza, la scala musicale di Pitagora, i suoi intervalli, furono definiti ” anima del mondo “. Vediamo se per il suono in una stanza, scegli i dubbi sulla lingua, oppure scegli di sapere se il suono fa parte dell’anima del mondo. E’ chiaro, che se lo storico non ha un identità, il suono nella stanza, è chiaro nel mondo non so parlare leggere, scrivere, non ho un lavoro, che è un modo ” volgare ” per dire, per cercare altri temi, con ” dispregiativi “, quindi chi ” riporta ” con nome è ” storico “. Il suonare può dare fastidio, spesso si associa al parlare troppo, al mormorare, la parola laboratorio insegna, non si disturba nel luogo ove le persone attendono il lavoro, a proposito di suono in una stanza. Oggi siamo via satellite, nella storia, cose diverse, soprattutto negli Stati Uniti d’America, ove si bloccano i siti, gli account, con odio, di vario genere, facendo bene, bisogna sempre esprimersi in modo corretto, sapendo il termine ” ai posteri l’ardua sentenza “, certe posizioni vanno prese dagli storici. I popoli antichi, hanno dei nomi precisi, scelti dagli storici, prendiamo ad esempio il ” Gentile “, che si disse dei primi cristiani di Giudea, era il popolo romano, che davanti alla vista degli idoli, si comportava bene. Oggi, per il disturbo della quiete delle persone, del loro lavoro, si passano guai, ogni popolo ha la sua reazione alla visione. Nella storia abbiamo avuto anche la ” ghigliottina “, non quella del quiz, di oggi, della tv, il paese si scrive, ai tempi della ” ghigliottina “,ha veduto la mannaia in pieno esercizio. Le fonti popolari sono molto importanti nella musica, si pensi alla Storia della Russia, a Stravinskij, che comunque modificava le sue fonti quasi in modo irriconoscibile, si pensi all’Uccello di fuoco, che lo presentava come musicista d’avanguardia. Gli storici, invece, lo ricordano gli Onorevoli, con i dipendenti del Comune, devono finire le frasi nel modo giusto. Mussolini, quando ancora era all’Avanti, prima dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, a dire il vero non era molto loquace, con frasi come ” Guerra o rivoluzione ” non solo la critica sul Duce, arrivava all’essere rapido in sopravvalutazioni di se, sottovalutazioni degli altri, quindi, per tutti, deve valere il ricordo ” ai posteri l’ardua sentenza “, resistendo anche ad un pò di musica dei contemporanei, all’Onorevole, al Senatore, oggi, di un Comune che non si vuole in Parlamento, bisogna ricordare che gli amanti delle beau gest, spesso vivono del protagonismo ideologico, quindi è meglio, aspettare con ” ai posteri l’ardua sentenza “. Il Parlamentare deve finire le ” frasi “, è un obbligo, per tutti noi del suo collegio, la parola è ” psicosi “, nostra, se siamo a una ” Costituzione facciata “, il Parlamento, entra nel ” costituzionalismo ” con la parola leges, che è anche un dialogo, su un grosso lavoro, un dialogo che può essere fiorentino, romano, barese, ricordando la Leges Iuliae, le cariche di Augusto sono rimesse ” nelle mani ” del Senato, attenzione alla parola ” nelle mani “, non solo questa legge, come nome ricorda anche l’adulterio, fa sapere cosa succedere per una ” relazione sentimentale “. Spesso, chi è eletto Procuratore, in questo modo ” commenta “; una relazione che questo Paese non ha voluto, si dice, in uno Stato, sempre in formazione, che le espressioni di uno che è sempre solo, non sono altro che ” cum grano salis “, questa parola è di Plinio il Vecchio, quindi è lui lo storico scelto, vincitore, di solito, con termine di origine medica, si dice alla psicosi, di agire ” con buon senso “, usando la testa “, ” con il sale in zucca “, molto spesso, si risponde, anche che i dialoghi, su un grosso lavoro, sono discorsi che vanno accolti con molta cautela. Non ci sono sorprese, i nostri post, riassunti, sono divenuti ” psicosi “, per la ” teorizzazione della norma ” che spetta a chi è Giudice. Le organizzazioni internazionali, vigilano sempre, giustamente, su come si recepisce il diritto di altri Stati, per violazioni gravi, vi sono norme che vengono tolte, non solo anche per competenza, si può eliminare, quando si dimostra che la competenza è al di fuori della giurisprudenza. Concludiamo il suono in una stanza, qui sul Blog, con la sociologia, che spiega lo spazio raggiunto, dai programmi di protezione giuridica, spiegando quando la norma è ” deviante “. Si tratta, come dice FRANCE 24, che ha vinto ” via satellite ” di dire che il suono in una stanza è la ” musique”, la parola ” Hello Mister “, si tratta di chiedersi ” se prendere il volo “, oppure “rimanere fedeli alla tradizione “, le canzoni sono sempre all’opera in questo senso, Nessuno può affermare,. comunque, anche nella ” musica ” una subordinazione di un Giudice, non solo, non si da fastidio alla tradizione, che instaura un diritto di tipo consuetudinario, il luogo di partenza, spesso del suono, è quello del suo impegno militare, che ovviamente, nella stanza non è musica, spesso è solo la lunghezza di una linea retta. Il sociologo, in conclusione, è in difficoltà, con il problema, non avere capito il problema, del grosso lavoro, che deve divenire dialogo. Misunderstanding, malinteso, è sua competenza, non nostra, già hai commesso il primo malinteso, cosa viene a fare da noi, queste cose te le deve insegnare lui, se la patologia dell’individuo, come pscicosi è contagiosa, te lo deve spiegare lui, quando dici parlo solo, quindi fai affermazioni in qualche modo, in modo vago, te lo deve spiegare pure lui, se qualcuno scrive ” ha fatto risultare in modo preciso “; non lo fa a caso, Gramsci, infatti, ha trovato, come insegna la politica, tante resistenze morali, prima ad arrivare a concezioni di tipo consolatorio. Noi abbiamo, per te, nel caso del lavoro, solo una parola Tremonti e la globalizzazione, come ricorda in modo ottimo, il nostro ex Ministro torna la finanza fine a se stessa, spiega che l’economia reale, ogni tanto chiude i ” rubinetti al cavallo “, il problema è solo di ” rubinetto “.

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

One thought on “Italo o logografi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: