AVVISO AL LETTORE : Il Blog CAMBIO GIORNO, dal 31 Gennaio 2023, ha chiuso tutte le sue rubriche. E’ attiva solo la sezione Parlare e dire di politica.

IL PERCORSO, AMORE, LETTERATURA.


In quale città hai detto ” ti amo “, ” TI VOGLIO BENE “, hai avuto una storia. Il nostro romano, nella domus esercitava il completo controllo sulla moglie, da questo rapporto nasce la parola struttura sociale per sapere cosa sia ereditato e trasmesso oggi : La struttura sociale, con religione e tradizione, le regole erano in mano agli uomini e ci si aspettava che le donne le seguissero. Noi abbiamo il problema della differenza tra un testo tecnico, rispetto ad uno che serve solo alla divulgazione, alla lettura, passando il tempo. Direbbe Giuseppe ” coming up go to the step one :cover story about us “.


IL MODELLO OPERATIVO.

Iniziamo col politico, che ha saputo fare il discorso della Montagna, non solo per dire sono nella tua casa con gli alpini, dicendoti guarda che sono io che ti faccio domanda, “come potrai dire al tuo fratello ‘permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio’, mentre nell’occhio tuo c’è la trave?”. Giuseppe risponde, con un testo.


COSA IMPARARE.

Ti presento una recensione di storia, scritta negli anni 90, quando si diceva si saprà la verità sul Fascismo, si direbbe quindi, come è stato,che ogni politico che aspira ad una direzione politica, lo dovrà sapere, come dire il ” buffone ” sarà sostituito, da chi è nella ” realtà “, quando uno nella vita scrive di quelle che sono opere, buone o meno, deve aspettarsi lo ” pseudonimo “, un modo di dire ” alleato “, se quindi l’opera non è completa non sarai compreso ed appoggiato.


Nel solo ricordo possibile, nel silente mare azzurro, la vita insegna molto, vedi le stelle lontane

Giuseppe Di Summa

INTERVISTA CON EMANUELA ARLOTTA

b77eb3_c36c3e78aa71460697ee422ec72459fa-mv2
Nella tua attenzione alla scrittura si segnala il Magazine Volo dei Sensi, i contributi della rivista parlano la lingua anche del web, pensi sia uno stile contrapposto a quello classico di scrittura ?
Io credo che tecnologia e cultura possano convivere pacificamente e anzi possano integrarsi. La tecnologia è un mezzo e come tale può essere utilizzato per fini di basso valore oppure per realizzare o dare visibilità a qualcosa di più importante. Inutile negare a tutti i costi la modernità ed opporsi ai nuovi mezzi di comunicazione che sono, tra l’altro, i più utilizzati dalle nuove generazioni. In sostanza direi che si può continuare a diffondere arte e cultura utilizzando, però, anche i nuovi canali di diffusione. Ecco perché nasce la rivista online Volodeisensi Magazine.
La reazione al titolo” parlare di poesia ” non è simile al parlare di cronaca, ad esempio, pensi che la testata giornalistica di oggi, dia il giusto spazio alla poesia ?
No, oggi la poesia non è valutata abbastanza, ha perso il suo posto di diritto. Eppure la poesia adotta un linguaggio universale e profondo capace di parlare direttamente all’anima. Forse il distacco nasce dalla superficialità imperante che sta affliggendo l’epoca moderna e che sta addormentando e ingabbiando l’uomo illudendolo di essere libero. Forse la poesia potrebbe aiutarlo a risvegliarsi e a ricominciare a pensare autonomamente. Per questo continuo a scrivere versi.
La tua scrittura, la tua bravura nello scrivere , sono descritte anche dall’incontro con altri autori, ti senti inclusa, ti senti appartenere ad una generazione ?
Non mi piace essere omologata , utilizzo la scrittura come mezzo di comunicazione con il quale veicolo messaggi di vario tipo e con il quale riesco ad esprimere appieno me stessa e le mie emozioni. Sono felice quando questo mio sentire arriva al lettore. Vuol dire che ho prodotto qualcosa di artistico.
Nel complesso come fare ad accogliere chi ha dei programmi uguali ai tuoi, inaugurando un viaggio nella conoscenza di uno scrittore, cosa ti auguri sia a lungo con noi ?
Io sono da sempre attenta alle esigenze di altri scrittori e artisti perché mi rendo conto che in Italia chi non è famoso per altre vie difficilmente ottiene il giusto riconoscimento. Mi auguro che in futuro si dia spazio a chi ha qualcosa di importante da dire e lo fa in forma artistica.
La stupidità nel campo delle espressioni verbali e scritte, oppure una frase per imporsi agli altri, pensi che il pubblico possa essere smosso dall’indifferenza, anche con semplici testi come quelli che accompagno gli strumenti musicali, pur sapendo che applicarsi molto, nella scrittura, nella lettura costa molto ?
Le persone hanno bisogno di stimoli forti, molto forti per risvegliarsi dal torpore nel quale sono annegate. Ben vengano le canzoni anche se trovo che spesso siano molto superficiali e poco curate dal punto di vista dei testi. Ma riportare il pubblico alla lettura, abituarlo di nuovo a scegliere credo sia di fondamentale importanza. Bisogna iniziare da subito, con i bambini, allo scopo di regalare loro un futuro migliore nel quale essere liberi davvero.
In conclusione presentami i tuoi libri, nel luogo ove si scrive, preferisci essere letta parola per parola oppure ricordata da piccola frasi, ti fa piacere sentire parlare di te ?
I miei libri pubblicati al momento sono quattro, due autoprodotti ‘La Sfera’ (Racconti) e ‘Volodeisensi’ (Silloge poetica) e due editi ‘Dalla parte dell’Anima’ (Silloge edita da Galassia Arte) e ‘Piccole fiabe per grandi sognatori’ (Fiabe per bambini edito da Il Villaggio Ribelle ). Ciò che mi auguro davvero è di essere letta con il cuore sia dai grandi che dai piccini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: