Sport e Spazio.

CAMBIO GIORNO, è concluso, come anche l’attività nello sport, in Italia di Giuseppe Di Summa, che dal Luglio del 2021 non allenerà più, essendo finito il mio programma. Lo sport è bellissimo, i tempi di oggi, con questo virus, lo hanno insegnato non ti fa sentire isolato, non si butta via come un sacchetto della spazzatura, come vedi, qui sul Blog, per ringraziare non si butta via niente. E’ una disciplina difficile, spesso non basta il nostro auto- aggiustamento, ha la sua storia giornaliera.

Photo by Roy Reyna on Pexels.com

Spesso sport e spazio è come una ” congiunzione di due lune “, a chi scrive questa congiunzione entra in casa, nel computer, si sa da dove viene. Un esempio è facile, in italiano, Giuseppe gioca con Milena, quindi Giuseppe e Milena giocano, oppure Milena vorrebbe che Giuseppe giocasse con lei. Una bella congiunzione, quando è mista, purtroppo nello sport, spesso i maschi giocano con i maschi, le femmine con le femmine, possiamo proporre un eppure, seppure, giocano, quindi vi invito a giocare, con una nuova congiunzione Lo sport so che lo farai. A me non resta che qualche partita a tennis. Si tratta, di accettare sempre nello sport, il verdetto, lo sport serve a questo, essere attori secondo coscienza, anche quando hai segnato il canestro all’ultimo secondo, alla tua prima partita, devi portare riconoscenza a chi te lo ha insegnato, a chi sapeva tutta la materia. Non sempre si resiste alle ” voci di corridoio “, si dice che, devi capire, che l’intervento, va fatto secondo le vere esigenze degli sportivi. Quando ti dicono che una ” in gonnella ” deve vincere, forse non ci credi, tu pensa a Maria Sharapova, Flavia Pennetta, quanto hanno vinto ” in gonnella “, molti di noi, con una piccola cifra, spesso il resto, pensano come si fa a passare da un mondo sedentario, ad un mondo sportivo, con quello che costano poi oggi le visite mediche, è una scelta di amore verso lo sport, pensano anche come si fa ad avere successo in gonnella. Il buffone in Gonnella, nell’arte, insegna la vita degli uomini ” infami “, uno che con il suo viso compatisce se stesso, quelli che lo hanno deriso, si tratta con il proprio viso, di sapersi muovere, come insegna il ritratto, in un mondo affettivo, presente anche nello sport, per noi che siamo ” in piccoli spazi “, anche se poi nello sport, spesso lo si dice, ci vogliono degli ” iceberg “, chi ti fa sciogliere, sa calcolarlo, è sempre in agguato.

Photo by Bogdan Glisik on Pexels.com

Il tennis insegna anche che giochi ” corto “, ” sei basso “, chi registra lo sport, tutto lo sport lo sa, non ti devi demoralizzare, anche il fair play ti deve accompagnare, devi essere grato allo sport anche quando non ti arriva lo stipendio, non si guadagna, è bello lo stesso. La trappola, è sempre la stessa, nella scrittura, ci sono i ” maggiorenti “, una persona che gode di grande prestigio, anche economico, in una comunità, e il ” senso di queste dichiarazioni “, una persona, che anche per sport, per amore, ha uno stato psichico e fisico anche esagerato, è pieno, vitale, di sentimenti. Il contenuto, ad entrambi, è oscuro nei concetti, quindi noi vi è il testo, sia per i maggiorenti, sia per chi dice il senso di queste dichiarazioni. Noi possiamo proporre il Giro del Mondo in 80 giorni, dove Fog, deve prendere i ” mezzi “, gli dicono che perso uno vi sarebbe un’altro modo, un’altra via, per risolvere il problema, dopo una riflessione su quanto sia credibile quello che si sta dicendo, il nostro Fog, che raggiungerà la sua meta, anche con i mezzi giusti, si fida. Un grande matematico come Nash, spiega il comportamento in cui tutti collaborano, con il free riding, il problema del free rider è il problema che non capiamo, si presenta in Scienza Politica, che ho studiato io nella mia tesi, come nel diritto penale, che hanno studiato i penalisti. Sono le pubblicazioni, quelle contano, significa questo, bisogna mettere in campo le pubblicazioni, che impediscono al free rider di non collaborare.

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: