AVVISO AL LETTORE : Il Blog CAMBIO GIORNO, dal 31 Gennaio 2023, ha chiuso tutte le sue rubriche. E’ attiva solo la sezione Parlare e dire di politica.

IL PERCORSO, AMORE, LETTERATURA.


In quale città hai detto ” ti amo “, ” TI VOGLIO BENE “, hai avuto una storia. Il nostro romano, nella domus esercitava il completo controllo sulla moglie, da questo rapporto nasce la parola struttura sociale per sapere cosa sia ereditato e trasmesso oggi : La struttura sociale, con religione e tradizione, le regole erano in mano agli uomini e ci si aspettava che le donne le seguissero. Noi abbiamo il problema della differenza tra un testo tecnico, rispetto ad uno che serve solo alla divulgazione, alla lettura, passando il tempo. Direbbe Giuseppe ” coming up go to the step one :cover story about us “.


IL MODELLO OPERATIVO.

Iniziamo col politico, che ha saputo fare il discorso della Montagna, non solo per dire sono nella tua casa con gli alpini, dicendoti guarda che sono io che ti faccio domanda, “come potrai dire al tuo fratello ‘permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio’, mentre nell’occhio tuo c’è la trave?”. Giuseppe risponde, con un testo.


COSA IMPARARE.

Ti presento una recensione di storia, scritta negli anni 90, quando si diceva si saprà la verità sul Fascismo, si direbbe quindi, come è stato,che ogni politico che aspira ad una direzione politica, lo dovrà sapere, come dire il ” buffone ” sarà sostituito, da chi è nella ” realtà “, quando uno nella vita scrive di quelle che sono opere, buone o meno, deve aspettarsi lo ” pseudonimo “, un modo di dire ” alleato “, se quindi l’opera non è completa non sarai compreso ed appoggiato.


Nel solo ricordo possibile, nel silente mare azzurro, la vita insegna molto, vedi le stelle lontane

Giuseppe Di Summa

Joyce e Trieste

Uno scrittore ha bisogno di un posto tranquillo dove vivere bene, oggi molti pensano che la città sia un posto dove fare il supermercato con la moglie solamente, una città come quella triestina ha visto entrare in essa per insegnare inglese il famoso scrittore. Nel 2004 viene realizzata sul Ponterosso una statua dedicata allo scrittore, che ha fatto vivere a chi scrive le ” allucinazioni ” triestine, visto che ho cercato i dolci triestini resi da lui famosi presnitz, non ricordandomi mai come si chiamano. Si racconta di un amicizia tra Joyce ed Italo Svevo, si ricorda che cambiò ben otto abitazioni, nell’arco di 10 anni, quindi anche lui aveva, per soldi, come tutti, difficoltà a vivere bene. Cambiava professione spesso a Trieste, doveva resistere alle umiliazioni, visto che veniva da famiglia alto locata irlandese, qualcosa sarà successo con la sua famiglia, vi chiedete, per non vivere più bene, scegliere l’esilio in terra triestina, non aveva sposato la morale cattolica della sua famiglia, che gli lascia in eredità dal padre delle buone abilità nel canto, con le quali guadagnerà qualcosa, era un apprezzato tenore, poi non ebbe fortuna. Si sentiva dire in patria ” lei ha scatenato una rissa “, ed era vero, da ubriaco lo aveva fatto, un modo per dire che non viveva bene, Berlitz School, sembrava la soluzione migliore, convinto di andare a Zurigo, fu invece, con inganno dirottato a Trieste, dove diede lezioni anche al Conservatorio di Musica.

Photo by Startup Stock Photos on Pexels.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: