adults bench blur business
Photo by Pixabay on Pexels.com

Possiamo concludere il nostro ” blogging ” con un ” salviamo la specie “, ovviamente i rari autori, scrittori, poeti, pittori, cantanti, gente in genere di questo programma. La natura quindi insegna a salvare un habitat, non solo naturale, quindi nella nostra lingua” egli abita “, ripeto, non mettete il muso, vuole un posto preciso, chi ha acceso il termine ” comunità”, che con i social si è molto diffuso.

” Dove sei ? Dove vai ?” quando un luogo non esiste più, si sa che lo studio della geografia si serve di letteratura, cinema, pittura, quindi dobbiamo capire ” l’anima ” di un luogo, nella religione romana esisteva proprio il culto di un luogo, il cosiddetto genius loci, quindi Secondo Servio, infatti, nullus locus sine Genio (nessun luogo è senza un Genio) (Commento all’Eneide, 5, 95).

Poi da libri, esce il “pazzo “, la ” follia “, che non dice ” egli abita “, che dice per amore ” lei “, quindi i luoghi degli innamorati possono anche essere ” irreali “, si dividono in due, sono nuove età, che cercano noi stessi. ricordate  “il nostro confronto “, lo si trova nella critica del ” grande ” Benedetto Croce, nella critica di uno dei capolavori della lingua italiana, il Cuore, di De Amicis, del quale il grande Croce dice : ” non artista puro ma scrittore moralista “.

Spesso il pubblico accoglie alle feste, scordandosi dei luoghi ove dimorano quelli ” che non vuole nessuno e conosce nessuno “, qui appare il nostro ” Pifferaio “, uno che riesce a convincere gli altri, con il suo suono, seppure nella fiaba incontra un Sindaco ingrato che non gli vuole dare il compenso pattuito. Una leggenda tedesca su chi allontana i topi da un Comune, poi non pagato, con il suono del suo piffero, allontana i bambini un Pifferaio vestito da ogni colore sedotti.

Il Cuore e il Pifferaio, sono un invito, per salvare una specie di scrittori, che non possiamo evitare di fare nostro, ricordandoci il rapporto con il nostro Paese, sin da piccoli. Nel grande capolavoro di De Amicis si legge :

«Dare la vita per il proprio paese, come il ragazzo lombardo, è una grande virtù; ma tu non trascurare le piccole virtù, figliuolo.»

E. De Amicis

Poi esiste altra scrittura che subito parla di ” Infrastrutture  ” al posto di ” habitat ” e ” rete sociale ” al posto di comunità. La scrittura quando si cerca un finanziamento, si chiamano le star della musica e del cinema per questo, apre le porte a uno sforzo finanziario, qui vincono nel luogo, i concetti di lungimiranza e progettazione, le informazioni debbono essere tempestive. si può ridimensionare tutto, se vi è o meno crescita sul territorio. Non sappiamo se dobbiamo correggere la letteratura, comunque anche la preparazione professionale dei lavoratori, bisogna dirlo sa garantire ” la qualità della vita “.