Coach

Photo by Pixabay on Pexels.com

Noi che cosa ci possiamo fare se una ASL ha i diritti d’autore del tuo coach, è naturale, è logico, in ogni sport, trattandosi di legami con argomenti sanitari, spesso registrati nelle segreterie dai medici, spesso il suono, come il cibo, ha la legge dell’effetto, dello stimolo, del movimento da compiere, è naturale, è logico, in questo senso la ASL vuole sapere se sul movimento influisce, come leggi, un effetto sonoro, possiamo fare così il nostro confronto, tra uomo ed animale, per vedere che legge di effetto vi è su un movimento, cose che sa ogni Istruttore Sportivo, anche Minibasket, senza nessun problema.

Le presentazioni audio della Filastrocca del Minibasket

01

Psicologia dello Sport

Trovare nei programmi educativi, il giusto orientamento, capire dove si è lacunosi, cercare degli stimoli, è cosa importante nello sport e nello studio.

02

Coaching 

Bisogna presentare le origini delle funzioni del gioco, che spesso aiuta ad immaginare, a crescere.

03

Filosofia dello sport.

L’idea di basket, il suo significato in uno staff, per arrivare ad allenare delle categorie.

04

Minibasket

Il percorso da rintracciare è quello del percorso fatto in una giornata di lavoro collegiale.

I link sul sito web CAMBIO GIORNO.


VAI NELLA SEZIONE SPORT DEL BLOG CAMBIO GIORNO

I disegni

La filastrocca ha disegnato…

Come scrivere per condividere il piacere è tutto mio.


Considera questo sloga ” il nostro confronto, per il nostro confronto . Anni fa posi delle domande su un giornalino della sinistra giovanile, al futuro vincitore della Maratona di NY, dove pubblicai una lettera al direttore, per spiegare che quel vincitore doveva essere d’esempio per un voto di diritto privato. Ti presento un canale iconico, il mio personale EUROPA tv, il mio ideale, che essendo mio è simbolico, anche superficiale, ognuno in suoni ed immagini, si fa la sua persona playlist, la può chiamare contact, close your eyes, oppure Europa tv. Confronto due volte, è tautologico, vi è molta entropia, nelle cose molto iconiche, di sicuro un giornalista professionista, vorrebbe scrivere, la filastrocca come espressione uguale diritto d’autore classico del diritto privato, Chi scrive non ha scritto la filastrocca per un voto di diritto privato, per un esame di pallacanestro, è scritta per una cifra, registrata nel 1985 anno in cui ho lasciato il minibasket. Questo significa scrivere del maritino, chi scrive è sempre alla ricerca,, del testo, della immagine, del suono, che sul mercato sia la migliore offerta d’impresa per una lezione minibasket, non sparisce un valore monetario, se un E- Book è di un impresa. 89 centesimi sono meglio di zero, per sapere come si sposta oggi un bambino, in maniera Giuseppe Di Summa, nel 1985 il problema, per tutti noi, lo anche in crisi, come si entra nel circolo vizioso della povertà, come si chiede un sovrappiù che non ti spetta, per il fatto che sei arretrato come studio, schema di sviluppo, il mio è solo un problema di scelta di tecnica, quindi possiamo decollare subito, avere successo, oppure affrontare tutti i problemi che nascono per una trasformazione strutturale, capire che attrazione esercita il moderno sulle normali strutture tradizionali, come il centro minibasket e la palestra scolastica. L’avventura nella musica, nel suono, è spesso quella di un regista, nel caso di Giuseppe Di Summa, quando lo leggi ricorda che non è stato, non sarà mai, un docente, di scuola ed università, nell’ascolto, nella visione, di un suono. La direzione artistica, ad esempio, di una radio, è scelta, ripeto la parola scelta, per questa è stato messo un suono in una stanza, è scelta per generare credibilità. Tutti sono alla ricerca, del deal, della somma, in inglese, per realizzare un vero affare. Ti avevano, ti hanno avvisato, come direttore artistico, a non sottovalutarla, nelle tue scelte, di suono, di selezione, le parole che sono proposte, da misurare per un suono, non solo sono poesia, tipica parole del poeta è associare viaggio a navigante, Bisogna stare attenti, in conclusione a scrivere da maritino, chi ti prova nei film con la parola maritino lo sa, proprio per il fatto che il suono in agguato, se scrivi alla tua bella un ” con la neve ma senza te “, fa si che poi qualcuno ti mette, a vederlo, in una sala cinematografica, per sapere come uomo se piace a sua madre,  un suono che ti ricorda che sull’aria di neve ci hanno fatto qualcosa, credetemi non è bello lasciare la stanza dell’amore, durante una nevicata e non tornarci più, la cosa popolare, come parola, serve anche a darti del balordo, se le tue parole non piacciono, Chi studi dirà che sei un ” poveraccio “, spesso una soggezione fisica, tipo io vado con il cuore, non con il motore, fa uscire fuori la tua pigrizia, che di certo a chi si occupa di psiche non sfugge, ti dice studente pigro, hai lasciato la stanza dove registravamo ” innamorata “, per conto di un attrice. I romantici spesso pensano stia scritto che la lingua da loro parlata debba sposarsi, con tanta musica, cinema, poesia. Con la neve o senza te, il suono che io ho avuto in una stanza, significa altro cioè con il di lui, quello che corteggiato, come scrisse Manzoni, gli da fastidio stare bene. Leopardi, fu ancora più chiarissimo, Elvira, o lui felice….visto che il corteggiato che sta bene lo comprende. Il piacere di leggere è fondamentale, come di ascoltare musica, se un lettore è sicuro che una tecnica sportiva è una tecnica che non si ascolta e non si legge, nello sport, ovviamente non legge. Non è un “triangolo delle bermuda “, quello che è tecnica, suono, lettura, se chi è salvo ha detto che è suono, allora, la città non legge, la tecnica in una città non esiste, ci vuole un buon Paolo che è bravo con la parola che esce da Gerusalemme, ci vuole uno bravo ad aprire lo spazio dove non vi è, in modo di essere capaci. Attenzione, arriviamo in dirittura d’arrivo a tagliare il traguardo, togliere quella antipatica prova del ” 9 ” di un Ospedale, che spesso fa parlare i satelliti al contrario, scambiando lui per noi, noi per lui, è la prova ” stia calmo lei ha contro un medico “, nel senso che non sempre si può scrivere liberamente, come gli scrittori americani, se no i medici se sei troppo ansioso arrabbiato, ti fanno fare il contrario scrivere liberamente e rilassato come gli italiani. Qui la domanda è ovviamente da scuola elementare, da prova del 9, come ti sentiresti veramente, pensando alle cose che hai scritto, calmo oppure arrabbiato, la domanda classica per il nostro maritino della scuola elementare. Noi vorremmo spingerlo, con teoria, anche a chiudere l’Ospedale, per un domanda del genere, ma il maritino deve sapere come reagire quando riceve un complimento, avere un cuore aperto, altre cose che legano il tema, lo scritto, alla maestra, quindi, per il suono, non possiamo che tenere aperto l’Ospedale a la sua prova del 9, spiegando al nostro bambino/ maritino, il famoso test, nella stanza. Si tratta di avere consapevolezza dei rumori, ricordati della maestra che ti dice a scuola attento ai rumori della notte, se hai un corpo troppo teso, rigido, è per il fatto che le tue orecchie sentono un rumore, quindi subito l’istruttore concorrente vuole pagato lui, per il fatto che i suoi non hanno sentito, in una stanza un rumore, le orecchie funzionano. Non ti emozionare caro maritino, finiamo il test, del famoso Ospedale, in una stanza, sulle tue emozioni, quindi capisci se questo rumore viene dall’interno, dall’esterno, cosa lo provoca, non spaventarti, non rendere rigido il corpo, ascoltalo, dentro di te nominalo, anche come Tutto Sport, è fai dei bei respiri, lo sport non ha rumori pericolosi. 

I grafici

La filastrocca ha realizzato i grafici.

I riassunti.


Altro gioco, che ha fatto nascere questo E-BOOK, è quello di quando andavo alla scuola elementare io da piccolo, facevo i riassunti e dall’enciclopedia ricopiando, in cambio di fogli di carta, con i compagni che mi sfottevano per questo ” un giorno andrai sino a Taranto per questi “. Si, Francavilla e Taranto distano 30 km, chi chiamava secondo loro così le cose tecnicamente, era di Taranto, non del suo paese, poi in percentuale, grazie ai profili social, abbiamo visto che per i nostri riassunti, con i quali chiamiamo tecnico, qualcuno, non andiamo sempre così vicino, Sul ” chiamare tecnicamente ” vi è la riflessione dei riassunti, nel senso che spesso l’azione è obbligatoria, il movimento è definito così da chi ha il titolo, lo fai se è difficile, ma lo dice chi ha titolo di docente, quindi nel caso di Giuseppe Di Summa vi sarebbe da dire che il riassunto, anche per responsabilità pensali, in un sistema computerizzato è completo, con le azioni obbligatorie, di chi è autorizzato all’insegnamento. Un vecchio leone, lo insegna il libro Moby Dick, lo scrittore americano ” il movimento lo tiene in rotta, della sua nave, per il giro del mondo “. Il maritino è ” giovane “, tutti glielo dicono quando torna dal treno, con la sua famiglia, quindi le direzioni all’inizio, vuole che siano quelle del suo paese, è difficile proporre una tecnica, che non sia suoni, immagini, del suo comune, quindi io ho vissuto, con i riassunti, il gioco del piacersi, del dare agli altri la parte migliore di me, in questo caso scrittore sui fogli, come bambino, il maritino potrebbe volere mi piace, per un canestro, una torta, fatta da lui, altre cose. Scrivere del maritino non della nostra società, vi saluta, la filastrocca, rientra nel progetto di scrittori e scritture, di CAMBIO GORNO, che è gratutito, non chiede nulla agli autori. Chiudiamo con il battito cardiaco, da astronauta, diverso da quello di Giuseppe Di Summa, scrittore, io mi agito, passo da un take me into your heart, di sera, ad un cuore che si è fermato, che prima era con me, molti come me, che vogliono ottenere giustizia, fanno come Zorro, vengono chiamati collaboratori di giustizia, forse si meritano una ” andatevene da questo paese siete troppo onesti “, si sa è la lotta per il solito buio oltre la siepe, cose classiche al cinema. Un grande registra come John Ford, spiega come si ha, in un film americano, l’accesso diretto alle scene, il mio cuore purtroppo non è per il relax, come scrittore passa da uno strategico battito di sera, quindi un momento eccitante, di musica, suono, parole, ad un momento, in cui è spento, si è quasi, come cuore, inibito. Gli impulsi, non hanno sempre un up ed un down, altrimenti sono nevrosi d’impulso, devono avere corso normale. Chiudo con la festa del padre lavoratore, chi scrive è precario, non ha figli, questo quando si scrive conta, quando il segnale, da stabilizzare, con gli occhi, riguarda la visione tua, per essere padre e lavoratore, io non ho riflessi pronti, sono pensieroso, le immagini, i suoni, mi sfuggono, il rapporto tra occhio e superficie è fondamentale, per farla uscire bene gli occhi devono funzionare bene, i riflessi essere pronti. Quindi un paese, una nazione, che mette un suono sul corpo, del maritino ipotetico, per il fatto che non sa guardare negli occhi, rischia di non sapere ” accompagnare in centro l’amata “, deve accettare che per questa scelta il matrimonio poi non si possa fare, purtroppo spesso, per uno che sogna ad occhi aperti, l’insegnamento è quello di Dostoevskij, che come tutti i grandi scrittori ti dice di non perdere tempo a guardare una che non ti ama, è lui che scrive che il cuore punto, come uno spillo, si sente umiliato. La filastrocca del Minibasket è conclusa, non sappiamo se anche tu, nelle definizioni tecniche la manderai a Taranto, come i riassunti, rappresenta solo Giuseppe Di Summa, quindi è scritta per pochi, diciamo che è scritta così, presentata così, per quel giornalista che è sempre a vedere le nostre lezioni, per scrivere ” noi non la vogliamo “, questo come si chiama, magari ti metti un voto, per il fatto che ti confonde con il nome di un altro, non corrispondi, si sa la scrittura è cosa seria. Noi, siamo sempre in attesa, che un buono scrittore ci riceva, percorrendo la strada del Minibasket italiano, con la sua voce sulla nostra bocca, si sa ci sono sempre spese, per non fare finire un lavoro, cose che capitano a tutti, le abbiamo fatte ed abbiamo finito. Il maritino, si sa, romanzato, scritto, dal giornalista, per l’Istruttore può diventare, come scrivono gli storici, di molti matrimoni ” un mostriciattolo da impalmare “. 

La web radio

La Filastrocca del Minibasket è stata presentata in web radio.

Sui social

La filastrocca del Minibasket è anche stata sui social.

 La relazione : Analisi finale

L’esperienza di un atleta, con il suono, il rumore, il successo, in una stanza.

Password : Io vado dalla filastrocca del Minibasket.


S ti sei dovuto ” sorbire ” questa ” logorroica ” presentazione, è per il fatto che una Dirigente Scolastica, ha misurato il suono in una stanza, per crediti formativi, sapendo benissimo che per la legge della videodipendenza, la tecnologia, nei crediti formativi, fa rumore, anche ai tempi della didattica a distanza. Io vado dalla Filastrocca del Minibasket, vuole dire altro, di sicuro noi non abbiamo il moto, ancora, per insegnare in una scuola elementare, anche se dal nome filastrocca, qualcuno si aspetta che s’insegni nella scuola elementare. Vediamo il testo cosa ha tagliato, della scuola elementare,  prima cosa tutti i vari nostalgici, ti ricordi dei tempi della scuola, quando ci andavo io, Quando funzioni, in materia scolastica, hai un approdo sicuro, il messaggio non è ” io non vado dalla filastrocca “. Tutti,  nella nostra forma sport, dobbiamo adottare la forma adottata dallo Stato Italiano, quindi la forma ve lo ricordo io per la scuola elementare non è quella del mio E- Book, quello è scritto per la cultura d’impresa. Il primo problema matematico, è se uno per il fatto di essere primo, bravo, è stato incorporato dalla scuola, che con un ” bravo ” ti può chiamare, anche se sei pro- azienda. Dove vi è un’analisi ecologica, si deve sapere affermare una convivenza pacifica, i mezzi ci sono, anche per gli aziendalisti. Vi è un’altro metodo, nella scuola elementare, quando l’aziendalista fa delle ottime dimostrazioni, si può fare richiesta, che il suo progetto sia dimostrato in modo analogo, dai Professori che sono Istruttore – Professore. I membri dello sport, si scambiano informazioni, per essere migliori, noi le forniamo come Istruttore- Giocatore. Come hai letto, nel voto di matematica, quando si è aperto questo intervallo, molto pubblicitario, bisogna vedere chi ha incluso il ” verso antico “.  Comunque vada lo sportivo, l’Istruttore, dove va, è sempre persona buona di buona compagnia, non solo sempre pronto, anche ad un audit civico, che faccia crescere solidarietà sul territorio, che tolga disordine sociale. Non solo, il servrer non si blocca, se nella scuola non ti riconosce quel simpatico rompiscatole del tuo amico, che ha scritto il testo, ha avuto successo più di te nello sport. Questo è il bello dello sport. Non solo il tuo profilo, deve fare recensioni chiare al tecnico del settore, che ovviamente può decidere che tutto quello che è minibasket, sport, si registra per un centro, con la scrittura di un Ospedale, anche qui nessuno dice nulla.  Giuseppe Di Summa vi invita a conoscere Anthony Marra, Dopo un Bachelor of Arts alla University of Southern California, ha completato gli studi all’Università Carolina di Praga e all’Università statale di San Pietroburgo prima d’ottenere un Master of Fine Arts all’Iowa Writers’ Workshop e una borsa di studio all’Università di Stanford dove è professore di scrittura, queste news su di lui sono fonte Wikipedia, è lui che ha scritto nel 2013, La vita è una cosa semplice. Non ci si deve sentire a disagio verso gli scrittori, quindi il verso antico va valutato, in una stanza, che si misura in una scuola, ovviamente nessuno è insensibile ” alle cose semplici “, diciamo ” basic “. Una scrittura semplice, del suono è importante, visto che con la semplicità l’andamento della scrittura e lettura è rapida. Molti vogliono un testo, rapido da leggere, anche buone per le scommesse sportive, non solo il verso antico tipico degli esperti. Semplifichiamo le cose, invece della più longeva società, con una storia, molti versi antichi, mettiamo subito un Istruttore – Militare che sa misurare il suono, in una stanza, ovviamente in pochi secondi. La filastrocca del Minibasket nasce per scrittori e scritture, per la storia, non solo noi in una classe di studio abbiamo avuto un suono zero, nella città dove saremmo andati a studiare, che nel mio caso è stata Bari, proprio per evitare, che il suono sia il cammino dei nostri pensieri, molti dimenticano che per essere riconosciti, per capire il suono nella stanza, non bisogna mostrare un lato di noi stessi, bensì studiare un verso antico, oppure fare il militare, fare canestro, difendere, andare a rimbalzo, quando sono una probabilità molto improbabile, nella tua palestra, l’arbitro fischia, il pubblico fischia, ti fanno perdere il posto di coach, non puoi allenare misurando te stesso, devi sapere il tuo rapporto con delle pretese irrazionali, come quelle che ti ricorda una classe di studio, tutto quello che è te stesso, negli studi è zero, la classe di studio, interroga, non è solo socialità, amicizia, non solo, un te stesso, è anche sintomo oltre di pretesa, anche di una faccia autoritaria. Quindi noi abbiamo fatto nascere un programma come E- BOOK, che con deve rimanere noi stessi. Arriviamo alla conclusione, il suono per i bambini è bellissimo, per il fatto di essere facile, con parole che si ricordano tutti. Quindi nessuno vuole togliere al bambino questo suo diritto. Non solo la Filastrocca usa il termine ” for “, ” per “, nel senso che non è scritta per cantanti e attori italiani, che non sono Giuseppe Di Summa, non abbiamo mai avuto il piacere di conoscerci di persona, quindi la trasmissione non esiste, se non da appassionato musicale, della bellissima musica italiana. Spesso il suono, arriva dalla posizione corporea dell’organismo, pensate a quando abbiamo le cuffie all’interno delle nostre orecchie, seduti, in piedi, mentre facciamo footing, quindi arriva, arriva, scusare il due volte, per una specificità direzionale, per farti prendere una direzione, italiana, in questo caso. Poi, tutto questo, cambia in base alla frequenza che trasmette, la musica, il suono, gli effetti sonori, gli effetti speciali, per aiutarci a catturare il suono che sfugge alla nostra visione, del suono è fondamentale il motivo, basta sapere per quale motivo lo ascolti. In conclusione, è chiaro che molti che scrivono hanno in cambio nessun movimento, falsi movimenti, parole che non arrivano mai, è un classico, con i bambini, di oggi, di ieri, di domani, è come scrivere del suono di un medico, magari la parola è infarto, se è scritta sul referto medico, non si può scherzare, mentre se è la battuta del comico, una canzone, ha una cosa diversa. Un suono zero di una scuola di Ragionieri, che rimane zero, in una città, visto come sanno le cifre della spesa, del budget domestico, appare impossibile da sentire, per fare un esempio, come appare impossibile che non vi sia un suono, per la presenza, nello spazio, di una bella donna. Il bambino può sorprendere, scrivendo del maritino, della nostra società, per parole che tutti conosciamo potrebbero non essere così. 

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: