Il personaggio di CAMBIO GIORNO

Giuseppe Di Summa, si è presentato voi nei post conclusivi, cercando di essere ” bravo “, su un Blog, non abbiamo fatto uno scoop da tipici giornali musicali, che vedono il personaggio con la cantante americana e italiana insieme, che escono e vanno in giro, cose che piacciono da scrivere ai giornalisti. Giuseppe sospira, non ha trovato questa felicità, questa gioia, deve confessarlo, come Blogger al giornalista. Essere un bravo blogger, vuole dire avere ascolto, essere ” influencer “, cosa oggi da mi piace, chi scrive non ha molti ” mi piace “, quindi è l’orgoglio di essere Giuseppe che deve dare serenità, pur nella ” miseria ” del personaggio, che richiede una certa forza, per stare al computer dato gli anni.

Lo vedi qui Giuseppe Di Summa, dopo avere fatto cure ed esami, di ogni tipo, oggi raggiunge il riposo quasi totale nello sport, dove non è stato poi così bravo, da essere sui giornali, per le sue vittorie, è stato abbastanza ” ignorato “, i miei pensieri, potrebbero essere poco salutari, invitare a cose ” stravaganti “, speriamo nella presentazione, da Blogger, come personaggio, di non avere fatto questa impressione.

Queste storie su Giuseppe, andavano raccontate, erano usate per un ” suono in bocca “, bisogna essere onesti, chi sa parlare i suoni, da speaker, ad esempio, deve stare con chi sa parlare i suoni pure lui, è ovvio, che questo è molto onesto, così funziona sui libri.

Fare uscire questa scrittura ai giornalisti è una impresa quotidiana, spesso noi Blogger, non siamo visti bene, continuano a conversare loro i giornalisti, nessuno gli ferma, gli scandali cittadini, rendono bene, sono pagati, ancora, sulla stampa, con prezzi alti.

Su CAMBIO GIORNO, concluso, hai conosciuto Giuseppe Di Summa, che è molto criticato, molto segnalato per il fatto di non avere sufficientemente studiato, in Italia, è abituato. Come ricorda Pirandello, un grande, siamo nomi assegnati, con una parte, in una bella storia, a noi ci hanno assegnato tutte le parti che meritiamo, come tutti. Giuseppe è un attrice ? Si certo, mi verrebbe da dire amando da sempre la Kidman, il giornalista non abbocca allo scherzo, lui vuole una buona scelta, vuole scrivere da sempre quando mi vedono ” una cosa molto chiara “, a lui piace, che vi siano mi piace per una ” molto chiara “. Poi il giornalista, nella vittoria, con Blogger, vuole sempre la vittoria, quindi prende la parte dei ragazzi, allora chiede ” tu sei tutti quei ragazzi ? “.

Hai le prove della paura negli occhi, del testo, che ha scritto chi ha paura di soffrire di paura, muore di paura. Scrisse Voltaire in Candido, dei dolori segreti, quelli che non si sanno in pubblico, che tante ne ho visto e provate che sono manicheo, passo dalla condanna, all’esaltazione. Giuseppe Di Summa è un pacifista moderato, non molto per la condanna, legge di tutto, non si esalta molto con i mi piace, anche quando si fanno sapere cose segrete, si tratta solo di rendere omaggio a Goethe, che spiega quando si dice grazie per avere ospitato Ulisse, chi scrive deve ringraziare, solo chi ha voluto ospitare nel suo computer, per il suo tempo, il suo percorso di lettura, se poi tutti quei ragazzi non ci sono, succederà pure CAMBIO GIORNO, per un giorno vi è piaciuto, poi ve lo siete scordato, non ci sono tutti quei ragazzi, qui potete trovare solo Giuseppe Di Summa.

Se tutti quei ragazzi hanno vinto, abbiamo finito, se lo dice il CONI, hanno vinto, per fare un esempio nello sport. Chi scrive, nel CONI, potete starne certi non ha vinto mai niente, nulla vi è da riconoscere. Il vittorioso ha l’occhio di giada, il famoso libro con questo titolo, presenta una serie di personaggi pronti a tutto per ottenere questo occhio, che garantirà la ricchezza, lo sport, crea un grande valore, il passato, il presente, il futuro, di un singolo, coincide con quello del suo paese, quindi qui debbo confessare la mia mancanza, non vi è nessuna coincidenza, non appartengo alla generazione che può disporre di questi suoni. Io del mio paese ho sempre amato il ” made in Italy ” , le imprese, sono un fan delle imprese italiane, con le quali ho scambiato la mia ” attenzione come cliente “, si!!! ,sembra il suono di un vecchio grammofono, è vero, lo è, un suono da zero sei, con esso oggi scendono le voci della scala musicale, ci vuole altro, una voce migliore, ricordate il suono inizia e finisce con la riunione di tutti i suoni che si cercano, state attenti a dove andate a cercare i suoni di Giuseppe Di Summa, sempre stanno nelle imprese.

Quando un Giudice che sta nella Torre di Babele ti mette un suono in una stanza, te lo ricorda con il fischietto di un vigile, ride se gli rispondi che vai in Palestra, si!!! tu che rispondi al mio suono con la postura, è cosa ” ardita “, eh si!! il peso del braccio, sa creare un volume sonoro, così si risponde. Il sostegno del suono, che entra nella tua casa è nel ” tempo “, se i suoni sono oltre misura, il nostro Giudice sa che il volume è sbagliato. Chi è a servizio della musica, per visita medica, deve avere il fisico, anche sapere la fisica, capire su cosa si basa l’acustica che crea un buono spazio armonico, spesso si trova nel palco, dove nasce l’esibizione, si tratta di fare della ” pasta sonora ” di qualità. Se al Giudice, per fare un esempio teorico, si spiega il motivo per cui DREAM MUSIC, non se la fila, non se la sogna per nulla, quella poi, deve dire chi è, ricorda che nelle voci vi è un rango, anche alto, come nel caso del Giudice, di rango in rango, si passa quasi sempre di sangue in acqua, non solo si controllano i suoni, derivati dal tuo ” linguale “, l’organo anatomico deve essere pertinente, una bocca che parla sola non vale, hai svelato il suono, il siciliano beḍḍu mostra una doppia articolazione consonantica linguale sonora. Con il 2021, chi scrive ha lasciato la musica, non me ne occupo più, le ho dato il mio tempo, il mio spazio, come si dice a sound trasmission over.

Come hai fatto a trasmettere ” non la conosce nessuno e non la vuole nessuno ” ?

A tuo dire una ” maestra elementare ” poteva dire di ” avanzare una cifra “, quindi abbiamo creato una filastrocca, per il fatto che è cosa vera. Anni fa non sapendo la storia, nella scuola elementare mi scrissi sulla mano un testo, che è vero avanzava la maestra, poi la ragazza che mi faceva il filo a scuola, mi scrisse sulle mani, con la penna, questo testo scomparve nelle stanze scolastiche. Come vedi la storia mia è stata anche scritta. Qui la parola giusta è ” abbinatura “, quindi se si può fare un unione, nel questo caso di tessuti double face, si lo ha detto lei, la partner, quel testo, anche con un vestito, per una forma di leziosità, quindi nessuno avanza cifre. In conclusione, in America, si dice che Omero non deve essere studiato a scuola, lo si dice con la parola uomo bianco, in questo caso si sbaglia, per me il docente in tutto il mondo, rimane sempre Omero, nel canto Ottavo, fa vedere cosa sia una gara, cosa sia una contesa ludica, come questa del suono, non solo come dalla contesa, si passa alla danza. Non solo s’impara, nel canto Ottavo, cosa sia raccontare una storia, Alcinoo chiede all’ospite chi sia e lo invita a narrargli la sua storia. Una storia, che non arriva mai, al Giudice di questa gara, che non legge, pensa sia ancora la maestra, che avanza la sua cifra scolastica, si sa quando le mani sono rimaste misere, come scrittore, in molti, tra i banchi di scuola, non vedono il filo, bensì una vera e propria tresca, come vedi, la contesa ludica, con l’amata è un movimento frenetico, affannoso, non solo, la contesa è anche ballo, con mani e piedi, la maestra, rivuole indietro la cifra di un testo sulla mano per questo. Chi curato la salute fisica e psicologica di Giuseppe Di Summa non ha sbagliato, è un voto di laurea inutile quello di Di Summa che boccia Di Summa, è vero, è solo un voto di laurea, va accettato, senza fare le ” storie “, ricordate, dalla legge, che i non combattenti, non possono essere usati come ” ostaggi “, possiamo scrivere ” stupido, scemo, ti si riconosce la resa “, vero accetta questa cifra che avanzava la maestra elementare con un le maestre hanno diritto a nome delle personalità, di richiedere la riparazione del testo, della cifra che avanzavano. Va bene, speriamo gli basti, l’essersela ripresa negli studi, senza nessun problema, opposizione, sul fatto, le autorità locali, giustamente, fanno vigilanza sanitaria se hai un privilegio, sei un testo di una personalità che non sei. Vi consiglio di accettare i voti, tenervi, come nel mio caso anche quelli di ” asino “, ne ho avuti molti, tutti meritati, non solo ricordate che il valore giuridico di un Ente si misura dai suoi servizi pubblici, dalla loro qualità, quindi non vi venga in mente di ” criticare un Ente ” per un voto di una maestra, come leggete, la cosa a me mi fa sorridere, lo so a me mi, non si dice, non imparo mai, è una ripetizione inutile, come al solito, del nostro Di Summa, ricorda che se sei disoccupato, nella vita, meritatamente, hai sbagliato l’esame orale, il colloquio di lavoro, anche se ti scateni nel linguaggio informale, anche sul Blog, ricorda però che Manzoni, la parola a me mi, la usa per domandare di un Paese, nei Promessi Sposi, quindi non devi sorridere, certe cose non si dicono, quando si domanda del nostro Paese, anche se Manzoni dice a me mi par di si, sia quello il Paese che troverete andando dritto.

Abbiamo finito di presentare, colorando il mondo, le letture del mondo web, ultimo consiglio, scrivere del maritino non della nostra società, vuole dire stare lontani dalla critica di molti che guardano, fanno, gli esami, i concorsi dei docenti. Chi scrive i suoni, le immagini, con cui colora, sono sempre di tipo domestico, sono quelli che ho sentito da mia madre, vivi i volti, senti i suoni, vedi i colori, l’amore non passa, sono cose semplici, anche quando un medico, dice sui volti, quei suoni non si sentono, il mondo è troppo colorato, lo vede un camice bianco, tu rispondi che il mondo è così per te, come il tuo autore del cuore afferma, nonostante la teoria, lo abbiamo fatto tutti, dovere dire che “la ricchezza di una nazione “, richiede sacrifici, anche teorici, ogni esperienza deve essere inserita in un modello di crescita del tuo Paese, non basta che ai ricordi di scuola, si risponde con la crescita, che ci ha garantito la nostra mamma della quale siamo grati. Quando abbiamo la critica che la nostra crescita non va bene, il mondo lo abbiamo colorato male, non è formalismo, è solo, senza critica, accettare, come devono fare tutti, quanto vali per il tuo Paese.

Debbo ringraziare lo sport, il minibasket, che mi ha aiutato molto, negli studi, se non passavo il tempo nel minibasket non avrei preso la laurea triennale, non me la davano. Il suono in una stanza, di un Fisioterapista, ad un Istruttore, non è semplice, quando te lo mettono devi risolvere la questione, in due maniere, la prima è dove trovi le informazioni per rispondere alle domande, che la gente che fa sport sente alle tue spalle, quando dici, la seconda missione da risolvere, è quella di fargli capire, che le informazioni sono in un E- Book di minibasket, che non tutti conoscono, dove il Fisioterapista appare per il suono in una stanza, ricorda che quando si risponde con chiarezza, come autore, si deve spiegare se uguale chiarezza la trovi poi nei movimenti dei bambini, in quello dello sport femminile, che ti chiede proprio ” uguale chiarezza “. Come, vedi, quando dici con la faccia, nello sport, puoi dire malattia, ricevere diagnosi di malattia, è ovvio, non solo essere già ” carico di essa “. non solo sei anche discusso, per non sapere, con il tuo compito, riparare un processo che innescato la malattia, dell’atleta del bambino, a volte coperta non per essere malattia bensì doping, anche per gare importanti, la risposta è diversa da dare al Fisioterapista in una stanza, devi essere quello che rispetta il suo fabbisogno calorico, non facendo nulla di faticoso, devi mangiare sano, non ti puoi caricare di cibo, soprattutto spazzatura.

Se una ” Maestra ” serve al mangiare sano, devi accettare il suono in una stanza di un Fisioterapista, con un Istruttore, puoi anche reagire come faccio io, con una ottima ” giornata del panino “, che lo sportivo ” schizzinoso ” considera ” cibo spazzatura “, come insegnano il Pediatra e l’Ortopedico, se dici una filastrocca ” malata “, qualcuno deve subito intervenire, visto che se si interviene in tempo la cura è più semplice. Se la “Maestra dice che la Filastrocca è malata ” , massimo rispetto, bisogna sempre garantire l’integrità psico- fisica di ogni atleta, con la visita medica, come bisogna capire nei test, in campo e fuori, quali periodi, vedi Pandemia, tu non vieni valutano nella norma per quella integrità, magari sei valutato uno con troppe vacanze estive, troppe ore davanti alla televisione, oppure sei troppo amico del medico dello sport, che ti conosce bene, quindi salta delle valutazioni. Diciamo al Fisioterapista quindi quello che guarda in noi, dopo un infortunio, ci darà sempre non sei allenato, come tutti quei ragazzi, non mangi come loro, non hai mai fatto bene sport, sei pieno di problemi fisici, sei scarso in basket, calcio, pallamano, tennis, hai una scarsa valutazione, di tutto lo staff medico e tecnico, sei valutato infortunato e poco adatto a sport, non amatoriale, questa è una sua classificazione completa, va rispettata, nel mio caso è vera, come l’alterazione metabolica, che lo sport sbagliato deve correggere.

Photo by Pixabay on Pexels.com

Giuseppe Di Summa, finalmente ha risposto, con la chiusura del Blog, alla vostra maggiore curiosità, come si scrive il suo esame, quello di 100 domande dei docenti delle scuole, che vogliono sapere da lui il ” genio e la bellezza ” del nostro Paese, l’ Italia, scusate ma sono state molto le domande, quindi il testo è lungo, spero di avere preso il mio solito mediocre, massimo quasi sufficiente. Dai dati oggettivi, della mia maturità, questo Paese ” bello ” che era l’Italia, usciva nella esperienza dei miei dati, molto indeterminato, ora con il tempo, con un Blog, spero di avere risposto che l’italia è ” genio e bellezza “.

Giuseppe Di Summa non è lo sport italiano, in conclusione, come suono e immagine, non mi esprimo in quella maniera, si pensi a Scooby Doo, che ti dice la verità del suono in una stanza, spesso cari bambini, nella stanza vi è la regina, che non vi vuole, non solo il famoso cane spiega come essere personaggio storico, come essere un attore, cose importanti in Hollywood, non facciamo ” troppo “, rimaniamo nel suono, nell’immagine, che non è della Regina del Pop, altrimenti come tecnico del suono, chi scrive, io anche, sarebbe miliardario. Noi abbiamo altro suono, amiamo i film hollywoodiani, sapendo comunque che non siamo una Star, essere un osservatore, con un occhio un punto di vista, sulla immagine giusta, la fotografia, aiuta a capire come la vediamo noi l’italia, che è ovviamente bella, non la vediamo sempre in rosa, quindi il suono in una stanza, della Regina, non lo aspettavamo così potente. Qui scatta subito una delle 100 domande, che creano questo personaggio, con un ” tu sai perchè ” per te la ” scuola non è un capitolo chiuso ” ? Rispondo certamente non è un capitolo, il mio personaggio, sa perchè dalla puntata del 2005, con il mio personaggio, il mio idolo, che fa vedere Scooby doo e la mummia.

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: