AVVISO AL LETTORE : Il Blog CAMBIO GIORNO, dal 31 Gennaio 2023, ha chiuso tutte le sue rubriche. E’ attiva solo la sezione Parlare e dire di politica.

IL PERCORSO, AMORE, LETTERATURA.


In quale città hai detto ” ti amo “, ” TI VOGLIO BENE “, hai avuto una storia. Il nostro romano, nella domus esercitava il completo controllo sulla moglie, da questo rapporto nasce la parola struttura sociale per sapere cosa sia ereditato e trasmesso oggi : La struttura sociale, con religione e tradizione, le regole erano in mano agli uomini e ci si aspettava che le donne le seguissero. Noi abbiamo il problema della differenza tra un testo tecnico, rispetto ad uno che serve solo alla divulgazione, alla lettura, passando il tempo. Direbbe Giuseppe ” coming up go to the step one :cover story about us “.


IL MODELLO OPERATIVO.

Iniziamo col politico, che ha saputo fare il discorso della Montagna, non solo per dire sono nella tua casa con gli alpini, dicendoti guarda che sono io che ti faccio domanda, “come potrai dire al tuo fratello ‘permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio’, mentre nell’occhio tuo c’è la trave?”. Giuseppe risponde, con un testo.


COSA IMPARARE.

Ti presento una recensione di storia, scritta negli anni 90, quando si diceva si saprà la verità sul Fascismo, si direbbe quindi, come è stato,che ogni politico che aspira ad una direzione politica, lo dovrà sapere, come dire il ” buffone ” sarà sostituito, da chi è nella ” realtà “, quando uno nella vita scrive di quelle che sono opere, buone o meno, deve aspettarsi lo ” pseudonimo “, un modo di dire ” alleato “, se quindi l’opera non è completa non sarai compreso ed appoggiato.


Nel solo ricordo possibile, nel silente mare azzurro, la vita insegna molto, vedi le stelle lontane

Giuseppe Di Summa

Lettura : Equilibri dinamici

35357261_2196547487258115_1365324550975258624_n.jpg

Vincenzo Sardiello – Equilibri dinamici-

Si fermò un attimo mentre intorno a lei alcuni ragazzini sbeffeggiavano un ragazzo più robusto facendo un gran baccano. Sugli schermi pubblicità mute promettevano la migliore autovettura in commercio. Tutto all’improvviso tacque nella sua testa. La fretta della gente sembrò dileguarsi. Tutto si muoveva al rallentatore. Il mondo di fuori all’improvviso non era più importante. Una sensazione strana e dolorosa. Cosa conta nella vita? Appoggiò le valigie sul pavimento lurido e appiccicaticcio, inghiottì l’aria che sembrava diventare di piombo. Un anziano le si avvicinò chiedendole dei soldi. Si riprese. Diede all’uomo alcune monete, impugnò con forza le sue valigie e proseguì il cammino. Andrea è una giovane ghostwriter che vive con disagio la sua condizione di scrittrice per conto terzi. La scomparsa improvvisa del suo datore di lavoro Guido Pizzigallo apre per lei scenari inediti che la spingono a fare ritorno nella sua Puglia alla ricerca di una nuova dimensione. Qui incontrerà il compagno di liceo Filippo che la renderà protagonista di una strana avventura editoriale. Tra incontri, riflessioni, scontri e delusioni Andrea riuscirà a ritagliarsi il suo angolo di mondo scoprendo la complessità del vivere e il peso delle scelte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: