” Ingratitudine “

” Ingratitudine “, è una parola importante, la promessa,. la certezza, il dubbio, si accompagnano, spesso nel mondo del ” parlare e dire di politica “. Tutti vorremmo il nostro ” ghost writer ” che ci dice dove la nostra finestra ci permette di vedere.
E’ chiaro che l’estensione dello spazio urbano, questione per architetti, dipende da come una struttura, un impianto, riesce a vedere strade, piazze. Se vicino ad un albero arriva la semplicità, vicino alla fontana la buona fede, chi ha fatto un matrimonio con il suo paese, ha a ben vedere valutato con giudizio. Sbaglia chi vuole un divorzio, una requisitoria, un dibattimento sommario, per avere visto da quella finestra, nello spazio urbano un furto, magari di un suono. Affrontare la crisi, anche economica degli spazi, spetta ad un capo che corregge e modifica, che tiene lontana la volontà di sconfiggere le crisi in modo potente. Spesso il rapido ” declino ” di un politico si misura da queste situazioni, s’inizia a descrivere dell’ambiguità istituzionale. Il problema è scrivere ai giornali che la scuola non deve essere di ” sinistra “, quindi non essere disponibili, per molti problemi, che con la sinistra non hanno a che fare.
Una vecchia costruzione, una casa ” sgarrupata “; per usare i film, ha un’altra visione, con meno dati economici, allo spazio urbano ha sempre partecipato, oramai è abituata. Come si sviluppano le cose storicamente, dipende però da come si affrontano i problemi, scrivere ” è vecchia la storia ma a furia di sentirla è svanita dalla memoria “, sa che una linea, anche non redditizia, capita spesso con i bus, va garantita per lo sviluppo urbano.
Un piano urbanistico generale, che riconosce esigenze economiche e politiche, che spesso serve ad ascoltare i ” colleghi “, nelle commissioni sia per quello che riguarda i politici, che gli economisti.
Il terreno urbano non deve coprire di poca gloria, un PUG spesso prende di sorpresa, fa apparire quello che non ci si aspettava.
Il problema dell’agricoltura, dell’occupazione, in molte zone del sud, è legato al tipo di urbanizzazione, molti legano il mercato del lavoro ad un contesto internazionale migliore. Un terreno agricolo, in città, è scontato che sia solo un ” segnale ” chiaro, del tipo di lavoro che esiste, se si acquista questo spazio, il beneficio gratuito,è nell’interesse, nel rapporto con i segnali del mercato del lavoro, se ovviamente non vi è ” valuta ” si mette in crisi la possibilità di sopravvivenza, tutti dobbiamo avere, soprattutto dai terreni agricoli ” i soldi per mangiare “. Come la storia insegna, gli interrogatori, con ipnosi, droghe, deprivazioni sensoriali, sono solo per le ” spie “, quindi è chiaro che bisogna dare il ” sostegno ” a chi crede in un mondo migliore, nella democrazia, che spesso dice che la valuta è la forza dell’oro.
Oggi la Chiesa, da stimare e lodare, spiega queste cose, democratiche, nelle scuole per i parrocchiani sull’enciclica, ieri era Padre Lombardi, che scoprì il mezzo radiofonico, per fare comprendere i discorsi del Pontefice. L’americanismo si è sviluppato con un Presidente che faceva discorsi alla radio alla sua popolazione. Non si può dire che americani e Chiesa oggi come ieri hanno l’ostruzionismo della sinistra, hanno le spie al lavoro, si tratta di una ” cultura vecchia “, abbiamo molta più democrazia, un valore della democrazia europea importante. Un importante cambiamento istituzionale, che deve essere riconosciuto come valore alla Lega Nord, importante partito, è quello dell’autogoverno e dell’autonomia, quindi cerchiamo una democrazia europea in buoni rapporti con le autonomie.

Photo by Daria Sannikova on Pexels.com

Molti hanno fatto una scommessa, che un politico non serva più, si ricordi che il mercato del lavoro è qualificato, quando è sindacalizzato. Poi vi sono mercati di lavoro marginali ( spesso quelli in cui i politici ci mettono ). Chi è che usa la valuta, l’oro, conosce anche lo scopo speculativo.
Giuseppe Di Summa è sempre per un testo del sindacato e della Confindustria, che hanno appositi strumenti di pubblicità, come giornali, radio.
Anni fa al tempo del Governo Prodi, consideravo una consulenza per l’economia, una buona definizione della situazione italiana, che spesso spetta all’Istat. Il soggetto che ha un lavoro viene qualificato come facente parte della popolazione attiva. Il limite del mercato, è spesso visto in quello del quale noi non ne sappiamo molto, la buffa storia dell’inquinamento ambientale, buffa per il fatto che l’ambiente interessa la collettività, prima di prendere le parti dei ” verdi “, dobbiamo sapere essere per prima noi meno ” comici ” con le nostre scelte. Se ti trovi indebitato, hai una perdita patrimoniale, ovviamente non fai diventare qualcuno Senatore oppure Onorevole, è un ottima scelta, in Italia, come nel mondo, abbiamo avuto la crisi di grandi banche. Con il tempo il nostro potere di acquisto, si confronta con le persone che sono elette, ognuno di noi, nella sua struttura, ha delle aspettative razionali, è razionale, non spreca, soprattutto se studia economia. Una persona che deve dare all’autorità amministrativa deve essere esperta, anche di politica, molto spesso, noi blogger, non lo siamo, abbiamo nel parlare e dire di politica una tiratura invisibile, non conosciamo il diritto amministrativo come i candidati. Se esiste la ricerca del significato di un candidato non diventato parlamentare, è il nostro soggettivo, lui poi si appellerà a quello oggettivo, avrà altre idee sul suo risultato sfavorevole.

Pubblicato da cambiogiorno

Un progetto web concluso ed archivato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: