Intervista con Sandra Romanelli

14569098_1241783455872372_78804426_n

  1. Come nasce la tua passione per la scrittura?

Quando ero piccola scrivere era un modo per ordinare i miei pensieri e sentimenti. Scrivevo un diario ma non riportavo mai una cronologia di cose accadute. Di ogni giornata ne componevo una frase o una specie di poesia che ne racchiudeva il significato emozionale, un’analisi sintetica che mi piaceva tantissimo fare. Per gli esami universitari facevo un po’ la stessa cosa, cioè riscrivevo a parole mie il contenuto dei testi di studio e solo allora mi sentivo pronta per l’esame e, ovviamente, allenandomi più a scrivere che a ripetere a voce, ero brava negli scritti e molto meno agli esami orali. Ancora oggi, preferisco esprimermi scrivendo. Credo che la mia passione per la scrittura nasca così. Mi piace scrivere, mi libera, è un impulso a creare, a esprimermi.

 

  1. Parlaci del tuo libro “la stanza con l’oblò” (una curiosità, perché questo titolo?

Questa domanda si può collegare alla precedente perché in fondo racconta del mio bisogno di riprendere a scrivere, di una luna ispiratrice che appare dal lucernario di una stanza, una mansarda realmente esistita nella quale ho vissuto dei momenti di grande introspezione. La stanza con l’oblò rappresenta la stanza interiore che tutti abbiamo e nella quale dimoriamo poco in realtà, probabilmente perché la luce rivelatrice e magica della luna è temuta o è semplicemente ritenuta meno importante di quella del sole, del giorno e la sua quotidiana affaccendata routine.

E’ un invito a leggere gli eventi come siamo poco abituati a fare a discapito di una consapevolezza che cura ed è tanto necessaria al fine di vivere in armonia con se stessi ma è anche un modo per riflettere sull’importanza di volersi bene così come si è.

 

  1. Cosa ti ha colpito del percorso nel pubblicare un libro?

Ricevere richieste di pubblicazione a pagamento anche da case editrici che si definiscono free, cioè non a pagamento, e contratti di edizione veramente assurdi, cestinati con un gran sorriso e inseriti nella lista nera degli editori. Molte case editrici promettono di rispondere e non lo fanno. Inviai il manoscritto quasi per scommessa alla nota casa editrice Adelphi che, senza promettere, mi ha risposto (con mia grande sorpresa) e con gentilezza. Ecco, credo che quest’ultima caratteristica sia importante e non solo in quest’ambito ma siamo in Italia e il profitto, la speculazione sono prioritari rispetto alle buone maniere e a valori più umani e necessari ai veri cambiamenti.

 

  1. Qual è il tuo rapporto con i social?

Il mio rapporto con i social è importante ma non prioritario e sicuramente più selettivo rispetto             al passato. E’ un mezzo sano se si condivide il giusto e per me il giusto non è ogni momento della quotidianità, della vita privata e pubblica… non è una vetrina in cui esporre il meglio del tuo “negozio” o tutti i vestiti, compresa la biancheria intima… Ognuno ne fa l’uso che vuole ma la riservatezza, la semplicità mi piace nelle persone e quindi prediligo quei contatti in cui ha senso per me lo scambio e la condivisione di alcuni contenuti. A volte i social mi distraggono piacevolmente, il famoso cazzeggio… ci sta e mi diverte.

 

  1. Progetti futuri?

Pubblicare un romanzo che ho scritto già da un po’ (” l’amore e la cioccolata”), finalista a un premio letterario (il premio Bukowski). Vorrei scrivere poi un libro di racconti in cui trasmettere leggerezza e l’ironia, una mia caratteristica finora inespressa. Continuerò a scrivere poesie e…  crescere ma anche divertirmi.

Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...