La stagione 2019-2020.

Vorrei delle foto, dei libri, delle canzoni, può sembrare un modo imprecisato di scrivere. Usando il Blog, che ha il nome CAMBIO GIORNO, abbiamo anche espresso quello che in termini numerici, nel mondo digitale di oggi, è chiamato “ algoritmo “, oppure meglio contatti, visite, interazione, si sa quando siamo nel mondo della quantità il problema non è solo matematico, di misurazione, è spesso anche filosofico.  Entrare in possesso del nome “ CAMBIO GIORNO “, con esso si vuole sottolineare che per scrivere, oggi come ieri, bisogna trovare il tempo in molte occupazioni, quindi il Blog ha trovato il tempo per questa scrittura. Boccaccio, grande scrittore, in merito alle persone, sa che molti di noi abbiamo fiducia, consideriamo gli altri, dal punto di vista personale, quando leggiamo, ascoltiamo, degni di fede.  Un progetto in rete deve essere visibile, non essere scolorito, ad esempio,deve dare la possibilità, nel nostro caso, di fare dare agli scrittori con le scritture, delle esatte definizioni, del proprio lavoro.  Il nome di un Blog, è per molti un numero, anche di mi piace, il numero dei libri, nel nostro caso, con lo sport, la musica, vi è la possibilità di dire, di pensare, non in modo astratto, in un mondo che vive di conti, globalizzazione.

Come si è formato il Blog Cambio Giorno, lo leggi adesso, che dal Settembre al  Novembre 2019, siamo in pausa, ora che abbiamo introdotto gli interessi, ci siamo rivolti alle famiglie, la definizione, la nostra visione, del rapporto con la scrittura, è visibile, per il fatto che Parlare di politica è parlare di globalizzazione, con il nome Giuseppe Di Summa, seppure la mia comunicazione, se leggi in Mai Scrittore, parte dal legame tra politica e Storia dei romani.

L’argomento della scrittura su un Blog, cambia rispetto a quello delle riviste, dei giornali, quindi, riflettere sul motivo per cui Parlare di politica, vuole dire spiegare le crisi di Governo, prendere una parte, come spesso fanno gli editoriali dei giornali, nel nostro caso, rimane solo “ parlare di globalizzazione “, ovviamente le parole del cuore, sono diverse da quelle dei conti. Possiamo citare nel primo caso Dante, scrissi quelle parole in fondo al mio cuoreO mente che scrivesti ciò ch’io vidi, Qui si parrà la tua nobilitate, ove si dimostra che il cuore, i sentimenti, come leggi nel Blog Cambio Giorno, nei titoli scelti sono importanti, seppure Giuseppe Di Summa, nel suo percorso di scrittura, non ha scritto del cuore. Quindi sappiano i visitatori del Blog, che la mia firma, ad un testo, nasce dall’ avere svolto il percorso che ho chiamato “ Mai Scrittore “, sapendo che il mio interesse, come sempre, è acceso, per le cose che si verificano nelle aziende, seppure ho scelto di ospitare il cuore, i sentimenti, di bravissime autrici, soprattutto.

Il primo libro che ho letto da bambino è il Cuore di De Amicis, dedicato dall’autore ai ragazzi delle Scuole Elementari, racconta lo svolgersi da parte di un “ ragazzo “ del proprio anno scolastico, si legge su Wikipedia che  Il libro ha «ispirato oltre trenta tra scritture e rifacimenti», io non sono stato ispirato nella scrittura, seppure per gli insegnanti dal punto di vista etico e pedagogico, è importante.

Quindi al percorso Mai Scrittore si aggiunge il caso di studio denominato La Filastrocca del Minibasket, che non è il racconto di un anno scolastico, si deve comprendere che sui soldi, i numeri come scriviamo in partenza, non bisogna essere enfatici. Le valutazioni, le operazioni, quello che intende fare, sono diverse dalla scuola, la scrittura del testo è diretta, corta, sapendo che l’investimento tecnologico, passa per le preferenze delle persone, sa che, usando il termine People, nel marketing, le persone cambia, visto che si condivide l’esperienza di consumo. Lo stesso la parola bambino, sport, cambia tra inserirla nel racconto di un anno scolastico, con il confronto con un programma di allenamento sportivo, sapendo che i servizi, le strutture, scuola, oppure azienda sportiva privata, hanno dei mezzi di protezione, della loro attività.

Il 2019-2020 vivremo il momento degli AUGURI, per chi vorrà partecipare. Scriveremo a Natale 2019, poi a Gennaio entreremo in pausa, sino a Pasqua del 2020, quando scriveremo ancora. Questo è il programma visto, con un esempio, che chiaramente riguarda le competenze comunicative di un medico, che sa che il paziente è consapevole del suo stato di salute, che ovviamente ci è arrivato con un percorso di diagnosi e cura. E’ chiaro che è vitale, con questo esempio la comunicazione che serve, come si dice questione di vita o di morte, si sa che le informazioni inesatte, di un messaggio verbale, spesso nascono da non essere, come richiesto ” alleato “, in stile medio- paziente. Questo è un esempio di comunicazione per molti di successo, , noi sostituiamo la parola ” alleato ” con quella ” AUGURI “, per vivere un momento di felicità, quindi completeremo le nostre categoria del Blog, con proposte formative diverse, controllando l’esito del messaggio comunicativo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...