Parole ” sorde ” e parole ” attive “

grayscale photography of bottle beside saucer
Photo by Simon Matzinger on Pexels.com

 

Ultimo posti ispirato dal testo di Roger Bartlett, Storia della Russia, Oscar Mondadori Storia, ove si può riflettere sulla fine che fanno le confidenze di un diario, su quelle che, invece, fanno, come consigli, le parole che sono di esperti e politici a confronto, per una teoria d’avanguardia.

Sarebbe troppo dire che qui possiamo fare ” il confronto “, dato che io non sono Professore, non lo sono mai stato, come si legge qui, Bartlett, invece, è un insegnante di livello.

Durante una Lectio magistralis viene ricordata la visione di Andreotti, che sicuramente mai avrebbe riconosciuto un blogger come me, nel 1983 una copertina di Panorama s’intitolava ” Giulio d’Arabia “, si legge in un articolo della Stampa online. Un titolo che si è preso quando anche lui, non pare vero, fu bocciato come candidato alla Farnesina. Lui, come al suo solito, vinse la sua ” battaglia “, guidando gli esteri dal 1983 al 1989, quindi se qualcuno di noi in quel periodo si è affermato all’estero, per fare una battuta, lui con la sua rete di contatti lo sa, di certo lo sa pure lui. Poi di lui si è  detto ” Giulio ecumenico “. Si legge che nessuno può parlare di Andreotti come ingenuo.

In Russia nel 1928 si da origine al culto della personalità, caro a molti dittatori, si promettono riforme, si creano categorie professionali per questo, noi, invece, nella nostra bella democrazia, non siamo giunti a questo, dopo il boom economico, abbiamo conosciuto una vita tranquilla e un miglioramento materiale della nostra esistenza, ci riferiamo all’Italia. Noi abbiamo avuto un rapporto con la personalità politica, che nel mio caso non mi ha mai riconosciuto, essendo scomparso dalla scena politica quando sono diventato grande,

Si legge sul sito 30 giorni della testimonianza di Primakov, sul diffciile 1991, del periodo della guerra del golfo, di un suo libro dal titolo italiano ” Dall’Urss alla Russia “.  Vi è un capitolo, in questo libro, sui rapporto tra Primakov e la ” famiglia del Presidente “, questo politico, morto nel 2015, come Andreotti è stato Ministro degli esteri, in Russia, oltre che Primo Ministro. 

Confrontarli qui è difficile, nella sua carriera professionale vi è un lavoro a Radio Mosca, fu un sostenitore del multilateralismo, ha creato la ” dottrina Primakov “, il ” triangolo strategico “, una politica di mediazione a basso costo per la Russia, di certo ha assolto così il nostro Andreotti, anche lui famoso per politiche di mediazione, seppure il triangolo era tra Cina, India e Russia. Il 12 Maggio del 1999 viene sostituito, al suo posto arriva Putin, personaggio ancora famoso.

A Primakov è stato consegnato il Premio Demidoff, un riconoscimento scientifico, che per risolvere la questione di sopra, autorizza nelle Università a fare lezione. In questa maniera, cosa che non non possiamo fare con i miei post, ovviamente,  le spiegazioni non rimangono sorde, vengono ascoltate e imparate dagli studenti, a cui spesso si dice tu devi restare qua, nell’università, con questi, gli studenti, che si devono imparare, non la cronaca, sui quotidiani, oppure i blog, si devono imparare come si costruisce, con il compromesso, un periodo solido di pace per tutti.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...