Sport

Dentro un centro Minibasket.

Di Summa Istruttore

Il programma “ La filastrocca del Minibasket “

Servicio ofrecido a los participantes : Centro, investigación, observación, lista de participantes, informes, evaluación de un proyecto.

Escribiendo en las lengua española e italiana

Presentazione :

Spesso andrebbe ricordato come anche le Nazioni Unite abbiano riconosciuto ai bambini “ il diritto al riposo e allo svago , a dedicarsi al gioco e alle attività ricreative proprie della loro età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica “. Molti dovrebbero essere coinvolti nella idea di partecipare ad un Campo Estivo. Non dovrebbe essere una sorpresa per loro passare l’estate a giocare dato che già nel Medioevo si praticavano “ I primi giochi d’Estate “ anche se non seguivano nessun tipo di regolamento.

Oggi i campi estivi servono a scoprire siti archeologici ma anche lo sport.

Facciamogli fare un giocosport : il Minibasket.

Il minibasket è rivolto ai bambini tra i 5 e gli 11 anni , siano essi creativi , introversi , estroversi , deboli , tenaci , siano più bambini che bambine dovranno confrontarsi con una maturazione fisica , tecnico e tattica.

Chi è l’ allievo ? Il bambino che sceglie di sua volontà di praticare Minibasket e che ci piace pensare aspetti di scoprirlo da anni.

Dobbiamo quindi occuparci del sogno dei bambini e delle loro emozioni , ma non possiamo lavorare solo sulla base della nostra esperienza, dobbiamo evitare l’errore di creare un contesto inadeguato. L’Istruttore non deve essere un maestro triste ma chi si trova nella situazione di stimolare la conoscenza del Biddy Basket-ball deve sapere distinguere le emozioni del bambino da quelle dell’adulto, accettando un ruolo , nel quale bisogna essere pronti a mettersi in discussione.

Cosa insegnare e cosa è importante apprendere ?

– un apprendimento motorio

– formare la personalità

– motivare nell’apprendimento scolastico

Apprendere significa sviluppare :

– Area Affettiva

– Area Corporea

– Area Sociale

– Area Cognitiva

Adquisición del conocimiento de algo por medio del estudio, el ejercicio o la experiencia

Come realizzare il nostro Intervento.

Cercando di creare la collaborazione con le istituzioni, prima fra tutte la scuola , che assieme alle società sportive può garantire che non si dia spazio all’investimento di “ tanto denaro “, anche se di esso c’è la necessità, ma che si crei la possibilità di educare e formare.

Sarebbe opportuno trovarsi un capo magari un professionista della attività motoria , laureato in scienze motorie , ma anche giovani collaboratori che abbiano voglia di condividere solidarietà , amicizia e passione (viviamo insieme un interesse ).

Cerchiamo di valorizzare quello che il bambino ha vissuto , di rendere la sua voglia di movimento anche possibilità di giocare e di farlo comunicare.

Va ricordato che è con la pratica quotidiana che si verifica e si migliora quello che già i bambini imparano durante l’inverno sia in classe che in palestra.

Acción de intervenir.

Su intervención fue clara y concisa .

A ME PIACE L’ATTIVITA’ MOTORIA (  Me gusta el movimiento )

La mia scelta è stata “ creazione e sviluppo motorio “, tutti hanno il loro progetto motorio ( proyecto motor ), quando sono uscito per seguire negli sport di squadra gruppi femminili, oppure maschili, in sport come pallacanestro o calcio, mischiandomi con gli adulti, mi è mancata l’attività motoria di base, che si trova presente nel Minibasket, nell’Easy-Basket, in ogni insegnamento sperimentale.

I Ringraziamenti di fine anno ( dopo l’attività del 2017-2018 )

Il Minibasket di Giuseppe Di Summa, arriva alla sua versione completa ( versión completa ),con la collaborazione, nella stagione 2017, con 3 centri nei Comuni di Oria, Latiano, Francavilla Fontana, dopo 20 anni di attività di Istruttore, esercitata, in modo autonomo, indipendente, partendo da un correre, saltare, camminare, bisogni primari in una città, si è giunti nei Palazzetti, nelle aule scolastiche, a strisciare, rotolare, sapendo che prima dei 9 anni la corsa, vero obiettivo, per molti, anche per me, è carente.

Nell’asilo, ad esempio, è bello proporre salti e saltelli, dentro e fuori dal cerchio, nei percorsi motori ( camino del motor ). Chi scrive il 21, 22, Maggio 2018, ne ha tenuti due a Latiano, per bambini dell’asilo, si deve interessare e divertire, come primo obiettivo.

Un grazie va fatto dunque alle società di pallacanestro che hanno accettato la collaborazione per questa stagione sportiva ( la 2017-2018 )

Nella stagione 2018/2019 si riparte da zero. Non impegnandosi in nessuna competizione, solo in forme di avviamento allo sport, consentite dal ruolo di Istruttore ( Rol de instructor )

En este artículo se ha presentado el caso de la tecnologias para crear nuovos espacios

Information de estudio : palabra verdadera
Comunicación Y Deporte
Palabras
Importancia de la gestion del conocimiento del sistema deportivo

 Para ampliar información : 

proyecto motor

versión completa

camino del motor

Rol de instructor

Giuseppe Di Summa have a 1st level degree – Degree/Bachelor, in Operartion or amministration pubblic and private at the university of Bari. He has experience as a coach ( Minibasket )and dirigent of basketball matured during his 20 years of work as such. From 2004 he has and direct his own web project. He also has experience as speaker gained while working in a web radio.

Former amatorial athlete of soccer, basketball and tennis. He directed minibasket center, participated in association, helped in various research and activities, now present on his personal website.

Motor programs to create efficient sport

WHY MINIBASKET?

It’s all ready to enter the gym dressed with sport suit and shoes together with our kids ,who don’t have to speak about us in a boring way but have to see in our charisma a great way to enthuse e share messages.

For their and our security we provide 3 more definitions:

  • Creation;for us a research center to elaborate and realize a model
  • Progress;for us the performance,oral or written discussion of a topic
  • Motory;that serves the motion which means that it makes the body move in the space or that create a first element of modern words

(Taken from “Presentazione della Filastrocca del Minibasket”)

Running, jumping and Walking


The program “La Filastrocca Del Minibasket.” 

“We should often remember that even the United Nations recognized for children “the right to rest and leisure, to engage in play and recreational activities that are typical of their age and the right to participate freely to cultural and artistic life “. Many of them should be involved in the idea of ​​participating in a Summer Camping. It should not be a surprise for them to spend the summer playing since, already in the Middle Age, “Early Summer Games” were practiced, even if they did not follow any kind of regulation. Today the summer camps are used to discover archaeological sites but also sport. Let them play a game: Minibasket. Minibasket is for children between 5 and 11 years, whether they are creative, introverted, extrovert, weak, tenacious, male or female. They will have to face physical, technical and tactical maturation. Who is the student? The child who chooses to practice Minibasket on his purpose. We must therefore take care of the children’s dream and their emotions but we can not work by considering our experience only, we must avoid the mistake of creating an inadequate context too. The Instructor should not be a sad teacher but someone who can stimulate the knowledge of Biddy Basketball. He must know how to distinguish the emotions of the child from those of the adults, accepting a role, in which we must be ready to question ourselves.

What to teach and what is important to learn?

– a motor learning – forming the personality – motivate in school learning

Learning means to develop:

– Affective Area

– Body Area

– Social Area

– Cognitive area

How to carry out our intervention.

Trying to create collaboration with institutions, first of all the school, which, together with the companies sports, can ensure that you do not give space to the investment of “so much money”, even if we need it, and give the possibility of educating and training.

It would be appropriate to find a leader, perhaps a professional in motor activity, a graduate in physical education, but also young collaborators who want to share solidarity, friendship and passion (we have an interest together).

We try to enhance what the child has lived, to make his desire for movement also

possibility to play and communicate.

It should be remembered that it is with the daily practice that we can verify and improve what the children already learn during winter, both in the classroom and in the gym.

You have tu put in budget and reputation

Why Minibasket ?

The evolution outline will provide an analysis of the ideas which will create a pattern of experiment and future formation.Summarized as follow:

  • Man’s idea
  • Basket’s idea
  • Sport’s idea
  • Structure ‘s idea
  • Work’s idea
  • Formation project
  • Model construction
  • Application of the model in the sperimental course
  • Model
  • Formation course

(text taken from “FORMARE I FORMATORI – MANUALE DELLA FIP SULL’ESPERIENZA BOSCOREALE”)

Running, Jumping,Walking…..

The Finality

Material taken from “Clinic Dirigenti Minibasket-treviso 2002

The considerations that may follow can be useful for who operate at an higher level of Minibasket.Talking of a structure is important,mostly because the Benetton can be taken,as an example or as a model of society which believes in the Italian product,with all the weapons of who wants to make the basket’s movement grow.The ideator have to”think and manifest” to look for the “best” and to create the professionality.We have to highlight a promotional aspect to make the idea become practice and not a rarety.

Planners

The initiative is always the one of physical education,with a connection with the families,even though it changes its institutional profiles,not been directly towards the program,like in the past,to the school’s world.The educational value of the physical activity,its meanings remains of the same importance,who write shares the proposal of a ad-hoc teacher in the elementary school.Also the discovery of the communication,suffers during the time a revision,its emotional states are changed ,feeling good,feeling bad,in our love relantionship with sport

WHY MINIBASKET ?

  • Methodologic pattern:Program the type of intervention
  • 1-The difficult things don’t have to become reason for contestation
  • 2-A problem is faced through a text and a real possibility
  • Goals:
  • 1-Professional sector(your knowledge)
  • 2-The firm become part of the informative system
  • An advice:
  • Information more favorable on an external environment that make a status increase and create a strong human emotion.

Running ,Jumping ,Walking.

ON THE WEB BLACKBOARD/BOARD  

 A series of video of the most common movement of the fame,for both old and young .To the blackboard goes those part of the book,the tables,also the elegance,of practicing sport.In this web space ,Giuseppe Di Summa,embrace the classic vision of his activity in the sport,the one of “corporate” nature,which is for him the most important.The project of Giuseppe Di Summa as an instructor,it’s not a public project,financed,but a limited space,where is shown everything I have been as a Regional Minibasket Instructor.The genre is exactly the of the accountant,of corporate type,we all know that the step in quality are not easy to do.We celebrate the 20 years of Giuseppe Di Summa as an instructor of Minibasket,of course there are places,spaces,where still now school’s projects take place,places where I completely left,this presence confer a different sound to the words,which changes,which you can acknowledge with pleasure in the video section. a series of video of the most common movement of the fame,for both old and young .To the blackboard goes those part of the book,the tables,also the elegance,of practicing sport.In this web space ,Giuseppe Di Summa,embrace the classic vision of his activity in the sport,the one of “corporate” nature,which is for him the most important.The project of Giuseppe Di Summa as an instructor,it’s not a public project,financed,but a limited space,where is shown everything I have been as a Regional Minibasket Instructor.The genre is exactly the of the accountant,of corporate type,we all know that the step in quality are not easy to do.We celebrate the 20 years of Giuseppe Di Summa as an instructor of Minibasket,of course there are places,spaces,where still now school’s projects take place,places where I completely left,this presence confer a different sound to the words,which changes,which you can acknowledge with pleasure in the video section. 

The relationship with the psychology of the sport

The optic of the accountant got the best over the one of the politician and a non-idiots being will not be victim of advertising messages but he will worry about not bringing his families into recession.Of interest to us in every family is the assertive behavior.We are entering not surprisingly into the definition of the scale of our needs:physiological,physical dafety ,love and belonging to a group,esteem and self-esteem,self-realization.Those are all requests that born before in a inconsious way and then in a more conscious way.To realize them,but also to define them,we face the negative previsions creators of social anxiety which means a series of negative images indicator of the simple discomfort which borns from the facing of critic situations,like talking in public.The anxiety play a fundamental role in all life situations ,including the one which are not social-wise,generating emotional states which interact on our thought,our behavior and our emotions.The assertive persons develop an anxiety associated to the fear of judgement from others.It follows that they don’t emit the right behavior for fear,or they fail in the attempt of doing it.

Our journey is passive-aggressive-assertive,we have to dominate the anxiety of fear of failure in us through the assertive behavior which produce the following mechanism:

Self-Efficacy:Not feeling anxiety or discomfort due to the rules

Self-monitoring:knowing how to observe our role and our goals

Self-evaluation:Being able to attribute successes and failures

Self-reinforcement:Gratify ourselves when we reach a goal

You need to be able to:Know how to make and how to refuse requests

Being assertive means living practicing our rights in a natural way,without feeling discomfort,recognizing to the others the reciprocity of this assumption

Source : Presentazione ufficiale Filastrocca del Minibasket.

Training 

The goal of coach is to have a team with an organized way of playing. The goal of an instructor is to do what make us feel good.

Workout

Secret of mind : having enough money to planning , we believe has enough face. 


Je m’appelle Joseph

Moi, c’est Joseph

J’étudie français depuis huit mois

C’est mon dernier examen,

Je travaille dans le sport

Je suis un coach de basket

Je suis en sportif depuis trente ans.

J’ai un diplôme en comptabilité

Ma matière préférée c’est la phylosophie.

J’ai passé une année comme objecteur de conscience

Je ne suis pas marié

“La vie est une phrase interrompue”

(La vita è una frase interrotta)

Victor Hugo


Registrazione dei vocaboli

Nous apprenons des enfants.

Quand je rentre dans la salle de sport, la première chose qui me vient à l’esprit est de contrôler mon groupe, de voir combien ils sont, s’ils semblent ennuyés, s’ils sont nerveux etc…

Cela ne suffit pas de préparer sur une feuille le programme de la session d’entraînement (c’est bien de le faire) il faut aussi l’adapter à l’ambiance qu’il y a ce jour-là dans la salle de sport.

L’ENFANT DOIT SE TROUVER AU CŒUR DU JEU et ne pas le subir passivement.

Notre tâche, comme tous ceux qui mènent tous types d’activités éducatives, n’est pas simple. C’est pourquoi, dans un premier temps, je cherche à mettre en évidence l’aspect psychologique du rapport enfant/instructeur.

Un instructeur a été un enfant ou mieux, continue de l’être.

Le développement des capacités motrices est sans aucun doute lié à la maturation du système nerveux.

Le développement psychomoteur va de la tête aux pieds; l’enfant apprend à contrôler d’abord les muscles des lèvres, puis les muscles oculaires, les muscles du cou, des épaules, du tronc, des jambes et enfin des pieds.

C’est un explorateur qui découvre ses propres mouvements à travers ses relations avec les autres.

Le jeu/sport minibasklet doit tenir compte du développement et des étapes de croissance de l’enfant.

Nous commençons par avoir affaire à des enfants qui ne savent pas lire ni écrire et nous les quittons lorsqu’ils savent désormais (on espère) lire et écrire correctement.


Trovare, scoprire, qualcuno o qualcosa

EDUCATION MOTRICE

L’adulte doit éduquer l’enfant et doit donc prendre ses responsabilités. Une mauvaise leçon de minibasket produit des dégâts et des tensions. Soit l’enfant idolâtre son instructeur, soit il se met contre lui soit il l’ignore.

L’éducation motrice est l’ensemble complexe d’actions et d’occasions intentionnellement programmées et réalisées (pas d’improvisation) pour permettre à tous d’atteindre le maximum de son propre développement.

Le sujet de l’éducation motrice est l’enfant considéré dans toute son unicité, sa complexité et sa totalité.

Elle se réalise à travers des interventions scientifiquement fondées qui guident et orientent sans façonner et conditionner et qui sont guidées par une programmation éducative, didactique, et structurées selon des objectifs, des moyens, des contenus, des méthodes, des sessions de contrôle et d’évaluation.

Nos raisons

Dans le sport il y a les endroits où aller, où rencontrer les stars, les athlètes, où transmettre sa philosophie. Ces derniers, c’est-à-dire les grands joueurs, nous enseignent qu’il ne leur arrive pas toujours des messages d’encouragements et d’estime. Il y a en effet beaucoup de critiques. N’en parlons pas si le joueur ne marque pas, dans le cas du football, ou bien si le gardien de but prend des buts.

Dans chaque bonne formation on sait qu’il faut faire une “confrontation” entre le modèle de l’instructeur et celui de l’élève, ici vous lisez mon modèle, aux prises avec les comportements qui ralentissent l’inspiration théorique initiale, légitime et formel. Nous verrons donc ensuite où nous serons arrivés, avec cette confrontation.

Nous, que pouvons-nous faire ?

Bien travailler sur les capacités motrices comme on dit souvent, ou bien sur les fondamentaux, nous devons seulement écouter et mettre en pratique les mots de Arthur Ashe, c’est-à-dire que “les champions sont ceux qui veulent laisser leur sport dans de meilleures conditions par rapport à quand ils ont commencé à le pratiquer”.

Etre instructeur de minibasket

.Il faut être du côté des enfants, il est clair que dans les parcours de formation et d’éducation des plus jeunes, ces derniers sont reliés à l’instruction qu’ils reçoivent, l’école valorise capacité et habilité, les transforme en connaissances. Il semble donc évident que nous connaîtrons aussi un enfant qui aime lire, ou bien apprendre les tables de multiplications. Ici c’est l’école qui a rempli son rôle, l’école intervient mieux avec sa formation. Par la suite, le sport saura également faire la même chose, soit créer en partant des habilités, des compétences, qui seront les connaissances d’une discipline sportive.

Le rôle de l’entraîneur.

– L’instructeur est dans la dimension du jeu, c’est-à-dire dans le parallélisme entre l’élément studieux qui : observe, élabore des hypothèses, expérimente de nouvelles solutions, et les actions d’un enfant qui joue : observe, élabore des hypothèses, expérimente de nouvelles solutions.

Quoi faire ?

1- Les exercices

L’expérience motrice doit correspondre à un « vécu positif ». Les espaces, les temps, les instruments disent que l’enfant, au sein de ce gymnase, est capable de savoir faire assez de choses, avec fair play, il manque souvent cette connaissance de sa santé et de son bien-être, qui influence l’activité.

2- Le jeu

Le schéma classique qui consiste à se présenter et faire voir des jeux ne fonctionne plus si on ne comprend pas le « pourquoi » du jeu. L’élément commun est le jeu, qui doit savoir s’adapter à l’enfant, en sachant que nous devons encourager pour un résultat ludique-formatif et non technico-tactique.

Le modèle du minibasket devrait :

Soigner l’aspect des choses qu’ils doivent savoir ;

Ce que je suis en train d’apprendre et quand j’ai besoin d’habituer les enfants à utiliser leur tête

Faire attention à la compétence et à l’apprentissage technique en sachant qu’il y a abandon s’il y a trop peu d’espace.

Comment l’instructeur doit aider l’enfant ?

En lui permettant d’acquérir des connaissances utiles

Le conduisant à apprendre des habilités qui sont nécessaires pour pratiquer le minibasket

Le faire s’emparer des meilleures connaissances pour jouer un match

Savoir enseigner avec une théorie et une méthodologie des activités motrices et sportives, en sachant très bien que l’éducateur sportif, qui travaille avec les enfants dans le cadre de l’introduction au sport, bien souvent ancien athlète par choix des clubs, doit savoir utiliser toutes les raisons spontanées liées au jeu et au plaisir de bouge

Réflexion sur la motivation et le divertissement.

Le sport individuel, comme le sport d’équipe, que cela soit un sport de contact ou non, est pratiqué par des athlètes de haut niveau mais aussi de niveau amateur, passionnés, poussés uniquement par le but de se divertir.

On acquiert de l’expérience à travers la réalisation d’un type d’exercice, comme par exemple dans le basket, courir et marquer un panier. Il faut comprendre que l’évaluation que l’athlète fait de ses activités sportives se traduit par son niveau de satisfaction quand il est en compétition, en comprenant également par les signaux qui proviennent de son corps, quels sont les points forts et les points faibles de sa performance.

Das Ziel eines Trainer ist ein Team das taktisch gut spielen kann.

Das Ziel eines Instruktors ist es uns zu motivieren.
Man muss investieren “und Gesicht”

Tradotto in italiano : L’obiettivo di un allenatore è una squadra che può giocare tatticamente bene. L’obiettivo di un istruttore è di motivarci. Devi investire e ” affrontare”.

Dobbiamo quindi giocare e quindi dobbiamo sapere che è necessario compiere un esercizio fisico e mentale fatto per divertimento e che possiamo fare anche svolgendo una competizione e cioè una gara.

Il PROGRAMMA COMPLETO ” RUN FOR MINIBASKET “

A ME PIACE L’ATTIVITA’ MOTORIA.

La mia scelta è stata ” creazione e sviluppo motorio, tutti hanno il loro progetto motorio, quando sono uscito per seguire negli sport di squadra gruppi femminili, oppure maschili, in sport come pallacanestro o calcio, mischiandomi con gli adulti, mi è mancata l’attività motoria di base

MOTOR ACTIVITY.

My choice was “creation and motor development”; everyone has their motor project. When they I have followed men or women team sports, sports such as basketball or football, staying with adults, I have lacked basic motor activity.

Che in Vietnam può diventare ( più o meno )

Hoạt động motor Lựa chọn của tôi là “sáng tạo và phát triển motor “. Mỗi người đều có những dự án motor cho riêng mình. Khi họ tham gia những bộ môn thể thao như bóng đá, bóng rổ với những người lớn, tôi đã thiếu đi hoạt động motor căn bản.

CONTATTA LA FILASTROCCA DEL MINIBASKET.

Giuseppe Di Summa

Direttore creativo del progetto.

Per quale motivo abbiamo scelto il termine filastrocca ?   Capire un soggetto attivo sugli aspetti semantici, cioè sugli scopi, i sistemi di credenze, i sentimenti e le emozioni dell’individuo all’interno del suo contesto socio-culturale.
Il gioco ci aiuta con il tempo, lo spazio e contesti di vita. aggiungono quello che non può essere ” cancellato “. Spesso offre la possibilità di creare delle ” metafore “. proprio il gioco, seppure il tempo per esprimersi va saputo misurare. Ci confrontiamo con il tempo, il mio passato nello sport, il tuo futuro che sei giovane, sapendo che ci sono i tempi del bambino che vive il tempo dei suoi bisogni immediati.  Nasce l’idea del testo ( Si affronta un problema obiettivo tramite un testo ed una possibilità reale )

L’esercizio fisico.

Questo progetto di nome ” La filastrocca del Minibasket ” è nato a Treviso, durante un CLINIC per Dirigenti Minibasket. Il potere pubblico, nello sport, spesso anche con test antidoping, sa fare una misurazione delle capacità organiche e funzionali di un’atleta. La valutazione funzionale è un diritto per chi fa sport, è un mezzo per realizzare le finalità dello sport, infatti,  il quadro clinico è molto importante per la vita dell’atleta. Molti autori oggi fanno una valutazione dell’uso dell’informatica, anche in base alla serietà dei dati. 
Non solo le immagini arrivano da una Regione che è la Puglia, ove l’organizzazione dello sport è regolata anche su base regionale, non solo nazionale. Le fonti, le modalità di svolgimento dei progetti cambiano, i soggetti agiscono nei confronti di chi organizza le ore di sport.Quindi con dei buoni ” test ” possiamo passare dalle caratteristiche generali, a quelle specifiche, che ci garantiscono una prestazione. 

Giuseppe Di Summa da sempre porta gli occhiali. Nelle ipotesi, per comprendere come si svolge complessivamente un programma , il testo ci porta al senso di un leggero messaggio, nella letteratura di chi scrive come noi i progetti, i comportamenti negli spazi pubblici dello sport. Spesso sono le scuole e le istituzioni educative, che sono questi spazi. La priorità lo si legge ancora sui giornali, va a chi ha i diritti reali, non solo la memoria, spesso fa apparire il ” rock’n roll “, il concetto, può essere espresso, con modi di scrivere difficili, non il semplice messaggio, oppure articolo, oppure post sul blog. 
Siamo in una fase per quello che riguarda il testo, di relazione, una cosiddetta ” REPORT STAGE “, quindi vale la pena conoscerla sino al Giugno del 2020. Il report nel nostro caso non è cronaca, nemmeno il bollettino, ufficiale di news, non è la ricerca della fama, l’ottenimento del voto, la politica, dobbiamo solo scrivere per presentarci, non fare il cronista, per fare un inchiesta, denunciare qualcosa. Lo stage, seppure breve, la possibilità di leggere di pratica è possibile in queste pagine. Il periodo, la fase da organizzare, è quella del 2019.2020, la tappa è uno stadio, seppure anche il palcoscenico può prendere spunto. A chi ha la cultura del bollettino, non rispondo ” io non dico niente “, non solo vi è oltre alla grafica i ” cosiddetti schizzi di coach “, i bozzetti dai quali nascono le storie.La riflessione la affido alla frase del mio idolo, l’attrice Nicole Kidman, molto famosa, me ne rendo conto, che sostiene ” In America non si è nessuno, finchè non si va in televisione “
Sappiamo che siamo un programma minore, non abbiamo mezzi tecnici, artistici, sportivi, dei programmi importanti, sappiamo come il testo sia difficile da fare entrare nel computer, anche per il fatto, che il web è inflazionato, da siti gratis, come questo. Ecco noi staremo lontani dalla televisione. 

Ci serve ricordare di in una RELAZIONE i seguenti tipi :1- una forma di comunicazione 2- unidirezionale 3- svolta in maniera non personale 4- da un soggetto individuale 5- e destinata alla promozione 6- in maniera diretta o indiretta 7- di prodotti , servizi , marchi , comportamenti , organismi 8- effettuata a pagamento 9- sulla base di un piano

Voglio fare in queste pagine un riassunto schematico , speriamo sia esaustivo , dei principali argomenti oggetto di studio di questi mesi che ho vissuto direttamente come Istruttore Minibasket.Cercherò di mettere per iscritto aspetti teorici e pratici nell’ambito della disciplina della Pallacanestro.Cercherò di utilizzare anche gli aggiornamenti periodici che ho tenuto a cura della Federazione Italiana Pallacanestro.

Il sito web che leggi si occupa in modo informale di sport, non facciamo parte di campagne di sensibilizzazione pubblica, al fare sport, mangiare sano, rispettare la natura. Quello che leggi è il programma di Giuseppe Di Summa Istruttore Minibasket, che ha bisogno di un progetto web, per funzionare. Da un istruttore ti aspetteresti i giochi, non ne trovi in questa sintesi, Questo senza giochi ti sembra un posto per aspettare, come se fossi negli spogliatoi, visto che la maggior parte del tempo da investire, in formazione, passa per rendere capace l’Istruttore di fare dei buoni giochi. Tutti vogliamo che il nostro ” allievo ” arrivi a fare il terzo tempo, abbia delle buone capacità di coordinazione, qui si riflette sul contatto del gioco, con la realtà, non solo sociale, nei vari paesi, quando non è considerato solo gioco, viene visto come sport

Ascolta i video, ricostruisci cosa ci accade durante gli allenamenti, tutti sappiamo che ci confrontiamo con significati di parole del mondo dell’educazione, dobbiamo sempre dire ” w la scuola “, come con lo sviluppo fisico, psicologico, sociale di un giovane. Tutte le discipline, apprendono a livello motorio, con l’uso di concetti base, a chi scrive interessa ” creazione e sviluppo motorio “.Se continui a leggere, che chi scrive non lo conosce nessuno e non lo vuole nessuno, devi sapere che questo progetto risolve il problema, visto che ti sono fornite tutte le informazioni, che possano in una programmazione, presentare la persona del ” coach “, nel quale, ovviamente hai fiducia.

 Chi si ferma su questa pagina, sappia che è scritta solo per il fatto che non è stata fatta, quindi bisogna che si ” faccia “, quindi io per primo, devo precisare nel gioco cosa faccio, cosa sto facendo, cosa farò. Nulla di importante, chi scrive si è interessato negli ultimi anni solo di bambini molto piccoli, non solo, nel tempo, non ha nessuna intenzione di allenare in categorie superiori all’under 13, non potete tramite lo scrivente entrare in contatto con lo sport professionistico, soprattutto questo programma non si può utilizzare a fini di lucro. Rimane per il resto il linguaggio promozionale dello sport, sa integrare marketing e comunicazione, quando uno pensa di essere pagato, anche profumatamente ci crede di più, molto spesso nella pratica bisogna essere pronti al ” mix “, integrare il professionista e il dilettante, chi scrive vi consiglia di non integrare, il messaggio realizzato, nella comunicazione sportiva, sarà vissuto in un futuro match, che non è un campionato, magari la serie A, è solamente una partita tra bambini, massimo amatori, il servizio di comunicazione prodotto, dipende anche dal messaggio ricevuto, non vi sono professionisti dello sport, sponsor, società, che hanno manifestato interesse diverso. Si rispetta la ” mission ” della comunicazione sportiva che è informare di quello che si è prodotto, scegliendo appunto il linguaggio promozionale, in italiano, inglese, francese. 

Presentazione.

Le analisi dei progetti si fanno anche con i file, che trovi qui nel sito, che spesso non esistono vengono creati, con lo stile personale, del progetto, come documentazione del progettista, non solo il progetto, questa è l’importanza della ” filastrocca “, crea un vero e proprio alfabeto. La volontarietà, non chiedere nulla per progettarlo, è stata la mossa vincente, visto che è arrivata la persuasione, per ottenere le varie collaborazioni. Come vedi qui le lettere hanno il ” suono “, leggi il motivo con queste domande, che quando sono pubblicate su riviste ufficiali, sono oggetto di revisione. Il suono alla lettere è quello ovvio, siamo nati da sangue italiano, viviamo in Italia, parliamo il nostro idioma, nessuno può dare epiteti esagerati. Arriva per tutti il momento della luna, come della campagna, vivere la benedizione della natura, quando questo momento finisce, la via della salute, è nella rigidità di un insegnante, che sa spiegare mandando i suoi libri, che sono il suo idioma, seppure necessità. nello sport è obbligatorio, del rapporto con le lingue straniere. La voce che usiamo la prendiamo, non di certo sulla luna, spesso proprio è la via della salute quella più battuta, ritenuta valida, confermata, condivisa, da chi va molte volte sui giornali, per essere il vincitore, che concorda spesso sulle ” mission ” espresse dalle varie federazioni, dai tecnici, che ne fanno parte. Puoi sentire l’italiano nella parte video, quella presente su YOUTUBE, nello sport, nel gioco, le vittorie nelle gare, non vengono da frequenze basse, di allenamento e partita, quindi vi si invita a ” incontrarsi “. 

Non si può possedere questo sito web, questo programma, nelle sue distanze, soprattutto in km, se non si decide di spiegarsi nelle lingue straniere, inglese, francese, spagnolo. Chi scrive risponde con tolleranza, a chi non sa l’italiano, chi parla le altre lingue scelte faccia lo stesso. Nasce questa nuova versione della Filastrocca del Minibasket. Lo sport, che è quello della nostra casa, del nostro computer, cade dunque su un terreno, grazie a te che lo vorrai portare nelle varie nazioni, che possono leggere. Delays language ? E’ vero noi dobbiamo recuperare, avere il tempo, i ritardi nella lingua dello sport, quindi l’invito è, in inglese, da fare nostro ” select specify vocabulary “. Ci vuole quindi un buon dizionario, con noi. Facciamo un gioco, tipo quello che fa ” ecco la palla, tieni la palla, vuoi la palla “, tipico esempio di educazione motoria. Noi giochiamo, con la filastrocca, in questa maniera, quindi “playing with balls “, se la parola palla è il numero 1 cioè balls, come parola, se invece, aggiungiamo ” playing with kick balls “, sappiamo al differenza, tra la normale palla, con la palla da calcio.Nel tempo aumenta le parole, arriverai ad una bella pubblicazione, spesso in libreria

Giuseppe Di Summa

Istruttore Minibasket

Prepararsi ad una conferenza, nell’anno 2003, prevedeva uno studio, collaborare con la scuola, un’ Istruttore animatore e divulgatore di un progetto sull’avviamento al Minibasket. La gestione di un ufficio stampa che sappia comprendere la strategia di comunicazione, fare nascere un progetto, che ci porti ad essere responsabile di un centro minibasket. Realizzare del materiale su cd, e-mail, oggi è una cosa comune, come giocare le partite, sono cose importanti.Rivolgersi alla direzione didattica è stata un’esperienza breve e temporanea.Nel biennio 2003-2005 lo studio è stato “ Creazione e sviluppo Motorio “.Si è sentito il bisogno di una riflessione sulla formazione, sull’idea di sport, di basket, un progetto che esca dagli schemi dei “ malati di salute “, la nostra storia non è nemmeno quello del migliore studente, c’è bisogno di un intesa.
Non siamo in gita scolastica, non siamo nemmeno piani d linguaggio del Signore colto, non siamo pieni di innamorati, come non abbiamo gente con gli occhi spenti, pronti ad essere accesi dalle monete. Abbiamo la sfida di Internet, che deve leggere un documento, affrontare una sfida, dare spazio all’educazione ambientale.C’è da fare una riflessione sulla “ videodipendenza “, il contenuto di Internet, ci fa scoprire anche un lettore lento, nervoso.

IL GIOCO, APPRENDIMENTO MOTORIO, METODOLOGIA E DIDATTICA.

Un caso di studio.

Il gioco è un’attività motoria importante grazie ad esso infatti il bambino riesce a realizzare dei movimenti indispensabili come correre, saltare, rotolare e riesce anche a sviluppare la gabbia toracica che tenderà ad ingrossarsi.Dobbiamo cercare di dare quanto più movimento possibile ed evitare le esperienze negative.Il bambino per apprendere deve avere un filo logico e deve essere stimolato tramite le cose che gli piacciono.Per un corretto apprendimento i canali sensoriali devono essere intatti e le funzioni celebrali devono essere ordinate per memorizzare il movimento.Nell’apprendimento il bambino non deve essere oppresso o messo da parte.Possiamo provare a fargli assimilare le cose che vogliamo tramite dei tentativi per prove ed errori ponendogli cioè diverse situazioni e dopo numerosi errori arrivare al risultato.Possiamo provare col metodo intuizionista. In questo caso il soggetto di fronte ad un problema cerca di trovare una soluzione in base al vissuto che ha.La via migliore sarebbe di cercare una via di mezzo tra le due soluzioni.A noi interessa la polisportività se poi uno si innamora della palla avremmo anche un possibile giocatore di pallacanestro.Dobbiamo dare la possibilità al bambino di usare sia la destra che la sinistra di andare avanti ed indietro e dargli la possibilità di apprendere dei corretti schemi motori.

The word i use in this context

La filastrocca resta un progetto di Giuseppe Di Summa, quando giocava a Minibasket, era un bambino. Come senti nel film Colpo Vincente, i miei giocatori vivono di basket, scuola, agricoltura, entrare in spazi del basket che conta, è come andare su Marte. Anche a me sarebbe piaciuto giungere al mio ” pianetino “, grazie al web, ora si possono fare rivivere i nostri ” momenti che contano “.  La cifra, resta, quella che custodisco nella mia casa, che voglio con te condividere, sul web. Quindi vi voglio bene ragazzi, a tutti quelli che ho allenato, e insieme spero possiamo sempre condividere un aperitivo e uno stuzzichino. Il progetto ritorna sul web, grazie a un sito temporaneo che ha effettuato tutte le rilevazioni, poi nel mese di Maggio 2019, Giuseppe Di Summa ha ripreso a correre per ” alcuni giorni “, per arrivare a questa versione, ho dovuto fare dello sport anche io. Questa versione sarà non modificata per un anno, dopo si deciderà se rifare il programma sportivo, se dovrà correre ancora, altrimenti questa rimane la versione definitiva. Ovviamente si lavora nel campo, come Istruttore, anche per la stagione 2019-2010.

Giuseppe Di Summa

Le iniziative e le giornate dello sport

Ecco il nostro TEST. I nostri parametri iniziali sono:• Atletismo • Postura • Grassi • Salute cardiaca • Autostima • Benefici sociali • Vantaggi intellettivi Scrivo subito che “ on the house” , qualcosa sulla casa, un’azione educativa importante. Il passaggio al gioco in “ questa casa “ passa per delle iniziative sportive, che fanno del campo, del Palazzetto, la casa di ogni sportivo, quindi ogni Comune deve avere la sua degna dimora.Li testiamo con la seguente operazione:1 Rispondere alla seguente domanda :Quale sport pratichi e quante volte alla settimana? ( ATLETISMO )2 Rispondere alla seguente domanda:Quante ore rimani seduto o ascolti la musica? ( POSTURA )3 Rispondere alla seguente domanda:Quante ore cammini al giorno e in che ore? ( PERDITE DI GRASSO )4 Rispondere alla seguente domanda:Ti piace correre per il parco? ( SALUTE CARDIACA )5 effettuare la seguente operazione:In un minuto fare quanti più tiri possibile a canestro con un solo pallone e contare i canestri. ( AUTOSTIMA )6 Rispondere alla seguente domanda:Vedi o sei disposto a praticare attività sportive all’aperto? ( BENEFICI SOCIALI )7 Effettuare la seguente operazione:Seguire le linee del campo ripetendo un movimento a propria scelta e producendo un suono di fantasia. ( VANTAGGI INTELLETTIVI )Il movimento è bello per il fatto che richiede le sue ore di riposo, vale la pena ricordarlo, non si deve cadere nel “ sovrallenamento “, è un consiglio sempre importante, bisogna riflettere su di esso.


Brevi cenni storici.
Il minibasket nasce negli Stati Uniti nel 1950 ad inventarlo fu Jay Archer laureato, in Scienze dell’Educazione Fisica, presso l’università di Stroudsbourg.
Il basket aveva già i suoi anni e questo gioco-sport nasceva per farlo conoscere e praticare tra i più piccoli e si diffuse rapidamente in tutti gli Stati Uniti.
In Italia arrivò nel 1965.
Il minibasket ci deve servire ad avvicinare i bambini all’attività sportiva non a preparare dei cestisti in miniatura. Dobbiamo tenere presente che un giocatore di minibasket potrà scegliere anche altri sport non puntiamo dunque a creare piccoli campioni ma a sviluppare delle capacità che servano a dare al bambino un vissuto corporeo che serva poi nella vita.

Photo by Sebastiaan Stam on Pexels.com

Bisogna educare a:
CONOSCERE ( Regolamento )
AGIRE ( padronanza del corpo )
COMUNICARE ( giocare con gli altri )
SOCIALIZZARE ( collaborare )

LA PIRAMIDE DEL SUCCESSO
1 SERIETA’
AMICIZIA
LEALTA’
ENTUSIASMO
2 AMBIZIONE
AUTOCONTROLLO
PRONTEZZA
INIZIATIVA
3 SINCERITA’
ONESTA’
INTEGRITA’
AFFIDABILITA’
EQUILIBRIO
4SPIRITO COMBATTIVO
PAZIENZA
5 FIDUCIA

BOOKMB

Nel 2007 nasce un progetto completamente nuovo, il tema del Minibasket si ripete, vedendo i bambini giocare, stando tra gli addetti ai lavori, l’obiettivo è di fare crescere il bambino come giocatore. Guardando il bambino si comprende che giocando con la palla s’instaura un clima di amicizia

Questionario :
1- Hai mai fatto a scuola attività motoria ?
2- Ti piace di più camminare , correre o saltare ?
3- Quale è il tuo sport preferito ?
4- Conosci delle favole ?
5- A cosa serve secondo te la palla ?
6- A casa parli mai con i tuoi genitori di qualche sport ?
7- Quale sport vedi in Televisione ?


L’Educatore deve ovviamente comprendere il significato formativo che può avere ciascuna caratteristica di un dato gioco. “ Il maggiore ostacolo per il piacere del gioco è la forza dell’abitudine. Le vecchie abitudini sono comode perché permettono di non pensare a cosa si sta facendo in quel momento “ ( H. Wein )

Cosa insegnare e cosa è importante apprendere ?

  • un apprendimento motorio
  • formare la personalità
  • motivare nell’apprendimento scolastico
    Apprendere significa sviluppare :
  • Area Affettiva
  • Area Corporea
  • Area Sociale
  • Area Cognitiva
Photo by Belle Co on Pexels.com

Le iniziative e le giornate dello sport

Presentazione e rilevazione
LA VOCE E L’UNITA’ NUMERICA DELLE PERSONE…………..
L’esperienza conclusa di un sito web.
Un contributo in termini moderatamente positivi , su eventi, esperienze passate, per trovare una conferma più o meno ampia nello sport. Il titolo dice che per “ fare “ dobbiamo essere uniti, dire le stesse cose, diffondere dei messaggi comuni. Svolgere un’attività con persistenza vuole dire valutare l’impegno nella sua totalità, stare in campo, ad esempio, rinunciando a qualcosa di proprio a vantaggio della squadra.
Possiamo definire le ore al computer come un vero training, dobbiamo comprendere come giocare, passando per delle parole chiave come attacco, difesa, punteggio, tempo, panchina.
Il nostro allenamento può partire con un percorso per “ tirare meglio “, è una forma di training, non da computer, è un rapporto tra chi insegna il fondamentale e chi come allievo lo apprende, passando dalla categoria minibasket, nel mio caso, sino a quella amatoriale del CSI.
L’allenamento, non lo chiamiamo lezione, deve incrementare le capacità motorie, ben sapendo che si passa nel momento di gioco che resterà in memoria, come il più bello, a situazioni di gioco, educazione motoria,fondamentali del piccolo atleta.

Giuseppe Di Summa presenta la Psicologia dello Sport.
La psicologia dello sport si occupa di indagini scientifiche, concorrere in gare nazionali, vuole dire spesso, non lo sottovalutiamo, il valore dello sport in riviste nazionali ed internazionali. Nasce lo spazio anche per i programmi per lo sportivo “ sedentario “, lo sport, infine, ha importanza culturale.

IL COMPORTAMENTO NELL’ALLENAMENTO.
Il tempo delle regole.
E’ difficile fare rinascere l’atleta che davano morto, la corsa è fatica, la pallacanestro, il calcio, il tennis, le loro regole in campo e fuori, prevedono un impegno serio. Lo sforzo va calibrato in una esperienza giornaliera, dando la giusta continuità, proponendo degli esercizi, sfruttando anche l’attività all’aria aperta.
Leggi tutto il percorso fatto per “ ottenere l’immagine “.
Relazioni, rapporti pubblicitari, in una struttura , facendo comunicazione.
Ipotesi e priorità nella collaborazione.
Le aule, come le palestre, non devono essere “ mute “, lo scopo è di rendere animata una comunità di persone dando il giusto valore alla comunicazione, la cultura ci presenta dei cambiamenti, apre allo studio di nuove classi sociali, alla riflessione su nuove forme di povertà, i rapporti, i collegamenti, con chi si discute non sono indipendenti da argomenti che riguardano non solo il training, riguardano anche, soprattutto,educazione e salute. Di che livello sono i risultati ottenuti ? Sottolineavo che questa di usare il sito web,
nell’insegnamento riguardante la pallacanestro, è stata per chi scrive una sperimentazione, è importante separare questi risultati dai calcoli per guadagnarsi da vivere, è un impegno morale amministrare questo sito web senza avanzare pretese economiche. Sopra leggevamo dello sport nello sviluppo locale, questi video che vi lascio, servono anche a presentare lo sport ed il suo legame con il turismo.

Sport e volontariato
Giuseppe Di Summa è un istruttore sportivo, si occupa di Minibasket, quindi di bambini, seppure si è sensibilizzato allo sport con una serie di corsi in psicologia dello sport. Per completare il suo percorso formativo nella materia ha seguito corsi per operatore socio-educativo, operatore di sostengo per disabili, cittadino online, che hanno creato un rapporto tra formazione ed aggiornamento.
Nello sport viaggia dalla Prima Divisione alla Serie C, in diverse realità della Provincia di Brindisi, passando da esperto a disposizione a corsi di avviamento al Minibasket, a Dirigente, Istruttore Minibasket Regionale, sino ad essere Istruttore Responsabile di Centro Minibasket. Si segnala all’attenzione del movimento per il Progetto Sport e Genitori e per la lezione Le nostre risorse i fondamentali ed il gioco, che contribuiscono dal 2004 al 2007 a creare il programma, disponibile online, dal nome La filastrocca del Minibasket, che segna un passaggio della programmazione di un centro per capire il mondo del bambino.

Cosa facciamo se tuo figlio non è bravo come pensavi ?

Commentiamo il risultato dell’insegnamento a Francavilla Fontana, mio Comune di residenza, popolazione giovanile, pianificazione teorica, svolgimento dell’attività, alle prese con la prestazione peggiore, per il fatto che il maestro non ha vinto un concorso.

Il problema è stato risolto, lo vedranno nel futuro Palazzetto dello sport, visto che lo sport chiede, precisa gli obiettivi, per fare diventare il ” maestro del Comune “, un vincitore.

Non possiamo dire di no.

L’esperienza di palestra, con lo scritto, agli occhi dei praticanti, diventa troppo teorica, seppure da un esempio, il movimento, se ne vuole uscire vincitore.

Diamo a Cesare quello che è di Cesare, togliamo la prestazione peggiore, garantiamo il risultato degli effetti positivi dell’attività atletica, nel Comune di Francavilla Fontana, famosa a livello internazionale, chiedendo di non essere molto ingenuo, alla prestazione peggiore si accompagna sempre una buona terapia medica.

Basket ed atletica dovrebbero a Francavilla Fontana legarsi, confesso che l’unica qualifica che interessa nella FIP allo scrivente, dopo quella di Istruttore Minibasket, è quello di preparatore fisico di basket, non mi riguardano altre attività.

In un allenamento le due forze, basket ed atletica, non sono in contrasto, anzi vanno integrate.

Nello sport rimangono i posti dove andare, dove incontrare le star, gli atleti, dove scrivere il proprio pensiero. Questi insegnano, i top player, s’intende, che non sempre arrivano messaggi di incoraggiamento e di stima, ci sono molte critiche, non parliamo se non si segna, oppure nel caso dei portieri, nel calcio, si prendono goal.

Voglio usare una frase di George Orwell per chiudere la riflessione ” Lo sport serio non ha nulla a che fare col fair play. È colmo di odio, gelosie, millanterie, indifferenza per ogni regola e piacere sadico nel vedere la violenza: in altre parole, è la guerra senza le sparatorie “
Io ho sposato lo sport per bambini, i campionati amatoriali, l’idea del fair play, quindi non posso solo dire che si è bravi se si segnano più canestri degli altri



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...