Sono le pubblicazioni quelle che contano

Come dire noi siamo una fornitura per un’azienda di libri.

Non si dice lei è il numero 38, oppure 2 caffè, lo spazio è vuoto, bisogna riempirlo di un libro, dalla prima all’ultima pagina, quindi i post, per diventare pubblicazioni editoriali, devono vincere questo concorso, un suono, di chi vigila, sulla scrittura. Tu devi dimostrare di ” appartenere “, con verbi, testi, foto, immagini, ai membri di scrittori, scelti da una casa editrice.

Photo by Pixabay on Pexels.com

Come scrivere per condividere il piacere è tutto mio.


Considera questo slogan ” il nostro confronto, per il nostro confronto . Anni fa posi delle domande su un giornalino della sinistra giovanile, al futuro vincitore della Maratona di NY, dove pubblicai una lettera al direttore, per spiegare che quel vincitore doveva essere d’esempio per un voto di diritto privato. Ti presento un canale iconico, il mio personale EUROPA tv, il mio ideale, che essendo mio è simbolico, anche superficiale, ognuno in suoni ed immagini, si fa la sua persona playlist, la può chiamare contact, close your eyes, oppure Europa tv. Confronto due volte, è tautologico, vi è molta entropia, nelle cose molto iconiche, di sicuro un giornalista professionista, vorrebbe scrivere, la filastrocca come espressione uguale diritto d’autore classico del diritto privato, Chi scrive non ha scritto la filastrocca per un voto di diritto privato, per un esame di pallacanestro, è scritta per una cifra, registrata nel 1985 anno in cui ho lasciato il minibasket. Questo significa scrivere del maritino, chi scrive è sempre alla ricerca,, del testo, della immagine, del suono, che sul mercato sia la migliore offerta d’impresa per una lezione minibasket, non sparisce un valore monetario, se un E- Book è di un impresa. 89 centesimi sono meglio di zero, per sapere come si sposta oggi un bambino, in maniera Giuseppe Di Summa, nel 1985 il problema, per tutti noi, lo anche in crisi, come si entra nel circolo vizioso della povertà, come si chiede un sovrappiù che non ti spetta, per il fatto che sei arretrato come studio, schema di sviluppo, il mio è solo un problema di scelta di tecnica, quindi possiamo decollare subito, avere successo, oppure affrontare tutti i problemi che nascono per una trasformazione strutturale, capire che attrazione esercita il moderno sulle normali strutture tradizionali, come il centro minibasket e la palestra scolastica. L’avventura nella musica, nel suono, è spesso quella di un regista, nel caso di Giuseppe Di Summa, quando lo leggi ricorda che non è stato, non sarà mai, un docente, di scuola ed università, nell’ascolto, nella visione, di un suono. La direzione artistica, ad esempio, di una radio, è scelta, ripeto la parola scelta, per questa è stato messo un suono in una stanza, è scelta per generare credibilità. Tutti sono alla ricerca, del deal, della somma, in inglese, per realizzare un vero affare. Ti avevano, ti hanno avvisato, come direttore artistico, a non sottovalutarla, nelle tue scelte, di suono, di selezione, le parole che sono proposte, da misurare per un suono, non solo sono poesia, tipica parole del poeta è associare viaggio a navigante, Bisogna stare attenti, in conclusione a scrivere da maritino, chi ti prova nei film con la parola maritino lo sa, proprio per il fatto che il suono in agguato, se scrivi alla tua bella un ” con la neve ma senza te “, fa si che poi qualcuno ti mette, a vederlo, in una sala cinematografica, per sapere come uomo se piace a sua madre,  un suono che ti ricorda che sull’aria di neve ci hanno fatto qualcosa, credetemi non è bello lasciare la stanza dell’amore, durante una nevicata e non tornarci più, la cosa popolare, come parola, serve anche a darti del balordo, se le tue parole non piacciono, Chi studi dirà che sei un ” poveraccio “, spesso una soggezione fisica, tipo io vado con il cuore, non con il motore, fa uscire fuori la tua pigrizia, che di certo a chi si occupa di psiche non sfugge, ti dice studente pigro, hai lasciato la stanza dove registravamo ” innamorata “, per conto di un attrice. I romantici spesso pensano stia scritto che la lingua da loro parlata debba sposarsi, con tanta musica, cinema, poesia. Con la neve o senza te, il suono che io ho avuto in una stanza, significa altro cioè con il di lui, quello che corteggiato, come scrisse Manzoni, gli da fastidio stare bene. Leopardi, fu ancora più chiarissimo, Elvira, o lui felice….visto che il corteggiato che sta bene lo comprende. Il piacere di leggere è fondamentale, come di ascoltare musica, se un lettore è sicuro che una tecnica sportiva è una tecnica che non si ascolta e non si legge, nello sport, ovviamente non legge. Non è un “triangolo delle bermuda “, quello che è tecnica, suono, lettura, se chi è salvo ha detto che è suono, allora, la città non legge, la tecnica in una città non esiste, ci vuole un buon Paolo che è bravo con la parola che esce da Gerusalemme, ci vuole uno bravo ad aprire lo spazio dove non vi è, in modo di essere capaci. Attenzione, arriviamo in dirittura d’arrivo a tagliare il traguardo, togliere quella antipatica prova del ” 9 ” di un Ospedale, che spesso fa parlare i satelliti al contrario, scambiando lui per noi, noi per lui, è la prova ” stia calmo lei ha contro un medico “, nel senso che non sempre si può scrivere liberamente, come gli scrittori americani, se no i medici se sei troppo ansioso arrabbiato, ti fanno fare il contrario scrivere liberamente e rilassato come gli italiani. Qui la domanda è ovviamente da scuola elementare, da prova del 9, come ti sentiresti veramente, pensando alle cose che hai scritto, calmo oppure arrabbiato, la domanda classica per il nostro maritino della scuola elementare. Noi vorremmo spingerlo, con teoria, anche a chiudere l’Ospedale, per un domanda del genere, ma il maritino deve sapere come reagire quando riceve un complimento, avere un cuore aperto, altre cose che legano il tema, lo scritto, alla maestra, quindi, per il suono, non possiamo che tenere aperto l’Ospedale a la sua prova del 9, spiegando al nostro bambino/ maritino, il famoso test, nella stanza. Si tratta di avere consapevolezza dei rumori, ricordati della maestra che ti dice a scuola attento ai rumori della notte, se hai un corpo troppo teso, rigido, è per il fatto che le tue orecchie sentono un rumore, quindi subito l’istruttore concorrente vuole pagato lui, per il fatto che i suoi non hanno sentito, in una stanza un rumore, le orecchie funzionano. Non ti emozionare caro maritino, finiamo il test, del famoso Ospedale, in una stanza, sulle tue emozioni, quindi capisci se questo rumore viene dall’interno, dall’esterno, cosa lo provoca, non spaventarti, non rendere rigido il corpo, ascoltalo, dentro di te nominalo, anche come Tutto Sport, è fai dei bei respiri, lo sport non ha rumori pericolosi. 

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: