Lettura : La politica e la sua costruzione.

person dropping paper on box
Photo by Element5 Digital on Pexels.com

Parlare e dire di politica, il ritorno del campanile, la via della ricerca è concluso. Restano dei post programmati che compariranno sino a Giugno 2019. Abbiamo ripetuto con il suono un programma politico, di commento del nostro tempo, per vedere se nasce uno spazio nel quale trasferire questo suono. Non siamo ” sotto le bombe “, il suono è quello della tv, radio, comizi, sapendo benissimo che l’immagine, la reputazione, così come crea mercato, soldi, contratto, crea anche voti. La storia, insegna, nel 1944, che durante la guerra, s’intonano canzoni, le canzonette era già d’evasione, tipo Pippo non lo sa, anche se una canzoncina tedesca ebbe molto successo ” Lili Marlene “, tristi note di una ragazza che aspetta triste, l’esercito tedesco la trasmetteva tutte le sere a Radio Belgrado, quindi il suono ha la sua presenza, la sua valenza. Noi non abbiamo trasmesso un dottore, preciso, più preciso degli altri, abbiamo messo il genere politico, nell’intrattenimento, di questo blog, per ripetere un programma, riflettendo sul rapporto tra politica e propaganda.


 

Alcuni passaggi simbolici della politica. 

 

Lettura : Storia dei partiti italiani di Francesco Leoni.

Il fascismo, instaurò una dittatura, che ebbe fine, solo con la seconda guerra mondiale.

Gli italiani, nel 1946, decisero il passaggio tra Monarchia e Repubblica.

Prima della rivoluzione francese non si può parlare mi partito in forma moderna.

Sono i circoli giacobini i moderni embrioni dei partiti politici.

Per rivoluzione intendiamo un nuovo orientamento umano ed una porta aperta per l’avvenire.

Il partito giacobino deve le sue fortune alle armi francesi.

Il partito giacobino, si diffuse, tramite la stampa quella clandestina e del risultato.

Nel 1797 fu introdotto un giornale di propaganda francese dal nome l’italiano imparziale.

L’attività di amicizia, in Italia, per i partiti politici, avvenne in campagne e per l’esercito, attraverso la diffusione di libri gratis.

Massimo D’Azeglio propone L’Amico dell’italia siamo nell’ottocento.

Il movimento della Carboneria fu Murattiano.

I carbonari si dividevano in maestri ed apprendisti.

La Giovane Italia è un gruppo risorgimentale imperniata su tradizione e religione.

La Giovane Italia si avvicina al moderno concetto di partito politico.

Un filosofo definì Mazzini un prete e cesare della democrazia.

Le libertà civiche non potevano che diventare repubblica.

Mazzini diede alle stampe l’Italia del Popolo e Roma del popolo Mazzini sul giornale pubblicò i doveri dell’uomo.

Mazzini e Cavour si accusarono per lettera.

Da Mazzini nacquero il partito repubblicano e socialista Con Mazzini il partito nazionale sostituisce il partito sociale Nel 1843 Gioberti pubblicò il primato morale e civile degli italiani Gioberti ha le sue radici in Lutero.

Cavour proclamava libertà e democrazia.e Cavour diede avvio al giornale il Risorgimento Nel 1892 nasce il Partito Socialista


 

Le relazioni.

Prosatori negri americani del novecento.

 

La musica è stata l’unico vettore di riconoscimento di una persona di cultura afroamericana.

Attraverso la musica negra abbiamo la fusione di inglese, francese.

I rumori dei luoghi stregati o delle macchine divengono suoni.

L’europeo ha una relativa distanza dal problema della razza.

Il riconoscimento della natura umana e della african race.

I negri in America si sono battuti contro la schiavitù.

Il PESO DELL’ORATORIA DEMOCRATICA E’ CHIARISSIMO.

Il figlio compatisce dal profondo del cuore ogni nazione.

i LIMITI DEL COMMONS SENSE spiegano quello che il ragazzo negro deve subire.

Si giunge all’autonomia economica del popolo negro.

 

L’informazione


La domanda che ci poniamo con una riflessione di Scienza Politica., è come al solito, Governo, Parlamento, Elezioni, Partito Politico, Società, Mercato, come voto, consenso, comunicazione politica, video politica, a che punto stanno ?

Cittadino ma quale cittadino ? Quello di oggi sempre di corsa, stressato, nell’era della tecnologia che già da sola rappresenta una forza, oppure il cittadino che cerca nello Stato dove vive non un potere fondato sulla ” forza “.

Oggi quale è il nostro rapporto con la forza ?

Il cittadino quello che si prende le sue responsabilità, quello al quale in passato hanno detto ” cittadino attivo guai a te !!!!!” passa per un moderno caso di cura della cittadinanza, essere quindi abitante di una città, non ha differenza per molti diritti comuni, che devono essere universali. L’economia presenta il suo percorso, piantare alberi, oppure entrare nell’educazione come terzo settore, creare capitale sociale, sono un ottimo segnale, seppure tutti sappiamo che non stiamo creando un mondo perfetto ( si veda la crisi in Siria argomento di questo testo ).

La domanda è chi è per la sinistra di oggi un politico di professione ?

L’Italia ha scelto un programma, sino ad oggi, liberale e democratico, a cura di Silvio Berlusconi, al quale non si può imputare di essere un imprenditore con i suoi interessi, visto che ha realizzato risultati, si può contestare il suo programma di Governo, in modo democratico, senza ulteriori polemiche.

Un Presidente che è a zero ? Si e speriamo ci siano aria nuova.

 

Il passato dei nostri politici è Cavour, che doveva riformare, in modo amministrativo, il nuovo Stato italiano.

Cosa riconoscere e non riconoscere alla nostra repubblica ?

 

Non un ” uomo qualunque “; come nemmeno un ” fare per fermare il declino “, come recupero di una area di tipo liberale e democratico. Il mercato, il lavoro, sono legati oggi nella difficile questione della crisi. Il dire di Cavour non è il dire di Berlusconi e quindi ” lei che cosa dice oggi nel 2013 ” ?

 

Il partito politico rischia di scomparire, ed è molto importante che non sia consumato, da leadership personali, rimane il contenitori per l’incontro tra la società civile e la politica. Risolvere il problema del fare un partito è importantissimo. La politica è finanziamento, non tutti hanno i soldi, la stampa, la scena mediatica, quando si presentano alle elezioni per fare conoscere il loro programma.

 

Le ferite iniziano con Craxi, che già ammonisce sull’entrata nella Unione Europea, i socialisti votati, perdono i voti si dividono in diverse coalizioni. Il partito ” televisivo ” di Berlusconi, nasce Forza Italia, ora nel 2013 lo ritorna, tenendoci lontano da un possibile incontro con il democratico Obama, nessuna pubblicazione accademica ci può essere con il ” fantasma ” di Forza Italia, dobbiamo sentirla oggi nel 2013, dopo averla conosciuto, anche nei libri, proprio per gli sbagli gli errori del passato, un ricordo, una cancellazione, di un incontro Italia ed America, vanno valutati.

 

Siamo rimasti amici dell’America, vogliamo dunque le pubblicazioni, la nostra partecipazione intellettuale a questa nostra amicizia. Non è che non ci siano i ” nazionalisti “, come sempre, quelli che vorrebbero occuparsi solo delle questioni interne, di non arrovellarsi il pensiero con il tempo presente, con la potente volontà americana di sconfiggere ancora dei valori non democratici.

 

Siamo nel regno di un linguaggio ? Il procedimento Berlusconi contro Italia è giunta, alla giustizia internazionale, il valore di Obama, dell’America, come sempre è giunto in Europa alla giustizia militare.

 

Sopra abbiamo aperto con delle questioni sociali ( le battaglie ad esempio del femminismo, della cittadinanza attiva, che continuano ). Dobbiamo chiedere miliari di vecchie lire, euro sonanti, per l’ingresso nel nostro spazio di commercio e comunicazioni, il PD è una illusione per la creazione di un Governo, che sia favorevole a media imprese, cittadini, oppure i figli degli stranieri, nel nostro Paese, saranno finalmente accolti.

 

Questo è  la buona sinistra, quella di Ciampi, del pareggio di Bilancio, con il grande problema del debito pubblico, dei tagli, con il grande problema della conquista di uno spazio di capitalismo democratico ( sia ambientale che sociale ).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...