YOUTUBER – GDS-

YOUTUBER GDS

Giuseppe Di Summa è su YOUTUBE, tra poco arriva il curriculum, è anche il diario audio di CAMBIO GIORNO, sono essenzialmente suoni, immagini, che non esistono, provengono dalla mia casa. ovviamente non sono quelli di un Professore, stanno attenti alla teoria, visto che YOUTUBE, censura, facendo bene, teorici strani. La condivisione sociale, in merito all’audio, è anche ruminare a volte, qui abbiamo la nostra ” record research “.

Nel nostro progetto web è presente un audio, non sempre perfetto, che vi guida nel percorso di navigazione, che completa, ove possibile, l’archiviazione dei testi, nelle varie categorie.

Eccone una sintesi :

Il suono presente sul sito web in una sintesi che ne esprime la lunghezza, in alcuni punti, non è definibile, come un suono radiofonico, seppure è un diario audio, di questi anni, per essere ironico, come protagonista, con la voce del mondo web.

Il suono c’è, anche se è riassunto, modificato, nella sua estensione. Non si possono spiegare movimenti culturali, dandone notizia, la cultura, infatti, dovete dire sempre come la ” chiamate voi “. Quando non si può comunicare per via esterna, ad un Blog, si possono evitare troppi toni alti, il volume a volte è basso, si tratta di avere pazienza nell’ascoltare. I movimenti abituali, camminare, correre, stare in piedi, se la voce non riesce bene, possono essere tolti. Per ripassarsi le voce, quando si è in treno o autobus, bisogna avere le cuffiette, come prima il walkman, sapendo che tutto viene verificato, comunicato, alle visite mediche, Per produrre una voce stai cadendo in trappola, accetti la sfida del regno del linguaggio, di chi è un professionista degli interventi motori. Puoi scrivere e usare il computer, oppure in alcuni giorni non farlo, devi togliere l’effetto di una frase, che vale ” acqua fresca “, riflettere su quello che hai registrato, per quale motivo hai lasciato sempre zero. Sai che i generi di scrittura, sono dei buoni appoggi, il passaggio all’interesse, al tipo di lettore, ascoltatore, non passa per una dimostrazione di una minoranza. Una persona per scrivere deve conoscere una società, il suo schema di comunicazione, essere onesto, capire i benpensanti. Vedere non solo le partite alla televisione, sapere come nasce una malattia mentale, se nel lavoro non si ha coraggio e si perde tutto. Sa che chi scrive riceve a volte minacce, si occupa di casi di violenza, privata, sessuale che sia, di lesioni, altro non ci interessa nella valutazione di un uomo a volte, che la sua onestà, soprattutto quando è senza lavoro, ha perso tutto. Di tutti si richiede lo studio psicoanalitico in questi casi, per capire come ha perso l’interesse allo studio, la sua autostima, come si ritiene semplicemente uomo. Se prendi un testo, ad esempio, di diritto trovi tutti questi principi, che nella legge trovano significato, si scrive, altro, invece, su uno scherzo comunicativo. La scena cinematografica, teatrale,. musicale, ha bisogno di materiale. Non tutti nel tempo parlano di uno che non conosce nessuno, seppure questi argomenti sono frutto di attualità, di interesse dello scrittore, a volte, protagonista, diventa pure, chi non vuole conoscere più nessuno, non vuole comunicare, gli base dire sempre ” non c’è male “, è stato famoso e sta sulle sue. Non puoi dire una ” pagina bianca “, da sempre, vedi Alberto Moravia, gli scrittori si sono curati degli ” Indifferenti “, si sa le donne pensano al loro ” Michele ” di turno, anche a colazione, si preparano si guardano allo specchio, come a noi che non siamo, nella loro mente, non ci pensano proprio, per rifarci ad un breve passo del testo di Moravia. La teoria ha un certo valore, il bello da non perdersi, è la Professoressa che è un concorso del suo liceo, un suono che qui non esiste, come nemmeno l’immagine, è così che spesso si riconosce la ” cultura “, senza gli scherzi, si sa la scrittura cambia da pubblica, istituzionale, personale che sia, le frasi per molti sono un ” buco nell’acqua ” senza queste forti basi, chi scrive non dissente, non ha fastidi per questo, nella realizzazione del testo vi può essere consonanza, anche se poi è il ” coinvolgimento lavorativo ” che fa il testo. Molti quando scrivono, vogliono prendere ” 30 “, anche per rispetto al lettore, chi scrive alla maturità prese un voto ” mediocre ” di scrittura, fu subito avvistato, che scritto e orale devono coincidere. Oggi la pagina bianca è un ricordo, seppure ha vissuto di queste due realtà il mio studio, sapendo ogni cultura ha i suoi simboli, a proposito del liceo. Si ricordi una data, 11 Settembre, quando in modo inaspettato, un attacco a sorpresa distrusse degli edifici simbolo della cultura americana, molti conservano ricordi, soprattutto fotografici, di quegli edifici che non ci sono più. Noi quasi tutti abbiamo ancora i nostri ricordi di scuola, negli edifici, intatti, dove non possiamo avere queste sorprese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...