pexels-photo-899317.jpeg
Photo by Mat Brown on Pexels.com

Grazie allo sport, che salutiamo, su questo spazio web. Il gioco fa apprendere, aiuta a muoversi, fa conoscere la musica, questo è sicuro e possiamo dire di ” SI “, annuncia pure una possibilità, di fare non fare, che termina quando si perdono le ” chance “di poterlo fare,

Anni fa, in una scuola, usai uno strumento per fare partire un gioco, per ” dare il via “, sapendo che nella sala di attività vi erano diversi ostacoli per muoversi, apprendere, conoscere la musica, da questo s’impara ad ” ascoltare gli indizi “, muoversi rimuovendo gli ostacoli “, sapendo che la tecnica di chi dissente è che la voce non deve somigliare a quella di un cantante, quindi la voce per guidare il gioco, viene sostituita proprio da uno strumento musicale.

La domanda sarebbe subito : sei musicista ?

E’ chiaro che le moderne tecniche di registrazione, del suono, degli strumenti musicali, sono cosa diversa, da usare uno strumento, magari un flauto per ” dare il via “, il ” music sheet ” lo spartito, diverrà subito qualcosa che non sai leggere, suonare, parlare, scrivere, non hai un lavoro. Dobbiamo dire di ” si “, in un gruppo sportivo, in un gruppo in genere, anche una comunità web, si dicono molte frasi, non tutte possono essere una canzone, non con tutte si può dire ” dagli il via ” nel fare esercizio. La nostra parola non sempre trova, nel suono, nella musica, la sua sostituzione, bisogna anche essere capaci, avere la possibilità, di dire una performance, un  passaggio pubblico, del gioco, in una scuola.

 

pexels-photo-1339874.jpeg
Photo by Magda Ehlers on Pexels.com

Oggi il gioco è zero, la cifra per fare vedere attori, sentire cantanti, fare vedere i movimenti di uno sport, collegata alla mia attività di Istruttore, non sarà più presente online. Il messaggio è ” giocare per crescere “, quindi se tu sei con carisma, empatia, amato dai bambini, potrai fare il gioco ” tu sei il mio burattino “, quindi farti guardare, creare un corpo di chi fa l’esercizio, che voglia immaginare di essere ” quel burattino “; che voglia rilassarsi, socializzare, fare usare la palla, con immaginazione, non solo per fare palleggio, passaggio, tiro, per essere un ” giocatore “, che mette con i canestri, i goal, le sue e nostre cifre.

Poi potrai dire di mirare ” HIGH LEFT !!!! ” in alto a sinistra per fare canestro, magari con il tabellone, nel basket, usando la ” mano sinistra “, quindi ricordarti che sei stato chiamato per questa tua abilità di giocatore, da tramandare ai posteri. Se non hai amici, che visitano la tua pagina social, che non condividono la musica che ascolti, mettono mi piace e commenti, solo sui canestri, i goal, capirai che ” cosa vogliono “, che la musica rappresenti, sia usata, solo per ” rappresentare chi è bravo a giocare “, quando non stai facendo un buon lavoro, non sono bravi i tuoi allievi, rimani alle cose semplici, non entrare nelle cose difficili.

Abbiamo tutti bisogno di un assistente, soprattutto nella scuola, per fare si che le parole del nostro gruppo siano giuste, una sorta di eco-bilancio, in cui possiamo fare leggere, sentire, vedere, il nostro lavoro, in modo che sia insegnato, anche come musica, cinema, lettere, così via, una forma di collaborazione, che a chi si occupa di gioco non è mai mancata, della quale si ringrazia gli operatori.

Non è una buona scelta ” fare diventare antipatico il burattino “, non c’è la faremo mai, quindi ” facciamo scena “, apriamo ” lo schermo “, a quello che piace ai nostri bambini.

Quindi ” la filastrocca del Minibasket “, conclusa, archiviata, è quello che s’insegna in una scuola elementare ?

Assolutamente no, anzi si è tenuta fuori, rimane chi scrive dell’idea che nella scuola elementare vi debba essere proprio un ” maestro di attività motoria “, creato apposta per seguire i bambini. Chi scrive resta nello sport, quindi chi studia, chi conosce gli effetti sonori, comprende come cambia la motricità, tra un burattino, oppure un piccolo atleta, sono movimenti diversi. Non solo, oggi nel mondo globale, non solo locale, è possibile entrare in contatto, con Federazioni Sportive di paesi diversi, è possibile vedere in televisione, bellissimi cartoni animati, che provengono da Stati lontani, dove si vedono ” i movimenti “.

” E’ meglio se andiamo via !!!”

Lo psicologo, il dietologo, il commercialista, le associazioni, le terapie, sono molto importanti nel fare, insegnare, lo sport. Si può dire il proprio parere, sapendo poi che gli altri non sono dello stesso parere, uno schema, finisce in un diagramma.

business money innovation icon
Photo by Pixabay on Pexels.com

Quindi ” la mancanza di innovazione deprime l’Istruzione “, si leggeva anni fa sui giornali, quando la parola suono, sound, diventa musica, music, le cose cambiano, che suonare un semplice flauto per ” dare il via “.

Non sono pochi che scelgono un numero di burattini, come sentire parlare, con i loro figli di incantesimi, meno successo ha ” l’uomo forzuto “, anche se vi sono diversi eroi, come Braccio di Ferro, insomma, è chiaro, dobbiamo conoscere tutti gli eroi, dei nostri bambini, interagire con loro, rispettare quello che gli piace.

man hug pinnochio photo
Photo by Pixabay on Pexels.com