Abbiamo un nome.

Le aziende radio e tv, hanno criteri elastici, per individuare cose non convergenti, con la loro programmazione, che spesso gli arrivano in modo casuale, con un testo, una immagine per loro ” indefinita “.

Photo by Frank Good on Pexels.com

Gli attori sono quelli che vanno sul palcoscenico, i monologhi, sono un duro banco di prova. Quando vengono mandati in onda le voci di una canzone, solo audio, senza la musica, sappiamo che la voce è un insieme di suoni armoniosi, che non tutti possiedono. Questa è una esperienza diversa, ascoltare le parole delle canzoni, senza musica, senza il pentagramma, ricordando che le canzoni hanno un loro ” dizionario “.

Uno dei testi più famosi della musica, di John Lennon, un brano pubblicato nel 1971, Da allora è stato calcolato che il 45 giri abbia venduto oltre 1.6 milioni di copie nel solo Regno Unito, anche se in Gran Bretagna, Imagine fu pubblicata su singolo solo nel 1975 . Vi è un aneddoto per noi che siamo sempre stati amanti di Paul McCartney, l’autore Lennon, gli scrisse una lettera sul Melody Maker «Imagine è Working Class Hero  con dello zucchero sopra per i conservatori come te!»

Knock on wood, un modo di dire idiomatico dell’inglese per allontanare la sfortuna, simile al toccare ferro italiano, è un pezzo del 1966, qui nel video in una cover di Emi Stewart, l’autore è Eddie Floyd, ha cantato la canzone pure David Bowie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...