Una rubrica terminata, non tanto per la ” nostalgia ” dello ieri, spesso, quando ci ” caccia “, siamo come un ” neonato “, che non ha nessun potere, nasce in noi il desiderio di essere ” definiti “, di ” presentare le fonti ” , molti vorrebbero dare musica alla loro ” nostalgia “. Vogliamo rivivere amori, case, nazioni, come se fosse come a quel tempo, avessimo ancora quel luogo. Come tutti abbiamo conosciuto la musica, quando abbiamo compiuto il nostro cammino di educazione nella società, non solo, con lo sport, abbiamo imparato che la sensibilità verso la musica, ci porta ad essere più veloci nei movimenti. Si dice che ballare faccia bene al sistema nervoso. I suoni musicali sono espressivi, riconoscono una forma di intelligenza, non solo il nostro sistema nervoso ha bisogno della giusta forza per cogliere il bene della musica.

Non sappiamo se la musica, lo sport, il cinema, danno valore alla esperienza corporea, tutti noi che siamo amanti, io da sempre, di Madonna, aspettano da lei aggiornamenti, nel suo ascolto. Il libro ” Madonna : Santa e peccatrice ” di Mary Cross, esprime il valore, che ha per una cantante, anche famosa, lo studio di registrazione, le persone giuste. Prima della sua prima apparizione televisiva, importante, il mio idolo, rispondendo ad una domanda, su cosa stesse facendo, cosa avrebbe fatto, nei suoi anni della musica, rispose, senza usare le parole precise, che avrebbe guidato il mondo, diciamo non avrebbe conosciuto frontiere.

Nel tempo abbiamo imparato, dai nostri idoli, che la musica è piena di cose strane, che farebbero di tutto per avere una immagine, una foto, un video, che attiri l’attenzione del pubblico.

Molto spesso, nei programmi dei discografici, delle radio, gli artisti imparano che non suonano per il loro solo ” capriccio “, non molti suonano per il fatto che a noi ci ” cacciano ” da un luogo, anche se la musica, nel passato, per difendere concetti, come amore, patria, ad esempio, ha creato i poemi sinfonici, con temi molto nazionalistici, Bedřich Smetana, tra il 1874-1879, compose ” La mia patria “, non solo divenne famoso per ” La sposa venduta “, ponendo le basi di un linguaggio musicale di carattere nazionale, è famoso anche per il tema di apertura di questo post, che il sistema nervoso, ci deve permettere di ascoltare la musica, in lui insorge una forma di sordità sempre più grave (sentiva una nota acuta nella testa, poi riprodotta nel Quartetto n.1 “Dalla mia vita”),

Sia la musica, quella classica, oppure, quella del nostro idolo pop, il maestro, il musicista, il cantante, rimane nel tempo ” famoso nella città “, in quei luoghi, i giovani ancora ne parlano, sia per amore, che per chiasso, divertimento, questi sono gli anni giusti della musica.

Photo by Sides Imagery on Pexels.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...