La letteratura.

Abbiamo poco da fare quando ad un ” paese ” si chiede la moneta, la bandiera, non si sbaglia, seppure anche la ” letteratura ” è cosa importante. Una cosa ci ” imbroglia ” quando è sempre opposta a qualcosa di semplice, pensate al numero 3 ai suoi multipli, da calcolare come prova del 9 in uno spazio. Nella comunicazione abbiamo bisogno dei collegamenti, che spesso da questa prova del ” 9 “, sono generati.

Photo by KML on Pexels.com

Chi ci dice di ” SI ” ci semplifica il lavoro. Come scriveva il poeta italiano D’Annunzio, mi alzo dalla sedia, non senza la durezza della vecchiaia, sicuramente lui saprà della sua opera oggi chi ne ha fatto un ” multiplo”, seppure la firma su ” Di me a me stesso ” rimane la sua. Pirandello, in Sei personaggi in cerca d’autore, scrive anche che ” bisogna che la Signorina si contenga e creda nel suo interesse “, abbiamo finalmente trovato le ” Signorine “, quindi una donna fa una scelta, anche se è stata con altri, ci dice ” SI “. Per certi rapporti tra giovani e vecchi qualcuno pensa allo psicologo. Le cose che durano poche ore, nella letteratura, sono sempre qualcosa di ” avventuroso “. Voltaire ne Candido, esprime la speranza nei propri ” compatrioti “, quando scrive troveremo dei francesi che ci potranno aiutare, uno se ascolta il furore, come spiega il filosofo, difficilmente si sposa, non solo ha rapporti duri ” con una ragazza del suo paese “. Uno dei migliori scrittori di sempre Omero, spiega benissimo quello che ” impedisce “, diciamo ” contende “, senza arrivare ai Promessi Sposi di Manzoni, è il desiderio o meno che abbiamo su di lui o su di lei. Per tenere contenti quelli che lo vogliono scritto dal Manzoni, nel Capitolo XXVII, si scrive di un uomo e la moglie. Il rapporto tra Don Ferrante e la moglie è così citato ” la moglie è la padrona, ma lui servo, no, manteneva anche il genio della penna “. Il Manzoni spiega che i contadini avevano, anche da analfabeti, bisogno di scrivere una lettera, che la missiva giungesse a destinazione, che sia onesta, dica le cose riferite dal contadino. Per il contadino, sotto la scrittura, vi è un tesoro, che ha amici, che è ospitato nel suo ” paese “, cosa che succede anche a Renzo, nel finale dei ” Promessi Sposi “, quindi riprende i rapporti con i vecchi amici e racconta tutta la sua storia. Oggi bisogna essere ” vigili ” sulla crisi di coppia e conoscere il proprio ” paese “. Amleto, personaggio inquietante, ha sfidato in combattimento, ha combattuto, è stato valoroso, noi siamo per una sfida di tipo poetico, cosa diversa. Il Giovane Werther, infatti, conosce il valore della salda tradizione, sceglie la morte, non la vita, ci fa riflettere sulla dignità umana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...