L’Italiano.

La nostra struttura linguistica è molto bella, è nelle mani di scrittori, giornalisti, come nel mio caso di ” blogger “, da tempo. La postilla, la lingua ufficiale dei documenti è un’altra cosa, rispetto a quello che puoi leggere nel web. Che esperienza fare ? Una lingua, vedi il latino, deve guardarsi intorno, frequentare stranieri, non solo nella nostra lingua, diverse voci hanno origine da alte lingue, tipo ” manigoldo “, che viene da voce germanica, è si rifà al mondo sferzante di usare la lingua, di un arcivescovo, contro gli eretici. Bisogna stare attenti a non essere troppo ” sferzanti ” con nessuna esperienza. Tommaso d’Acquino, per dire come la Chiesa ci abbia insegnato a parlare, si recava alla Sorbona per tenere lezioni, a piedi. Non solo sembra che i gesuiti, possano dibattere, anche sull’origine incerta di Machiavelli, che ha avuto fortuna con la frase ” il fine giustifica i mezzi “. Il nostro più grande poeta, Dante Alighieri, si chiede, giustamente, ” voi che m’avete mutato la maniera “. Quindi attenzione che quando la Chiesa s’impegna, tutti noi perdiamo parole, parliamo solo, non sapendo che i linguisti, da grandi studiosi, quando anche loro hanno litigato, hanno fatto un chiasso indiavolato, coniarono il termine can can, per dire il modo in cui ci si agita, si fa confusione con braccia e gambe. Dobbiamo trovare le strutture giuste, che ci rappresentano, nel tempo il latino è stato superato come strumento letterario, anche se ancora in molti ci tengono, visto che il latino parlato è stato la vera mamma dell’italiano. Dobbiamo trovare la lingua da parlare, che ha messo radici nel linguaggio dei giovani, come sempre, con grafica e grammatica, che sappia esprimere la natura dialettale, di tutto quello che parliamo ogni giorno.

Photo by Anastasia Zhenina on Pexels.com

Una interessante tv, in Italia, è ” Trentino tv “, che trasmette la ” serata perfetta “, dove si parla di pasti veloci, stuzzichini, di consigli per andare a trovare un buon bar, ad esempio. Molti siamo che ” accettiamo inviti volentieri “, per restare a queste belle trasmissioni. Spesso la distanza, dalla condanna per fame, è importante da conoscere, come insegna Dante con Ugolino. Al tavolo da mangiare, dove ad esempio si gusta la carne trentina , la birra, parte l’ispezione. Molti, sanno che parlare bene, vuole dire guardare in faccia il pubblico, attribuirgli importanza, per dire che se l’amica tua, quella con cui vai a cena, ti farà vivere felice. Duplicare, senza attendere troppo a lungo, in altre Regioni, quello che si vede nella Serata Perfetta del Trentino, non è possibile, solo che come ricordano nel video, una serata perfetta, in un locale, sempre si guarda.

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: