AVVISO AL LETTORE : Il Blog CAMBIO GIORNO, dal 31 Gennaio 2023, ha chiuso tutte le sue rubriche. E’ attiva solo la sezione Parlare e dire di politica.

IL PERCORSO, AMORE, LETTERATURA.


In quale città hai detto ” ti amo “, ” TI VOGLIO BENE “, hai avuto una storia. Il nostro romano, nella domus esercitava il completo controllo sulla moglie, da questo rapporto nasce la parola struttura sociale per sapere cosa sia ereditato e trasmesso oggi : La struttura sociale, con religione e tradizione, le regole erano in mano agli uomini e ci si aspettava che le donne le seguissero. Noi abbiamo il problema della differenza tra un testo tecnico, rispetto ad uno che serve solo alla divulgazione, alla lettura, passando il tempo. Direbbe Giuseppe ” coming up go to the step one :cover story about us “.


IL MODELLO OPERATIVO.

Iniziamo col politico, che ha saputo fare il discorso della Montagna, non solo per dire sono nella tua casa con gli alpini, dicendoti guarda che sono io che ti faccio domanda, “come potrai dire al tuo fratello ‘permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio’, mentre nell’occhio tuo c’è la trave?”. Giuseppe risponde, con un testo.


COSA IMPARARE.

Ti presento una recensione di storia, scritta negli anni 90, quando si diceva si saprà la verità sul Fascismo, si direbbe quindi, come è stato,che ogni politico che aspira ad una direzione politica, lo dovrà sapere, come dire il ” buffone ” sarà sostituito, da chi è nella ” realtà “, quando uno nella vita scrive di quelle che sono opere, buone o meno, deve aspettarsi lo ” pseudonimo “, un modo di dire ” alleato “, se quindi l’opera non è completa non sarai compreso ed appoggiato.


Nel solo ricordo possibile, nel silente mare azzurro, la vita insegna molto, vedi le stelle lontane

Giuseppe Di Summa

Psicologia dello sport : Claudia Maffi

CHI SONO E COSA FA UNA PSICOLOGA DELLO SPORT?
Mi chiamo Claudia Maffi e sono una psicologa dello sport; nella mi attività professionale mi occupo di mental training rivolto sia ad atleti adulti, professionisti ed amatori, sia collaboro con scuole di ciclismo e mtb in cui lavoro con ragazzi di età compresa tra i 6 e i 18 anni.
Tuttavia non mi occupo solo di ciclismo, collaboro con atleti che praticano vari sport.
Con atleti da 11 ai 18 anni
Per quanto riguarda gli atleti più giovani, il lavoro che svolgo consiste principalmente in un supporto nella gestione delle emozioni: dal superamento dell’ansia pre- gara, al potenziamento della capacità di restare concentrato, alla gestione della paura e dell’errore, espressione della rabbia, elaborazione della vittoria e della sconfitta della propria squadra, ottimizzazione della coesione e collaborazione fra compagni di squadra, supporto motivazionale.
Per raggiungere questi obiettivi propongo attività che spaziano dalla riflessione a partire da spezzoni di film/cartoni animati, tecniche di rilassamento come il training autogeno e il rilassamento progressivo muscolare, mindfulness, esercizi di respirazione, training attentivi proposti in forma di gioco, esercizi fisici semplici e visualizzazioni mentali; ai bambini più piccoli propongo il disegno e attività carta matita, diari di allenamento per imparare a gestire il dialogo interno e a trasformare i pensieri negativi.
Di solito propongo attività rivolte all’intera squadra, tuttavia sono disponibile a lavorare anche individualmente con i piccoli atleti.
Il mio obiettivo
Ciò che mi preme è che i ragazzi sviluppino un atteggiamento mentale sereno e positivo nei confronti dello sport, il benessere della persona atleta viene sempre prima della performance ed è un primo requisito fondamentale che permette all’atleta di performare al meglio.
Collaborazione con le figure di riferimento per i giovani atleti
Dal mio punto di vista un lavoro di supporto efficace per il giovane atleta deve muoversi su questi tre fronti: atleta, allenatori, genitori.
Per questo, di solito, affianco anche gli allenatori sul campo, partecipo agli allenamenti in veste di “osservatore” e riporto all’allenatore le mie osservazioni circa le dinamiche viste in campo al fine di ottimizzare il clima di squadra e la coesione tra i membri.
Organizzo, inoltre, serate informative rivolte ai genitori al fine di aiutarli a comprendere come possono aiutare i propri figli a vivere al meglio e serenamente il proprio sport.

VISITA IL SITO WEB

Una replica a “Psicologia dello sport : Claudia Maffi”

  1. […] PSICOLOGIA DELLO SPORT : CLAUDIA MAFFI […]

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: