white earphones plug in smartphone
Photo by rawpixel.com on Pexels.com

Parlo incompleto, non mi sento bene, senza la mia canzone, quotidiana, della mia cantante preferita di sempre Madonna, che come sempre ogni giorno devo ascoltare ( ho bisogno della mia dose quotidiana ).

Oggi è arrivata ?

Tu devi essere la mia stella portafortuna – tratta dalla canzone Lucky Star- poi stop, solo questo, si consiglia di fare da soli, in giro, la propria ricerca, nel mondo della musica, in modo che il meglio di voi, si trovi nei testi, nella musica, che vi piace, senza obbligare nessuno all’ascolto. La canzone nasce, come sempre, da sessioni di registrazioni, in cui la cantante per essere soddisfatta della canzone, si è affidata al suo fidanzato del tempo, che ha aggiunto per lei solo un pò di magia.

Tu pensi, come me, che puoi aggiungere alle tue parole, alla tua musica, un pò di magia, solo quando sei veramente in ” feeling ” con l’altra parte, i critici hanno definito la canzone adatta alla danza, seppure dimenticabile.

Bene io continuo a ricordarla, come portafortuna, per la magia che si aggiunge alle parole, per la danza, che non è poco.

A dire il vero, ascoltando le canzoni della pop star, mi viene in mente che quando si aggiunge magia alle parole, qualcuno vorrebbe l’antidoping, anche se la parola magica è ” ti amo “, oppure le parole magiche sono quella mamma.

Tu devi essere pronto nella vita ad esprimerti, con serenità, con coraggio. Introdurre una stimolazione sbagliata, a volte, può alterare il fisico, sapere agire sul cervello, per aumentare una prestazione, è una cosa difficile. Il cervello deve comunque, sapere salvaguardare sempre i muscoli, invitando a rallentare, a capire quando la fatica è troppa, ci si deve sapere difendere dalla fatica.

Ercole, nella mitologia greca, fece ben 12 fatiche, per giustificarsi, diciamo espiare il peccato, di avere portato la morte alla sua famiglia. Gli antichi, dopo un dibattito, si sono fermati a 12 come cifra del numero delle fatiche, si chiede il cammino spirituale, per comprendere la morte, nella vita.  Non possiamo solo credere nella ” buona stella ” purtroppo.

Ercole, contro il Leone, che prova ogni mezzo, ogni astuzia del buon guerriero, prima di giungere al corpo a corpo, perdendo anche un dito della mano, dimostrano che dal Leone ucciso Zeus fece nascere un segno dello Zodiaco.