full moon
Photo by Alex Fu on Pexels.com

Quando nasce un suono nella mente, per essere un uomo colto, un accademico, dobbiamo saperci proteggere, non perdere il controllo, non essere figli della medicina, capire che nella notte, per quel suono si può dormire oppure restare svegli, la verità che quasi tutti dormiamo, quasi tutti entriamo in amnesia, non ne sappiamo molto, pensiamo sia un pensiero buffo, la maggior parte nella notte ha altri pensieri, cose private e personali.

Si dice ” poor sleep “, nel dire sonno povero, non togliere, ad esempio, a chi scrive le sue otto ore di sonno, non posso farne a meno, anche se l’insonnia è un problema, come il ” problema del sonno “.

Si dice ” close calls ” chiudi le chiamate per avere un sonno migliore, quindi stiamo attenti alla comunicazione che facciamo, riceviamo, quella che va oltre al pensiero buffo, dormire poco procura un indebolimento del sistema immunitario, non tanto un pensiero buffo.

Tu dormi abbastanza ?

Hai bisogno di altro sonno ?

Non si raggiungono buone prestazioni mentali, come ricordato sopra, si è irritabili, se il sono non è abbastanza.

L’arte è riuscita a trovare i colori anche nella notte.

Penso spesso che la notte è più viva e intensamente colorata del giorno.
(Vincent van Gogh)

4

Oggi 1 Dicembre 2018, alle ore 11.38.11, sul mio computer arriva una notizia importante, da commentare, si legge che il matrimonio fa bene alla mente, allontana il rischio di demenza, un nuovo studio dell’University Royal College di Londra, uno studio internazionale, vuole dimostralo scientificamente. Chi scrive non è sposato, come sempre nell’arco del giorno cerca moglie, fidanzata, sappiamo che dobbiamo conoscere i contenuti intellettuali, non scordarci di quelli spirituali, mi si perdoni se quando scrivo pongo l’accento, ogni tanto, sul fatto di non essere un cattolico.

Il più bel complimento che si possa fare : ” è una bella mente “.

Certo che se dobbiamo dimostrare, quando vale la nostra mente, con la capacità d’imparare, al momento opportuno dobbiamo essere pratici, sapere fare dunque ” mente locale ”

Queste notizie diventano, non tanto colore, quanto del design accade che l’industria faccia il disegno, il progetto, sappia scegliere il colore del computer che parla.

turned on gray laptop computer
Photo by rawpixel.com on Pexels.com

Si può essere a conoscenza di qualcosa, come perdere conoscenza, lo sappiamo, si sta spesso in attesa di un auditorio, oppure di un prodotto audiovisivo oppure in attesa dei  casi di forza maggiore, come vedere il non poterla farla franca, ad esempio, con una lingua straniera, vedi il francese.

Oggi è impensabile, ad esempio, ascoltare musica, suoni, senza il computer, senza i video, gli alti modi creati dalle aziende musicali, nella mente, il suono buffo, la risata, sono superati dalla serietà, spesso ” si pensa a te, la musica, non si sa il perchè “, ” si tenta l’avventura della notte d’amore “, cose importanti nella vita, sappiamo che spesso nella mente resta, impresso, ci piace, un effetto atmosferico, fa caldo, freddo, nevica, oppure l’animazione di persone irreali, tutti mantengono, nell’esercizio della professione, i propri trucchi del mestiere, quindi ” non è facile entrare nel pensiero “, per farsi dire qualcosa di professionale, se non è possibile.

cooltext296038574151874

Il Blog, fare il ” blogger “, oltre agli aspetti formali del progetto web, ha visto crescere il mio bisogno di esprimermi, non a gesti, non rinunciando alle parole, nemmeno chiedendo grandi sforzi d’intelligenza. Si tratta di fare prendere forma, con le parole, le immagini, alla nostra ricerca sul web, in modo da trovare, nel 2019, chi sulla base di queste riflessioni, vorrà continuare a tenere viva la COMUNICAZIONE.